L’Arte di Vivere

Chi si pone liberamente nei limiti della legge, diviene legge lui stesso, e allora non c’è più nulla che possa bloccarlo.

Per raggiungere l’assoluta libertà bisogna seguire queste auree regole:

1) Conosci te stesso (il microcosmo)! “conoscerai Dio” l’eterno Presente che c’è in Te.

2) Conosci le leggi di questo universo (il macrocosmo). La dualità facce dela stessa unità.

3) Riconosci che le leggi sono buone (in armonia)! L’equilibrio e l’armonia sono un espressione esterna del tuo Sè interiore.

Sottoponiti volontariamente e completamente alle leggi che hai riconosciuto buone!

Chi compie questi passi raggiunge automaticamente la quintessenza che significa: libertà di tutta l’espressione del Suo Essere qui presente.

Chi si pone liberamente nei limiti della legge, diviene legge lui stesso, e allora non c’è più nulla che possa bloccarlo.

Così si esprime Crowly: « Ogni persona deve essere come una stella e seguire la sua orbita ». Una stella è libera, fintanto che segue la sua orbita. La sua mancanza di libertà comincia quando abbandona l’orbita. Anche l’uomo possiede un’orbita che deve seguire nel cosmo: questa orbita però deve conoscerla, altrimenti avverte l’attrito del percorso sbagliato.

Prima l’uomo deve mettersi in silenzio e ascoltare, per imparare a conoscere la sua orbita, in seguito però deve seguirla attivamente.

Questa attività deriva dalla fiducia, non dal predominio dell’ego, non dal concetto: «lo lo voglio, quindi lo faccio ».

(Wyne modificato by Me)

L’uomo raggiunge la sua massima libertà quando può pronunciare le parole:

«Anima Mia Manifestata dall’Incessante Respiro”,

Vissuta dalla Frequenze del mio Cuore,

Riconosciuta negli Altri, che domini l’Ego, le forme e il virtuale, che ti fondi allo Spirito e con lo Mente, realizzi nell’Adesso la Nostra Leggenda personale ».

(Francesco Ciani “raccolta di emozioni personali”)

L’Arte di Vivere

… e poi quando fai all’Amore … fallo come se fosse l’ultima cosa che fai qui sulla Terra, come l’ultimo Respiro, un movimento che diviene Vibrazione, un Sentire che diviene Uno …

Ogni qualvolta che viviamo un esperienza … essa non finirà e si ripeterà … affinché ne comprendiamo la “lezione” che ci aiuta a crescere maturare e dilatare la Consapevolezza .. proprio a volte “grazie al dolore e alla sofferenza intrinsechi tutto il Corpo, impara insieme all’Anima come lo Spirito e il Cuore, chi ha il Coraggio di finire il “film o la propria Leggenda” senza abbandonarla.. finendola.. prenderà Consapevolezza .. uscirà dal ciclo della ripetizione.

Chi ne uscirà.. ripeterà.. l’esperienza non finita, non si apriranno mai nello spazio e nel tempo nuove dimensioni o porte esperienziali, affinché “comprendendo bene dentro di noi, l’evento manifesto, scelto o il dramma presente..

risolto e “digerito” non più necessario.. molti rimangono incatenati al passato e altri con la speranza di un futuro … mai presente, cercando la propria identità nell’evento o nell’avere, o di chi li rappresenti nel risolvere i “problemi”…

Mentre Se Esisti, Scegli nell’Adesso, e nelle infinite possibilità, Se Sei Ti Manifesti, chi si manifesta è presente! Se Sei Esisti! Se Scegli Ti Ami, Sei Amato e l’Amore è al centro della tua Vita perché hai scelto di Manifestarti e di Respirare qui e ora, in ogni punto luce del Tuo Cuore dove esisti Tu e l’Eterno Presente si manifesta!

… e poi quando fai all’Amore… fallo come se fosse l’ultima cosa che fai qui sulla Terra,

come l’ultimo Respiro,

un movimento che diviene Vibrazione,

un Sentire che diviene Uno, perchè nell’Amore,

L’Anima si Fonde con Lo Spirito, mentre la Mente tace,

si è Uno, Dio si manifesta nell’incessante battere compulsivo del Cuore,

dove il Tutto e il Nulla si Uniscono, l’Onda diviene Energia,

ripercuotendosi a cascata si odono e gustano le vibrazioni dell’Essere,

che va ben oltre ai Sensi, ai limiti e propri confini,

che guarisce le Ferite, cicatrizza il Passato e progetta il Futuro, nell’Adesso, nel Qui e Ora,

poi tutto si placa e rimane un Aria (Anemos) frizzante ed elettrica, come dopo un temporale, la quiete è dell’estasi,  il 2 non esiste più, si è consumato morendo, rinascendo è diventato UNO

(Francesco Ciani)

L’Arte di Vivere

L’uomo è la Creatura più mirabile ed eccelsa della Natura. Non riesce a capire che cosa sia il Corpo (proseguo del suo Sé), ancora meno che cosa sia lo Spirito (parte maschile del Sé)

Siediti immobile e in silenzio, per almeno cinque minuti e rivolgiti all’attenzione del tuo cuore, chiedendogli queste domande:

Chi e cosa sono io? Che cosa voglio per la mia vita? Che cosa desidero oggi dalla mia esistenza? Come meglio posso manifestare fuori di Me la mia Esistenza? Questo Presente e tutti i giorni della mia vita?

Lasciati andare, senza permettere mai più alla tua mente di aggiungere nulla!! Poi vai e consenti alla tua tranquilla voce interiore, cioè al flusso della tua Coscienza, al tuo battito cardiaco, respirando con esso, da dove Tu esisti veramente, di manifestarsi in ogni tua infinita espressione già presente, osservandoti in ogni tuo personale dettaglio!

Si presenteranno le risposte che già sai, perché già presenti, fallo ogni giorno, e rimarrai sbalordito/a dal modo in cui le situazioni, le circostanze, gli eventi e le persone si organizzeranno intorno alle risposte stesse. È così che inizia la sincronicità degli eventi che tu stesso hai già creato, le infinite possibilità presenti!

L’uomo è la Creatura più mirabile ed eccelsa della Natura. Non riesce a capire che cosa sia il Corpo (proseguo del suo Sé), ancora meno che cosa sia lo Spirito (parte maschile del Sé) e meno di tutto come l’Anima (parte femminile del Sé) possa essere collegata al Corpo

questo il colmo della difficoltà, eppure la sua essenza consiste proprio in questo, manifestarsi e prendere Consapevolezza grazie all’esperienza che sceglierà di fare, comprenderà prima o poi che non esiste la dualità, ma che il bene e il male, la notte e il giorno, l’alto e il basso, espressioni della stessa Unità, creano l’adesso e la vita, in tutte le sue esperienze possibili.

Infrangere il muro della mente significa liberare il Cuore … perchè manifesto così com’è si riconosca, libero da traumi, limiti, credenze conflitti e confini.. realizzi se Stesso quale Sè Superiore e Infinito.

(Francesco Ciani “raccolta di emozioni personali”)

L’Arte di Vivere

Energia, Aria = Anemos = Anima = Vita. Lascia che sia Respiro … l’Amore dentro e fuori di Te, per non piegarsi dentro per darsi di Più!!

Nessuno capita per caso nella tua vita.

Chiunque vi arrivi è stato attirato da qualcosa presente nella tua emanazione.

Confrontandosi e Riconoscendosi si Amplifica L’Onda Manifesta dell’Anima, mentre lo Spirito si Riflette il Cuore riscrive la Vita di tutti i Colori dell’Universo!!!

Quando fai un passo fuori dal rumore del pensiero,

Quando scegli di danzare,

Quando ascolti il ritmo incessante del battito manifesto del Cuore,

Qui nell’Adesso! senza pensiero..con TE stesso o con chi Ami.

Ebbene quella è Meditazione, ed è anche il manifestarsi di un diverso stato di Coscienza, quella reale, dove finisci Tu e inizia Dio,

Dove sei l’osservato e l’Osservatore, Dove possono accadere anche i Miracoli!

Il Primo Alimento … è ciò che manca nella malattia o squilibrio, ciò che liberà, ciò che dona la Vita, ciò che aiuta a guarire, è il primo vagito e l’ultimo respiro, alimenta ogni cellula e processo, non si vede, non si stringe, non si possiede, non si compra.. non ha colore, eppure è vibrazione,

Energia, Aria = Anemos = Anima = Vita. Lascia che sia Respiro … l’Amore dentro e fuori di Te, per non piegarsi dentro per darsi di Più!!

(Francesco Ciani “raccolta di emozioni personali”)

L’Arte di Vivere

Mi emoziono ogni volta che vedo negli altri la sua vera Natura dell’Essere Superiore imbrigliato nei confini della pelle e limiti di un corpo sofferente, chiuso lì …

Ti sei mai fermato a guardare lo sguardo riflesso di te stesso negli occhi del’altro Te?

Quante volte mai … ti sei riconosciuto. E quante volte hai pianto perché non lo sei stato.. o non ti sei riconosciuto sentendoti “tradito”.La scintilla della Vita parte e si manifesta anche dal gioco riflesso dell’Anima nello sguardo infinito che c’è…

… non fermarti mai nei sui riflessi …

Mi emoziono ogni volta che vedo negli altri la sua vera Natura dell’Essere Superiore imbrigliato nei confini della pelle e limiti di un corpo sofferente, chiuso lì …

dove l’Anima si manifesta con tutte le sue Emozioni sorde alla Mente.. che non vuol cedere il posto, che vuol organizzarti la Vita…

Non è un vedere fisico ma un Sentire che viene dalla nostra Coscienza … è un rompere e far precipitare tutti i modelli mentali ricostruiti nella mente da una Verità obsoleta e dualista, un Sapere che viene da dentro,

un Ascoltarsi su chi siamo e dove siamo veramente manifesti, è un battere che non conosce distanze, confini, limiti, è Amore manifesto e accetto che genera e scrive con Te dentro e fuori di Te la Vita che hai già scelto di Vivere.

Acquisizione di una consapevolezza integrata:

La civiltà occidentale è largamente votata al culto dell’illusione. Manca una diffusa informa sulla natura dell’Anima e del Sé, di chi è l’Uomo e cosa È!

Gli scrittori e gli intellettuali non ne parlano mai, i filosofi vi alludono e la maggior parte degli scienziati la negano. Non ha alcun ruolo nella cultura popolare, non c’è

 

una canzone che ne parli in modo incisivo dove la Musica ne è la forma, non viene messa in scena a teatro, né trasmessa alla televisione.

L’educazione ci condiziona a credere che non vi sia nulla al di là della percezione sensoriale….rilegato ai 5 sensi, di ciò che la Maya ci presenta una realtà duale fuori di noi, creata dalla nostra stessa mente inconsapevole.
(Francesco Ciani “raccolta di emozioni personali”)

L’Arte di Vivere

Far precipitare la Dualità dove siamo inseriti, in questo mondo finto, e far emergere ciò che siamo veramente in risonanza con il nostro Essere Superiore dentro di noi.

Tutti abbiamo una sensazione di fondo: “qualcosa” sta cambiando.

Abbiamo un appuntamento con la più meravigliosa nascita a cui abbiamo mai assistito sulla Terra: l’Essere Divino – Uomo”.

Questo è il Tempo della grande Onda, del salto evolutivo della razza umana.

Questo è il tempo giusto per prendere la nostra Anima e cavalcare l’Onda, con Coraggio, Amore, Gratitudine e Semplicità.

Far precipitare la Dualità dove siamo inseriti, in questo mondo finto, e far emergere ciò che siamo veramente in risonanza con il nostro Essere Superiore dentro di noi. In ogni nostro gesto, sguardo, in ogni Opera, pensiero, azione, sorriso …

Questo è il Tempo in cui ogni essere umano può fare la differenza, scegliendo di fare parte della soluzione sulla Madre Terra.. e realizzare un Nuovo Mondo fondato sulla Pace, sulla Gioia, sulla Consapevolezza e sull’Amore.

Questo è il Tempo per riconoscersi l’unico vero Maestro: quello Interiore.. che vive da sempre nel nostro Cuore, in quel punto preciso dove tutto è Uno.

Questo è il tempo, l’unico tempo che abbiamo: il Qui e Ora.

Quando riuscirai ad Abbracciare Forte una Persona a Te Cara,

Forte come un Onda, Caldo come il Sole, che ti Sposta come il Vento, e lo farai ancora prima di incontrarla…

Allora sarà la Tua Anima, che si manifesterà..quando Sei lì, ma anche molto prima, affinché tu faccia l’Esperienza e lo Spirito si plachi, nell’Amore si manifesti Sempre

La vita attraverso gli altri ci manda a dire come siamo, la Vita attraverso L’Anima si manifestala Vita attraverso la Mente crea l’Energia.

La Vita attraverso lo Spirito si riflette e si riconosce … e spesso (non ce ne rendiamo neanche conto).

(Ciani Francesco “raccolta di emozioni personali”)

L’Arte di Vivere

La Mente studia la Via Attraverso la Rosa dei Venti..ma niente di più folle se non l’Amore …

L’arte di Vivere nasce e si manifesta ogni giorno, nella misura in cui ti sorprende con il suo modo totalmente surreale di formulare non solo la creazione in ogni Opera o gesto che si compie, ma anche in qualsiasi pensiero o azione.

Sei disposto a abbandonare questi piacere apparentemente indispensabili?

la Magia è molto potente e allo stesso tempo molto semplice…

scrivi con la penna Rossa “No” nella mano destra, e con la penna Blu la parola “Io Posso” sulla tua mano sinistra..

Se userai il Tuo Sentire che Unisce.. vivrai nello Stupore e nell’Amore

Se userai la tua mente che divide … allora ripeterai l’esperienza non compresa.

Quale Arcobaleno o Melodia può accendere la Luce dell’Anima quando scende il buio nel Cuore..

La Mente studia la Via Attraverso la Rosa dei Venti..ma niente di più folle se non l’Amore…

Segue la più Accesa delle Logiche.. incomprensibili per la Mente,

Miele per l’Anima e Fuoco per lo Spirito.

Dove le pupille si aprono nello Stupore della Mente che osserva.

Il momento più importante è l’alba, nel suo divenire.. dove i raggi impetuosi alzano il velo della notte ormai… leggera nel cielo.

La notte e il giorno, Yin e Yang, le due Forze sono insieme di due aspetti della stessa cosa.

Sono diversi, mai uguali, inseparabili e divisi dallo scandire del tempo.

Sono distinti, non sono due, la dualità non esiste.

Come in una danza l’uomo (Spirito) e la donna (Anima),

che sono sì meravigliosamente differenti, si ritrovano nell’Asse dell’Energia (Mente) che nell’Amore Vibrante si fondono per diventano Uno.

Coscienza Integrata e Manifesta di tutti i Colori dell’universo.

Il limite dell’Amore in sè , non è altro che un paradigma mentale, i limiti e confini non esistono affatto.

L’atto di volontà solo a parole non basta, non basta immaginarsi di essere l’Amore, Amare, donare, donarsi, non è questo il fare! A cui si riferisce la Coscienza, il Fare è l’essere, tu sei, se fai, se non fai niente non esisti,

la manifestazione dell’Amore e la Coscienza in Sè sono la stessa cosa, non è che la Coscienza a deciso di manifestarsi, la manifestazione non è un atto della Coscienza, è la COSCIENZA.

Riconoscersi dentro e fuori di Noi dove la Natura si manifesta, riproducendo lo stesso Miracolo in ogni momento presente il tuo.

(Ciani Francesco “raccolta di emozioni personali”)

Sei il creatore dei tuoi sogni

Passiamo dormendo circa un terzo della nostra vita, e per una buona parte del tempo in cui siamo addormentati siamo immersi in un’attività onirica che è puro pensiero senza forma, anche se prima di svegliarci ci sembra molto reale.

Il tuo Io che è al di là della forma è eterno e vivo in un mondo senza forma. Un’affermazione ardita forse; ma ti convinceresti se potessi lasciare il corpo, esistere in un mondo senza forma e quindi rientrare nel corpo nella dimensione che chiamiamo forma? Ritengo che sia proprio quello che fai ogni notte e che passi circa un terzo del tuo tempo sulla terra in questa attività: la chiamiamo sognare.

Possiamo imparare molto su noi stessi, in quanto parte del pensiero puro, se consideriamo ciò che ci succede quando lasciamo il corpo ed entriamo nel mondo dei sogni.

Credo che ogni volta che ci addormentiamo e cominciamo a sognare, lasciamo effettivamente il corpo ed entriamo in un nuovo corpo, il corpo del sogno. Quando sogniamo siamo convinti che il corpo del sogno sia reale. Altrimenti non saremmo in grado di avere il sogno: dove avrebbe luogo?

Consideriamo allora le leggi che regolano l’attività onirica, e vediamo in che cosa differiscano da quelle che governano la coscienza dello stato di veglia. Prima di tutto, nei sogni il tempo non esiste. Possiamo andare a piacere avanti o indietro. Possiamo incontrare una persona morta da dieci anni che ci sembra molto reale. Possiamo essere di nuovo adolescenti e anche quell’età ci sembra assolutamente reale quando siamo nel corpo del sogno. Possiamo vivere un’intera vita in una sequenza onirica di 14 minuti e per il nostro corpo che sogna è assolutamente reale.

In secondo luogo, quando sogniamo causa ed effetto non esistono. Nel sogno possiamo parlare con una persona che conosciamo benissimo e il secondo dopo trovarci a bordo di un tram in conversazione con uno sconosciuto. Possiamo svolgere un’attività che produce il risultato opposto a quello cui darebbe luogo nella vita in stato di veglia. In terzo luogo i sogni possono non avere né capo né coda.

Nel mezzo di una certa sequenza possiamo improvvisamente trovarci in un altro luogo e poi ritornare nel primo, molto più giovani di qualche momento prima.

Quarto, nel sogno ogni ostacolo si trasforma in un certo senso in un’opportunità. Se nel sogno percorriamo in automobile una strada che improvvisamente termina su uno strapiombo possiamo trasformare la situazione in un’opportunità per librarci nel vuoto invece di sfracellarci nell’abisso.

Oppure durante un inseguimento in qualche modo sviluppiamo la straordinaria facoltà di afferrare i proiettili a mezz’aria.

Quinto, nel sogno creiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Questo è un punto molto importante per la mia ipotesi. Se nel sogno abbiamo bisogno di una persona che urli e si scalmani, la creiamo insieme a una situazione appropriata. Di qualsiasi persona e cosa abbiamo bisogno nel sogno, la creiamo. Se non noi, chi altri lo farebbe?

Sesto, durante i sogni le nostre reazioni si manifestano nel corpo, ma le cose che creano le reazioni sono illusioni o pensieri. Per esempio se crei la figura di una persona che ti minaccia con un coltello, il cuore comincerà a batterti forte, nella realtà, ma il coltello e la persona che lo brandisce sono illusioni.

Ed infine, l’unico modo per sapere che sogniamo è svegliarsi. Se sognassimo ventiquattro ore al giorno quella sarebbe la nostra realtà.

Siamo convinti che il corpo sia reale, eppure tutto ciò che viviamo nel sogno appartiene interamente all’ambito del pensiero. Non c’è realtà fisica, tutto è illusione, ce ne rendiamo conto quando ci svegliamo.

Passiamo dormendo circa un terzo della nostra vita, e per una buona parte del tempo in cui siamo addormentati siamo immersi in un’attività onirica che è puro pensiero senza forma, anche se prima di svegliarci ci sembra molto reale.

In effetti nel corpo che sogna siamo capaci di imprese assolutamente fantastiche: possiamo volare, trascendere il tempo, creare qualsiasi cosa desideriamo; e i sognatori maschi in questo stato di puro pensiero possono perfino creare la danza della vita.

Che cos’è un’emissione notturna se non l’eiaculazione del protoplasma della vita? Pensiero che crea la danza della vita. Nessun contatto fisico: puro pensiero che crea la vita. Un fenomeno stupefacente in questo mondo favolosamente misterioso di assenza di forma, di puro pensiero.

Thoreau, formulò la tesi in questi termini: «La nostra vita più vera è quando siamo svegli nei nostri sogni».

Wyne