L’Arte di Vivere

È tempo di diventare padroni di ciò che siamo, sapere che siamo la Luce e permettere alla saggezza, che ha creato il corpo, di gestirlo….

Ogni volta che prendiamo qualcosa di non necessario

ci diamo un feedback che conferma la nostra fragilità interiore….

Vestiamo la forza della nostra vera essenza con il bisogno di aiuto esterno.

Inoltre continuiamo a intrappolarci in un ciclo che sappiamo essere pronti ad abbandonare: quello di rafforzare in noi l’illusione di non essere abbastanza…

A livello simbolico state diventando una persona la cui esistenza è dipendente da ciò che riuscite a portarvi dietro.

È tempo di diventare padroni di ciò che siamo, sapere che siamo la Luce e permettere alla saggezza, che ha creato il corpo, di gestirlo….

Anima mia che tutto sei e tutto sai. ….

Donami la Consapevolezza e la Conoscenza

perché possiamo fare già l’esperienza della Coscienza dentro e fuori di noi, dove la dualità non esiste..

(Francesco Ciani Naturopata)

O.E. Cisto

Antivirale, antibatterico e infezione. Immunostimolante (stimola il sistema immunitario)

Anti-emorragico (perdita di sangue, si arresta, una goccia con un batufolo) molto bene in caso di sanguinamento dalle emorroidi.

Cisto (Cistus ladaniferus), Olio Essenziale. Semi.

Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema circolatorio

Note Bibliografiche:

Olio essenziale da Cisto è favoloso per le sue applicazioni terapeutiche e soprattutto in estetica.

Sarà l’alleato della pelle matura o rilasciata, con problemi di microcircolazione della pelle (couperose) o pelli danneggiate o con tagli e rughe le sue virtù anti-emorragiche, curative. L’odore è molto caratteristico;

Proprietà :

  • Antivirale, antibatterico e infezione
  • Immunostimolante (stimola il sistema immunitario)
  • Anti-emorragico (perdita di sangue, si arresta, una goccia con un batufolo) molto bene in caso di sanguinamento dalle emorroidi.
  • Regolazione del sistema nervoso
  • Astringente e tonificante della pelle
  • Energia, noto per la capacità spirituale
  • Potente emostatico, indicato per tutti i sanguinamenti anomali: epistassi (sanguinamento dal naso), ferite che non si cicatrizzano, mestruazioni/Ciclo abbondanti, emorroidi che sanguinano ecc., e in caso di afonia.
  • Antivirale, utile in caso di morbillo, varicella, influenza, raffreddore …
  • Aiuta a difendere e ristabilire il sistema immunitario (anche se altri oli sono più indicati), soprattutto nel caso di malattie autoimmuni dell’apparato locomotore: reumatismi infiammatori, poliartrite reumatoide, sclerosi a placche ecc.
  • È anti-smagliature.
  • È cicatrizzante.
  • Favorisce l’equilibrio dci sistema nervoso.
  • Taglio, acne, piaghe, rughe e fessure con calendula al 35%
  • Pelle di invecchiamento, rughe, rilassamento cutaneo, pelle matura Rosacea
  • Contrazioni uterine precoce

Uso esterni :

– Per piccole ferite, tagli: poche gocce su un cotone applicato per diverse ore sulla zona

-1 goccia nella dose giornaliera nella crema da giorno o della crema da notte per rallentare la formazione di rughe e combattere l’invecchiamento e rilassamento della pelle

-Per tutti i disturbi virali e sistema immunitario: 3 gocce di Cistus + 3 gocce di olio vegetale lungo la colonna vertebrale (vedi un esperto)

-Con del Cotone con una goccia di Cisto nella narice per epistassi

Sinergie :

– Rosmarino verbenone (guarigione)

– Lavanda spica e mirto (pelle tonica)

– Niaouli, Ravintsare (antivirale)

– Rosa damascena (astringente)

Precauzioni:

-Tenere fuori dalla portata dei bambini.

– Sconsigliato durante i primi 3 mesi di gravidanza e durante l’allattamento al seno, controllo medico obbligatorio per l’uso nei bambini.

– Interazione con trattamento farmacologico con anticoagulanti.

– Uso interno per il terapeuta.

Caulophyllum Thalictroides

ismenorrea, dolori del parto, mestruazioni irregolari, coliche e infiammazioni uterine, crampi muscolari, tosse nervosa, dolori reumatici, reumatismo gottoso, epilessia.

Caulophyllum Thalictroides (Cohosh blue – inglese)

Pianta selvaggia che cresce in tutti gli Stati Uniti, predilige terreni freschi e umidi.

Parti utilizzate: radici e rizoma.

Applicazione: dismenorrea, dolori del parto, mestruazioni irregolari, coliche e infiammazioni uterine, crampi muscolari, tosse nervosa, dolori reumatici, reumatismo gottoso, epilessia.

Le squaws Cheyenne raccoglievano la pianta e la conservavano per impedire gli spasmi delle mestruazioni, favorirne il giusto flusso e lenire i dolori del parto.

Queste applicazioni empiriche indiane trovarono conferma dalle osservazioni fatte da medici direttamente sul campo.

Per ottenere un evidente beneficio si consiglia l’uso: del Caulophyllum 3-4 settimane prima del parto. Esso avverrà senza troppi dolori e velocemente.

Recentemente si è constatata l’azione: calmante della droga su soggetti epilettici, le crisi diventano meno violente e meno frequenti, l’epilettico si sente più tranquillo e sereno e può svolgere una vita meno stressante.

Posologia: per infusione in acqua bollente un cucchiaio colmo in un quarto di litro, far riposare 15 minuti e bere tre tazze al giorno. Estratto biochelato: 30-40 gocce giornaliere divise in due volte, mattino e sera.

Controindicazioni: sofferenti d’ipertensione, disturbi cardiaci, diabete, primo trimestre della gravidanza. Effetti collaterali sconosciuti.

L’Arte di Vivere

Scegli di manifestarTi ora, in tutto il Tuo Sè interiore, manifesto in ogni infinita espressione..

La vita è un processo di volontà da vivere coscientemente;

è il tempo che trascorriamo con la coscienza sveglia e attiva.

Con la coscienza addormentata il corpo deambula, ma l’Essere non sta vivendo l’esistenza,

le esperienze sono spazi esperienziali;

le vite sono l’opportunità di manifestare la propria Essenza e Presenza, come scuola,

ma qui sulla Terra o altrove,

per rendersi conto, intendere, comprendere, evolvere e trascendere …

dallo stato animale inconsapevole

all’Essere umano Consapevole

e dall’Essere umano Consapevole

all’Essere umano saggio e illuminato.

Scegli di manifestarTi ora, in tutto il Tuo Sè interiore, manifesto in ogni infinita espressione..

la Coscienza si manifesta nel Fare l’esperienza Consapevole.. altrimenti non esisti.
(Transfert modificato by Francesco Ciani)

L’Arte di Vivere

perchè l’Anima si riconosce nelle infinite esperienze che sta creando e vivendo in tutti noi, nel momento presente, dilatando la stessa Consapevolezza.

Ma l’Amore cos’è?

Se non il Riconoscersi in uno Spirito Gemello, che in una stessa Anima perchè si è tutti Uno,

quando si dice dice sei Mio, Ti Amo, ecc…

Lo si sta dicendo alla propria Anima e al proprio Cuore riflesso nello Specchio di Anima di fronte a noi,

che vibra della stessa frequenza come se il Sole incontrasse se stesso, appunto come avviene con il Sole giallo ed il Nucleo Solare terrestre risuonando come due Diapason, all’unisono, così che la Terra si si scalda…. e pulsa.

per cui non si possiede nulla, e l’Amore non si trattiene con le mani, scivolerebbe via come sabbia … bagnata da lacrime di sale … ma lo si può respirare e vivere solo dentro di chi Ama, si Ama, chi sa Ascoltare e Comprende; è Armonico e in coerenza con se stesso,

perchè l’Anima si riconosce nelle infinite esperienze che sta creando e vivendo in tutti noi, nel momento presente, dilatando la stessa Consapevolezza.Discendendo in un corpo fisico, fa l’esperienza per la quale ha già scelto di Essere!

In Sintesi Amare qualcuno, è Amare e Riconoscersi, è Fondersi e ritrovarsi, e vivere Gustando l’Uno,

è Respirare dello stesso Respiro da Anemos = Anima, Perchè non basta riconoscersi quali Anime o punti di Luce come matrici di un Tutto, è necessario fare l’esperienza restando Liberi, Essere e non Avere,

Respirare senza soffocare, è sorseggiare donando, senza chiedere,  la libertà è fare l’esperienza, necessaria per conoscere l’infinita incessante presenza di Dio in noi manifesto e proseguo del nostri vero sentire che la Vita è …

(Francesco Ciani personal experience)

L’Arte di Vivere

Il numero dei respiri nella vita è irrilevante…
…quello che conta, sono i momenti che il respiro te lo tolgono…

Il Punto, dove tutto è;

è che tutta la vera conoscenza risiede già nel proprio cuore.

Se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, troveremo che lo portiamo già in noi oppure non lo troveremo.

E chi lega a sé una Gioia distrugge la vita alata;

Ma chi bacia la Gioia in volo Vive nell’alba dell’Eternità.

Il numero dei respiri nella vita è irrilevante…

…quello che conta, sono i momenti che il respiro te lo tolgono…

e li ritrovi in quel momento che può durare una eternità, dove tutto è presente .. Tu.

(Blake – Emerson, modificato by Francesco Ciani)

Cipresso O.E.

Decongestionante venoso, linfatico, prostata. È la risposta a tutte le congestioni, qualunque sia la loro localizzazione: bacino (sindrome premestruale o dolori mestruali), prostata, venosa o linfatica, urinaria.

Cipresso (Cupressus sempervirens) o.e. da Rami con Foglie.

Agisce sul fisiologico benessere delle vene

Note Bibliografiche:

Si estrae per distillazione in corrente di vapore dai ramoscelli giovani e dalle galbule del cipresso, albero delle Cupressaceae di origini medio – orientali ma diffuso da tempi immemorabili nel nostro territorio. L’essenza è di colore giallastro, non molto densa, di odore piacevole.

Contiene diverse sostanze tra cui cadinene, canfene, pinene, carene, terpenilacetato, cedrolo, cupressene, cimolo, silvestrene.

Gli sono attribuite diverse proprietà; in particolare contiene sostanze che mostrano uno spiccato tropismo vascolare, proteggendo le membrane cellulari e riducendo la permeabilità dei vasi sanguigni. Agisce quindi come vasoprotettore e antinfiammatorio in caso di varici, flebiti ed emorroidi.

Risultati immagini per sindrome premestruale

Importanti sono anche le proprietà antiasmatiche, antisettiche, tossifughe e antireumatiche. Ha proprietà vasocostrittrice venosa, astringente, antispasmodica, antisudorale. I bioflavonoidi (amentoflavone) in essa contenuti sono dotati di tropismo vascolare.

Proteggono le membrane cellulari e riducono la permeabilità dei vasi sanguigni. Inoltre in essa sono contenuti anche i diterpeni che hanno un’azione analoga ed hanno anche un’attività di tipo estrogeno con relativo riequilibrio della funzionalità ovarica.

Le sue proprietà antiasmatiche e contro la tosse spasmodica sono date dalla presenza nella pianta di un olio essenziale contenente cadinene, canfene, pirene, cupressene, cinolo, ecc. (tosse spasmodica accompagnata da dispnea).

Questa pianta può essere utile come coadiuvante in ipotono vascolare, emorroidi, varici, metrorragie, disturbi della menopausa, tosse spasmodica, enuresi, vasculopatie periferiche.

Proprietà :

  • Decongestionante venoso, linfatico, prostata. È la risposta a tutte le congestioni, qualunque sia la loro localizzazione: bacino (sindrome premestruale o dolori mestruali), prostata, venosa o linfatica, urinaria.
  • Favorisce in generale la circolazione, attiva circolazione venosa (nelle gambe pesanti).
  • Riequilibrante nervoso generale
  • Anti tosse, antispasmodico (sostanza, che attenua o elimina lo spasmo contrattivo della muscolatura liscia, svolgendo così un’attività antidolorifica)
  • Regolatore neurovegetativo
  • Regolatore sudorifico, contrasta la respirazione eccessiva
  • Azione mimetico all’estrogeno
  • Previene l’indurimento arterioso, tonificante vascolare

Risultati immagini per gambe pesantiIndicazioni :

  • congestione venose : varici, gambe pesanti, emorroidi, stasi venose, ulcere varicose
  • anti edemi degli arti inferiori, anti cellulite
  • favorisce lo smaltimento dei grassi, facilita il drenaggio
  • astenie profonda, disarmonie psichiche
  • traspirazione eccessiva
  • congestione prostatica
  • Perfetto contro la tosse persistente : soprattutto quelle secche,
  • in caso di tosse «convulsa», asinina ecc., e in caso di afonia.
  • laringite pertosse, bronchite,
  • tubercolosi polmonare, pleure
  • enuresi infantile
  • menopausa e la sua sindrome.

Controindicazioni:

L’olio Essenziale è vietato durante tutta la gravidanza e l’allattamento.

Sconsigliato in caso di fibroma ormono-dipendente e in caso di mastite (seni gonfi, tesi, doloranti).

L’Arte di Vivere

Integrazione emisferica
è necessaria per ritornare persone libere

Chi conosce gli altri è saggio, chi conosce sé stesso è illuminato.

Chi domina gli altri è forte, chi domina sé stesso è superiore.
Chi sa accontentarsi è ricco, chi agisce fermamente ottiene tutto ciò che vuole.

Chi non dimentica i suoi principi vive a lungo, chi muore senza essere dimenticato vive per sempre.

(Lao Zi, “Tao Te Ching”, Capitolo 33, “La virtù del discernimento”)

Aristotele diceva che l’AnimA dà forma al corpo e l’ira, l’odio, il risentimento e ogni rifiuto di perdono sono la causa profonda di un’infinità di nostri disturbi, dapprima funzionali e poi chiaramente organici.

Da un punto di vista geometrico Anima non ha Tempo e Spirito non ha Spazio: Spirito è “dappertutto” ed Anima è “sempre”.

Non bisognerebbe utilizzare i termini anima ed animus, ma i più corretti animus e spiritus, ad indicare le proiezioni di AnimA e Spirito nella Mente, nella quale la parte maschile sarebbe Spirito e quella femminile AnimA.

La parola d’ordine di Anima è infatti “Una in tanti”; quella di Spirito è “Tanti in Uno”.

Salute come scelta

L’acqua è il cibo, per ¾ siamo l’acqua. Dobbiamo bere a digiuno 1,5-2 l di acqua fresca. Guardate alcune persone dopo 60-70 anni, quando iniziano a bere circa 2 litri d’acqua, le rughe si stirano e l’intestino lavora bene, le cellule si fanno il bagno nell’acqua, è la base della loro vita

Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di salute degli astronauti russi.

Mise a punto un sistema di risanamento corporeo unico al mondo.

Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di risanamento degli astronauti russi. Nei corso della sua attività ha saputo prendere il meglio della medicina russa e l’aveva arricchito con le sue invenzioni; come risultato, è stato creato un sistema di risanamento unico al mondo, grazie al quale gli astronauti da più di 50 anni non si ammalano.

Vi mostriamo di seguito una delle sue interviste evidenziando nelle prime righe la parte più significativa, la “chiave” del sistema di risanamento naturale del professor Ivan Neumivakin è l’acqua.

Testo tradotto da Olga Samarina :

Risultati immagini per bere frutta

“Se avete fame – bevete.

Dopo aver bevuto, per mezz’ora avrete tolto la fame, e poi bevete ancora. Solo quando avrete una forte fame, mangiate.

Se non ne avete, non mangiate, fate riposare l’organismo. C’è ancora del cibo del mattino da digerire, se buttate sopra dell’altro, il cibo marcisce.

L’acqua è il cibo, per ¾ siamo l’acqua. Dobbiamo bere a digiuno 1,5-2 l di acqua fresca. Guardate alcune persone dopo 60-70 anni, quando iniziano a bere circa 2 litri d’acqua, le rughe si stirano e l’intestino lavora bene, le cellule si fanno il bagno nell’acqua, è la base della loro vita ….

Acqua PURA serve alla cellula, non deve spendere l’energia per pulirla, è l’acqua pura che restituisce la salute.”

Prima di tutto, io dovevo capire dove si trova il confine tra la salute e la malattia, e poi capire, che cosa, dall’arsenale della medicina ufficiale, poteva essere utile nello spazio. In pratica, nulla.

Dopo che me ne sono andato dal programma, ho cercato di proporre alla sanità pubblica tutto ciò che avevo trovato utile, ma ho incontrato una feroce resistenza.

Qual’è la sua discordanza con la scienza medica classica?

Siamo una catena di montaggio, e la bocca è una macchina per rimpicciolire e spezzettare il cibo. Dobbiamo non ingoiare il cibo, ma masticarlo molto bene, praticamente, “berlo”.

Avete ingoiato il boccone senza masticarlo. Questo si copre solo superficialmente con l’acido cloridrico che non può penetrare dentro il boccone. Ma la cosa più grave è che questo acido si diluisce con l’acqua bevuta alla fine del pasto; la sua concentrazione è ridotta e, come risultato, il cibo non si digerisce. Tutto ciò che avete mangiato diventa “scorie”, prodotti di metabolismo non digeriti.

Mangiamo 4-5 volte più del necessario. E tutto il cibo “in più” è un lavoro per i medici, se non oggi, lo sarà domani.

Lei propone di bere meno liquidi?

Risultati immagini per bere frutta

Dipende dai liquidi. Solo l’acqua “pulita” va nelle cellule; le acque minerali o gassate vanno prima pulite. Il tè e il caffè alzano momentaneamente l’energia, ma aggravano la mancanza dell’acqua.

L’acqua “sporca” va nella cellula che invece di ricevere l’energia deve prima pulirla. Lo sporco si getta via ma di acqua ce ne poca. E l’energia manca. L’assunzione dei liquidi impuri causa l’arteriosclerosi, lì ipertensione, l’aritmia: questa è la causa delle maggioranza delle malattie.

Il cancro, l’AIDS?

Penso che queste malattie non esistano.

Come no?!

CI sono degli stati legati alle scorie nell’organismo. In questo ambiente le cellule vivono in un ambiente putrido e privo di ossigeno. Sono costrette a mutare e a diventare cancerose. Le cellule cancerose ci sono in qualsiasi organismo, ma il sistema immunitario sano le sopprime.

E se l’individuo è debole, queste iniziano a moltiplicarsi e a crescere. In linea di principio, ci servono, perchè l’organismo deve sapere che il male e il bene coesistono.

Abbiamo creato un centro di salute dove in tre settimane, senza clisteri e farmaci, purifichiamo l’ambiente interno dell’organismo. Spariscono le malattie come, per esempio, l’ipertensione.

Come lo fate?

Mangiando molto poco, più delle speciali tisane per pulite il sangue, il fegato, i reni e il pancreas. Due giorni di digiuno e due giorni di tisane.

Si dice che da voi curano con successo il Parkinson e la Sclerosi Multipla.

Si, dopo tre-sei mesi i malati che erano a letto si alzano, vanno al mercato, iniziano ad essere autosufficienti. Il segreto è semplice: hanno saziato le cellule dell’acqua di cui si avvertiva la mancanza. La medicina non nota che l’acqua è il miglior elettrolita, è l’energia; senza l’acqua non funzionano i mitocondri, le stazioni idroelettriche che forniscono alla cellula l’energia.

Il primo organo che risente la mancanza dell’acqua è il cervello. Di qui l’irritabilità, il mal di testa, la stanchezza, gli scarsi risultati nello studio.

Il cancro e l’AIDS sono le conseguenze e non le cause, se una persona è certa che il cancro è uno stato temporaneo, potrà liberarsene.

Deve prima di tutto capire cosa ha fatto di sbagliato nella vita, capire i suoi errori, chiedere il perdono, e poi credere nella guarigione.

– La gente si stupisce quando lei dice che non c’è cuore nel petto.

Il cuore è un motore per pompare il liquido, si trova sotto l’ombelico.

Come?!

Risultati immagini per bere frutta

Una persona adulta è alta 150-180 cm. Il liquido sotto la forza della gravità cade in giù, si deve farlo tornare su, e lo fanno i muscoli dentro i quali si trovano i vasi; sono le pompe che spingono il sangue in su. Se il padrone del corpo non lo cura, non fa lo sport, non allena i muscoli del tronco e delle gambe, arriva l’arteriosclerosi, arrivano le varici, ecc. Il sangue, in presenza delle scorie, si addensa e il cuore deve applicare molti sforzi per spingere questo sangue.

Prima sorge l’ipertrofia del ventricolo sinistro, poi le aritmie, poi l’infarto o l’ictus. Non ce la fa il cuore, a lavorare al posto di più di 500 muscoli che devono pompare il sangue. Il cuore deve lavorare con il cuore non denso ma liquido, pieno d’acqua. Ma nessuno insegna come ottenerlo.

Non molti sanno che si deve bere l’acqua 10-15 min prima di mangiare, 1-2 bicchieri. L’acqua supera lo stomaco e si raccoglie nel duodeno, dove si accumulano gli alcali. Quest’acqua non si inacidisce, diventa alcalina.

E le tradizionali bevande a fine pasto?

ASSOLUTAMENTE NO. Potete solo sciaquare la bocca. Dopo aver mangiato carne, per due ore non mangiate né bevete nulla, i succhi gastrici devono trattare la carne. Anche perché nella carne c’è qualcosa di utile, noi viviamo nella tavola periodica di Mendeleev e abbiamo bisogno di vari elementi.

Di Olga Samarina

PlantSlim

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/planta-slim-12-erbe/

Fonti: http://radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it/2015/07/essere-sani-senza-medicine-e-semplice.html?m=0

L’Arte di Vivere

Chi Opera si sente libero e compie delle attività che gli permettono di conoscere e manifestarsi in ciò che crea e sente

E grazie ad una volontà libera di esprimersi al meglio,

che l’azione permette di passare da un livello inferiore ad uno superiore,

verso una necessità Mentale, Fisica e Spirituale,.

“Se io non sono ciò che voglio essere, io non sono affatto!

(Anonimo)

“Lodare e predicare la luce non serve a nulla,mse non c’è nessuno che possa vederla.

Sarebbe invece necessario insegnare all’uomo “l’Arte di Vedere”

(Carl Gustav Jung)

Pensiero anagogico

In questa vita bisogna operare e non lavorare.

Chi lavora si sente schiavo e obbligato a compiere delle attività per il sostentamento,

ripetendo sempre gli stessi schemi, separandosi da se stesso e ammalandosi.

Chi Opera si sente libero e compie delle attività che gli permettono di conoscere e manifestarsi in ciò che crea e sente, dal quel punto Luce dell’Eterno Presente dentro di Noi.

(Francesco Ciani)