Echinacea

Echinacea fa parte di: molte preparazioni erboristiche per combattere le allergie, problemi respiratori, raffreddore ed influenza, nelle cure di radioterapia aiuta a preservare i globuli bianchi, proteggendo così dalle infezioni.

Echinacea (Echinacea angustifolia)

Parti utilizzate: radici e il rizoma

Modalità d’uso: portare ad ebollizione (2 cucchiai di radice per una tazza d’acqua) e lasciar bollire a fuoco lento per 15 minuti.

Coprire, lasciar raffreddare e filtrare. Dose massima 3 tazze al giorno.

Si trova in commercio TM (30 – 40 gocce 3 volte al giorno) in titolato all’1,08% in echinacoside, metodo di determinazione HPLC, corrispondente a 3 mg di principio attivo, posologia di 12 mg/die di echinacoside).

Echinacea fa parte di: molte preparazioni erboristiche per combattere le allergie, problemi respiratori, raffreddore ed influenza, nelle cure di radioterapia aiuta a preservare i globuli bianchi, proteggendo così dalle infezioni.

Si consiglia: anche per aumentare le difese immunitarie, l’azione immunostimolante dell’echinacea si manifesta con una stimolazione aspecifica delle reazioni difensive che si concretizzano in un globale aumento delle resistenze dell’organismo all’aggressione degli agenti patogeni.

In particolare: si osserva incremento della fagocitosi. (The extract combination showed also in both test models a higher efficiency than two other differently composed combination preparations and two Echinacea mono-preparation. Wagner H., Jurcic K, Instutut fuer Pharmazeutische Biologie, Ludwig-Maximilians Universitat, Muenchen, Immunologic studie of plant combination preparations. In vitro and in vivo studies on the stimulation of phagocytosis. Arzneimittelforschung 1991; 41:1072-6).

Trova impiego: nelle malattie da raffreddamento, possiede attività cicatrizzante (Istituto della chimica farmaceutica e tossicologica, Milano), antinfiammatoria: (J. Pharm Pharmacol 1987;39:567.569),

attività: sull’apparato urinario. (prostatite acuta, cistite batterica).

Una sua componente: (acido ialuronico) svolge un’azione lubrificante sulle articolazioni, con il suo effetto antinfiammatorio sulle parti dolenti nel caso d’artrite reumatoide.

Recenti ricerche: sono indirizzate all’attività antitumorale nel trattamento della leucemia, ma le conferme si devono ancora attendere.

Per uso esterno: ferite purulenti, piaghe infette, fistole. Controllare sempre il dosaggio indicato sulla confezione.

Posologia: Oltre alla tisana e TM (controindicata ai bambini, persone anziane e soggetti con problemi epatici), il succo della radice fresca 2-4 cucchiaini al giorno, con poca acqua. L’estratto (6,5:1): 2000-3000 mg al giorno.

Controindicazioni: malattie autoimmunitarie, TBC, leucemia, sclerosi multipla, HIV, AIDS.

Effetti collaterali: allergie specifiche al prodotto, nausea, vomito, alterazioni febbrili.

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/influvin/

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/immunovin/