Il cancro, i tumori da un altro punto di vista Consapevole

Malattia Espressione dell’AnimA

Il cancro e le forme cancerogene sono proliferazioni cellulari anarchiche che fanno la loro comparsa e si sviluppano in una determinata zona dell’organismo.(Separazione da se stessi, ripetizioni deleterie)

Se vengono depistate in tempo, la malattia può essere circoscritta sin dall’inizio; in caso contrario vi è proliferazione.

(Comprensione di Sè dell’Esperinza messa in atto)

Risultati immagini per dammi la vita

L’organismo viene progressivamente invaso, colonizzato dalle cellule cancerogene che viaggiano attraverso il sistema sanguigno

(chi sei dove nel contesto sociale)

e la colonizzazione delle differenti parti del corpo si attua sempre mediante una sorta di effrazione nell’ambiente cellulare.
(persistenza e materializzazione dell’idea fatto dolore)

Data la gravità di questa malattia, vorrei ricordare le caratteristiche principali del suo processo:

Risultati immagini per dammi la vita

• disordine sotterraneo, inconscio e indolore all’inizio (incosapevolezza)
• sviluppo anarchico per perdita dei punti di riferimento cellulari (chi e cosa sei)
• invasione dell’organismo mediante colonizzazione (invasione ostruzione, impurità, sentirsi inquinati)
• colonizzazione mediante «effrazione» delle zone interessate (Cristallizzazione, rigidità statica)
• contaminazione dell’organismo attraverso il circuito sanguigno o linfatico (perdita dei punti di riferimento interni)
• conclusione mortale per autodistruzione, se non si interviene.

(perdita e abbandono della Vita, identificazione con la la malattia)

Abbiamo qui la descrizione di tutto il processo psicologico che precede e prepara il terreno alla malattia.

Risultati immagini per depressione intestino

Un giorno l’individuo vive un trauma (o un accumulo) emozionale o affettivo importante e lo serba nell’intimo.

Per forza, volontà, educazione, convinzione o fuga, egli non si permette di esprimere realmente o riconoscere la propria sofferenza e, in modo particolare, la perdita dei punti di riferimento, la distruzione profonda della convinzione o l’illusione che essa rappresenta.

Il trauma viene percepito come un’intrusione, un’effrazione nelle proprie strutture interiori e la sua ondata di choc comincia poco a poco a colonizzare tutta la costruzione psicologica della persona.

Immagine correlata

La crescita interiore dell’individuo perde poco a poco tutti i suoi punti di riferimento e diviene caotica e «suicida» per la struttura dell’essere (all’opposto del processo «allergico» che fa in modo che l’individuo detto «allergico» sia raramente, per non dire mai, predisposto al cancro).

Tutto questo processo ha la meglio e comincia a contaminare la gioia di vivere e le emozioni (sistema circolatorio) che poco a poco vengono impregnate dal ricordo del trauma e fanno progressivamente posto a sentimenti ed emozioni che a loro volta contribuiscono a «minare il terreno».

Tutto ciò è inconscio, sotterraneo e indolore fino al giorno in cui tutto «esplode» e si dichiara alla luce del sole.

Immagine correlata

Il cancro rappresenta quindi la distruzione della nostra programmazione interiore di equilibrio e si esprime in particolar modo attraverso la prima zona interessata.

Manifesta spesso rimorsi, ferite, aspettative, lesioni profonde che sanguinano sempre nella mente, che non si possono o non si vogliono rimarginare e che sono spesso associate ad un senso di colpa, di frustrazione, disagi mentalmente incolmabili.

Risultati immagini per dammi la vita

Si tratta di una sorta di autopunizione che vuole essere definitiva, una constatazione inconscia di fallimento rispetto alla propria vita o alle proprie scelte di vita.

In cosa ho fallito, per cosa mi punisco, cosa mi rimprovero così profondamente?

In ogni caso siamo qui in presenza dell’ultimo grido lanciato dal Maestro Interiore perché tutti gli altri hanno fallito o sono stati soffocati.

in Verità ci siamo identificati con l’esterno .. l’ambiente, separandoci da noi stessi, senza comprendere la dualità da noi stessi creata.

(Michel Odoul modificato Francesco Ciani)

AnimA integrazione emisferica

Di solito ci insegnano ben da piccoli di prendere posizione, saperci destreggiare in questo mondo e concentrare i sensi sul mondo esterno, con la sua realtà tattile e fisica, o a fidarci delle esperienze personali soggettive.

L’AnimA nella sua capacità di fare l’impossibile è infinitamente più potente della medicina moderna. Corpo e mente da soli non possono dissolvere un esercito di cellule cancerogene, mentre la sostanza spirituale che si può definire anima, combinata con le risorse dello spirito, della mente e del cuore, può elevarsi ad altezze potremmo dire mistiche.
Risultati immagini per Anima guarigione
Di solito ci insegnano ben da piccoli di prendere posizione, saperci destreggiare in questo mondo e concentrare i sensi sul mondo esterno, con la sua realtà tattile e fisica, o a fidarci delle esperienze personali soggettive.
Immagine correlata
Abbiamo investito anni nell’adorazione della mente, producendo idee e mezzi sempre migliori per il nostro benessere esteriore (…), così l’anima è di-ventata una minaccia alla stabilità della nostra vita fisica e mentale.

From:  2° TESI Francesco Ciani (Epilessia Male Oscuro dell’Anima)

Il tuo Cuore lo sà

La reazione non è davvero tua, è della macchina biologica che ti ospita, la situazione che ti coinvolge è esattamente quella che tu stesso stai creando.

Il tuo Cuore lo sa, perché vede con la coscienza dell’Anima.
Sa che sia la tua reazione del momento sia la situazione in sé sono semplicemente quello che sono, qualcosa al di là del bene e del male, al di là del giudizio.
La reazione non è davvero tua, è della macchina biologica che ti ospita, la situazione che ti coinvolge è esattamente quella che tu stesso stai creando.

La percezione avviene dentro te.
La reazione avviene dentro te.
Tutto accade dentro te, e quando ne diventi cosciente ti assumi il 100% di potere di modificare proprio ciò che accade dentro te.»
L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, spazio all'aperto
Ps. non Separarti mai più da TE Stessa/o, da ciò che Sei da sempre, non è necessario permettere di separarsi per comprendere per differenza che Sei già Completa/o.
Avrah Ka Dabra modificato Francesco Ciani

Come funziona la forma nell'universo

Più sei capace di lasciarti fluire senza attaccamenti, più felice e soddisfatto sarai. Inoltre nella tua vita arriveranno, nelle quantità necessarie a soddisfare le esigenze tue e delle persone che ami, le cose che in precedenza avevi inseguito affannosamente, pur finendo comunque sempre per desiderare qualcosa di più.

Sei un sistema energetico di squisita perfezione. Sì, tu! Non devi far nulla perché il tuo corpo funzioni e viva. Non sei attaccato alle funzioni che esso esegue in ogni momento in cui sei vivo nella forma. Non cerchi di far funzionare l’intero sistema vitale, perché esso funziona perfettamente da sé, senza bisogno di guida. In realtà se cercassi di dirigere i processi vitali dell’organismo, diventeresti un impedimento al flusso dell’energia e al funzionamento del sistema.

Ecco un esempio: immagina di mangiare dell’insalata e di inghiottire la lattuga dopo averla masticata. Pensa a tutte le operazioni che tu e il pezzo di lattuga dovete portare a termine affinché ti nutra. Nella bocca, per aiutare la masticazione, si forma automaticamente saliva: non ti devi impegnare nella salivazione, è un processo automatico. Quando poi incominci a inghiottire la lattuga masticata, non devi esercitare volontariamente i muscoli peristaltici dell’esofago per farla scendere nello stomaco: avviene senza bisogno di aiuto o di intervento da parte tua.
Non devi neppure ordinare alla poltiglia cui è ormai ridotta la lattuga di entrare nel sangue: il processo della digestione impone alla lattuga di fare ciò che deve e di andare esattamente dove deve andare e la trasforma in sostanze nutritive che forniranno l’esatta quantità di nutrimento richiesto agli organi che ne hanno bisogno. Se le sostanze nutritive della lattuga devono sostenere il pancreas, non finiranno mai per sbaglio nell’alluce.
Risultati immagini per Come funziona la forma nell'universo
Non hai mai dovuto fare nulla all’interno del sistema che sei perché funzionasse perfettamente. Non hai alcun attaccamento a ciò che avviene alla lattuga dopo che l’hai masticata. Il suo viaggio all’interno dell’organismo non richiede attenzione o intervento da parte tua. Non devi parlare o lavorare sui tuoi processi digestivi, respiratori o escretivi. Funzionano da soli, senza interferenze.
In modo analogo, il cuore batte migliaia di volte, ogni giorno della vita. Quando mai ti sei dovuto impegnare a far battere il cuore? Funziona automaticamente e perfettamente e meno sei attaccato al suo funzionamento, meno probabilità vi sono che ti causi dei problemi. Puoi dunque constatare che vi sono moltissimi processi che avvengono in ogni istante in cui sei vivo sui quali non intervieni affatto; si svolgono tutti alla perfezione perché sono in armonia con principi universali superiori. Non c’è alcun bisogno che intervenga; anzi è probabile che una tua interferenza possa inibire il corso naturale dei processi vitali.
E questo il modo in cui tu, come sistema dei sistemi, funzioni all’interno del sistema più vasto in assoluto, l’universo. L’energia scorre proprio come deve. Il cibo entra dentro di te, la tua perfezione ne assume il controllo, e ogni cosa funziona nel modo giusto. Un’interferenza da parte tua non farà che ostacolare il corso naturale delle operazioni vitali, e di conseguenza danneggerà la perfezione che sei.
Risultati immagini per Come funziona la forma nell'universo
Anche tu, come la lattuga, svolgi le tue funzioni perfettamente. E questa l’intelligenza che si cela dietro ogni forma: è la forza, la tua Anima o Coscienza, il Dio, lo Spirito o comunque scelga di chiamarlo, che è parte di ogni forma e che opera in modo armonico, senza interferenze o attaccamenti.
Ora è il momento del grande salto! Un minuto fa eri l’organismo che usava la lattuga. Ora immaginati come un gigantesco cespo di lattuga: esci da te stesso e diventa il cespo metaforico di lattuga che fa parte dell’insieme più vasto di tutti, considera cioè il tuo posto nell’universo.
Anche tu sei un grosso segmento di energia che scorre perfettamente all’interno di sistemi sempre più vasti e comprensivi, all’infinito. Anche tu, fino a quando non interferisci con il ruolo che hai in questo sistema perfetto, puoi fare esattamente ciò cui sei destinato. Non devi cercare di fare quello che pensi sia appropriato al ruolo che ricopri, devi essere come la lattuga, lasciare che tutto funzioni come deve, perfettamente. Devi capire che ogni attaccamento a un’idea di come le cose dovrebbero essere interferisce in qualche modo con il tuo integrarti e funzionare in modo perfetto all’interno del sistema più vasto.
Devi capire che ogni possesso cui ti attacchi esercita su questo sistema energetico, che funziona armonica-mente, lascia che la Sincronicità della tua Vita sia armonica senza influenzare non solo la lattuga, lo stomaco e la respirazione, ma la tua stessa esistenza.
Risultati immagini per Come funziona la forma nell'universo
Mi rendo naturalmente conto che, in quanto esseri umani, siamo molto più complessi di un cespo di lattuga. Ma l’analogia serve a ricordarci che i principi universali operano in modo perfetto senza intervento o interferenza. Quando applicherai il principio del distacco alla vita quotidiana, scoprirai che funzioni liberamente, e scorri insieme al sistema energetico costituito dall’universo. Cosa ancor più significativa, scoprirai che in questo modo permetti all’energia dell’intero universo di scorrere attraverso di te senza impedimenti.
Più sei capace di lasciarti fluire senza attaccamenti, più felice e soddisfatto sarai. Inoltre nella tua vita arriveranno, nelle quantità necessarie a soddisfare le esigenze tue e delle persone che ami, le cose che in precedenza avevi inseguito affannosamente, pur finendo comunque sempre per desiderare qualcosa di più.
Combina il precetto del distacco con la pratica del principio dell’ abbondanza e vedrai affluire nella tua vita sempre di più, senza sforzo. Manterrai in circolazione il flusso di energia, dando agli altri le cose di cui non hai bisogno. Miracolo dei miracoli, più darai, più avrai! E un sistema assolutamente meraviglioso quando lo lasci funzionare senza interferenze. I nostri interventi sono dovuti a una sorta di attaccamento che abbiamo finito per credere ci sia essenziale per vivere bene.
(Dott. Wayne W. modificato by Francesco)

Che bella che sei AnimA

Siamo qui per sperimentare l’infinito inconoscibile.
Come in una danza di primavera, l’anima e lo spirito e la mente, nel corpo si manifestano, nel corpo ne gustiamo gli effetti nel cuore ne portiamo il ricordo.

CHE BELLA TI VEDI da quando ti sei salvata nel ricordare chi Sei.
Che bella ti vedi così tornando ad essere soltanto tu, così tranquilla, così pazza, così completa, così viva.
Cammini con sicurezza, sorridendo tutto il tempo, non ti vesti come le altre, la moda non influenza i tuoi gusti, utilizzi ciò che ti identifica e così fai innamorare il mondo di te.
Che bella ti vedi da quando ti sei salvata, da quando hai scelto ti ricordare chi sei “AnimA” il tuo sguardo è cambiato e la pace ti invade ogni istante.
Immagine correlata
Che bella ti vedi amando a modo tuo, senza etichette, senza paure, semplicemente amando come tu vuoi.
Ti senti la miglior versione di Te, quella che si è sporcata le mani, ha compreso si è separata da se stessa e di nuovo è sei ritornata TE.
Questo Profumo che ora si manifesta nel tuo personale mondo nella sua impaziente voglia di continuare ad essere felice.
Che belli sono i tuoi occhi e i tuoi sorrisi, quanto sono belle le tue cicatrici, che belle.
Ti ricostruisci in modo splendido, i tuoi pezzi una volta uniti si trasformano nella più bella delle rose. Quanto ti vedi bella riprendendo le redini della tua vita, non tutte risorgono come te dalle proprie ceneri.
cuore
Che grande ti vedi definendo i tuoi ideali. Che bella sei da quando ti sei vista allo specchio e hai rotto le tue catene, da quando hai asciugato le tue lacrime ed eliminato le tristezze.
Che bella ti vedi donna, lì camminando lungo il sentiero della vita. Che bella sei quando voli, lotti e continui, continui sognando e creando la Vita che Sei …
Sei l’Amore della tua Vita.
(Mujeres Medicina modificato by Francesco Ciani)

L'Arte di Vivere

Chiudo gli occhi e Ascolto il Mio Cuore, e mi fa sentire Cose Immense.. dove L’eterno presente si manifesta nella Vita che ho già scelto di Vivere Adesso.

La nostra società, la nostra educazione e anche una certa comodità ci hanno portato a ricercare la soddisfazione dei desideri esteriori,fuori, identificandoci con ciò che non è realmente vero.
 
Apprendiamo quindi a gestire, padroneggiare, dominare, possedere o comunicare con questo mondo esterno.
Questa corsa a perdifiato ci allontana ogni giorno un po’ di più da noi stessi e ci priva della nostra stessa sostanza. (Consapevolezza del Sè) dalla nostra Coscienza.

Solo la morte o la malattia ci riconducono, d’obbligo e per forza di cose, a noi stessi.
In quell’istante, lo smarrimento è grande….
L’Anima dice: Tu Sei l’Amore. Tu Sei punti (Matrici) di Luce nella Luce.
Io non so ancora adesso interpretarlo, quell’Emozione Fortissima, che Sono,che ho sentito manifestarsi in me…
ma so con certezza che è l’opposto di tutti i miei dolori moltiplicata all’infinito.
Da quel Giorno ogni momento, ogni dubbio, ogni volta che la Mente cerca di assoggettarmi ai suoi modelli o programmi, intromettendosi tra Me e Anima,
sai che faccio?
Chiudo gli occhi e Ascolto il Mio Cuore, e mi fa sentire Cose Immense.. dove L’eterno presente si manifesta nella Vita che ho già scelto di Vivere Adesso.
(Francesco Ciani Naturopata : Testimonianza di un’Anima Libera)

L'Arte di Vivere

La felicità è un tuo affiorare interiore, è un risveglio delle tue energie, è un risveglio della tua AnimA.

Possiedi tante cose, ma non possiedi te stesso.
Hai tutto ciò che ti può rendere felice ma non sei felice,
perchè la felicità non potrà mai essere frutto dei possessi.

La felicità è un tuo affiorare interiore, è un risveglio delle tue energie, è un risveglio della tua AnimA.
Fermati.. osservati, nel moto impetuoso del tuo fare,
lascia precipitare ciò che persiste o resiste alla tua mente pensante
poi fai come la Crisalide con la stessa Forza nello schiudersi,
Alzati in Volo
Osho modificata by Francesco Ciani

Linguaggio degli organi

E’ interessante notare che qualsiasi interpretazione data ad un paziente e da questi accettata di buon grado, o non è corretta o è troppo superficiale! L’interpretazione corretta è relativa ad un aspetto di sé che il paziente non vede, che tenderà quindi a
negare più o meno aspramente qualora gli si presenti davanti (così come tenderà ad essere particolarmente irritato da quelle persone che lo manifestano apertamente nella propria vita: meccanismo dello specchio).

Malattia espressione dell’AnimA
Le malattie ed i sintomi altro non sono che messaggi inviati dal corpo ad una mente che si rifiuta di comprendere gli insegnamenti della vita. Quando parla il corpo non mente mai e ciascuno di noi è in grado di comprenderne intuitivamente il linguaggio, poiché parla con una lingua antichissima, esistita da sempre e destinata a non morire mai: quella dei simboli.
L’interpretazione in chiave simbolica, psicosomatica, delle malattie consente di integrarne il messaggio profondo a livello della coscienza, in questo modo si può eliminare la vera causa di un disagio ed il corpo può guarire. Viceversa se eliminiamo solo l’effetto di uno squilibrio interiore, cioè il sintomo, questo è destinato a ripresentarsi nello stesso organo o in un altro situato più in profondità (vicariazione regressiva).
Per interpretare correttamente un sintomo è necessaria una visione distaccata ed esterna, non scordiamoci, infatti, che il contenuto che esso trasporta è già stato rifiutato dalla coscienza, altrimenti non sarebbe necessario che il corpo lo manifesti. Una volta integratone completamente il contenuto conflittuale, qualsiasi malattia è in grado di guarire, ed il corpo ritorna al suo equilibrio abituale.
E’ interessante notare che qualsiasi interpretazione data ad un paziente e da questi accettata di buon grado, o non è corretta o è troppo superficiale! L’interpretazione corretta è relativa ad un aspetto di sé che il paziente non vede, che tenderà quindi a
negare più o meno aspramente qualora gli si presenti davanti (così come tenderà ad essere particolarmente irritato da quelle persone che lo manifestano apertamente nella propria vita: meccanismo dello specchio).
Risultati immagini per linguaggio degli organi
Per riuscire a interpretare i nostri sintomi dobbiamo chiederci che cosa mi fanno fare (che in condizioni normali non farei) e che cosa mi impediscono di fare (che in condizioni normali farei), in questo modo troviamo la finalità e dunque il messaggio. La tabella che segue è una mappa sintomatologia e corporea per riuscire ad orientarsi in questa nuova visione delle malattie.
Per approfondire questo approccio consiglio i libri “Malattia e destino” di T. Dethlefsen e R. Dahlke (Ed. Mediterranee) – “Malattia linguaggio dell’anima” di R. Dahlke (Ed. Mediterranee) – “Metamedicina – Ogni sintomo è un messaggio” di C. Rainville (Ed Amrita).
Buona lettura e buon viaggio alla riscoperta della Vostra anima!
 SINTOMO / ORGANO CONFLITTO PSICHICO
 ABORTO paura di vivere, paura di affrontare responsabilità.
ACNE conflitto interiore, paura del confronto con gli altri.
AFOSI ORALE collera o aggressività repressa.
AIDS amore represso, negazione dell’io, senso di colpa nell’area sessuale.
ALCOLISMO senso di colpa, senso di inadeguatezza di fronte alla vita, fuga.
ALITOSI malevolenza, vendetta, disordini verbali.
ALLERGIE isolamento, inflessibilità, difesa, evento che non abbiamo accettato presente nella nostra memoria emozionale.
Risultati immagini per linguaggio degli organiALLUCE VALGO mettersi da parte per soddisfare desideri o bisogni altrui.
AMENORREA shock emozionali, fragilità, rigidità, rifiuto, amor proprio (mancanza di)
resistenza alle lezioni della vita.
ANCHE determinazione nell’andare avanti.
ANEMIA incredulità, mancanza di gioia, paura di vivere, sentirsi incompresi dagli altri
ANGINA TONSILLARE incapacità a chiedere, difficoltà di accettazione, sentimenti repressi.
ANGINA PECTORIS paura, sentimenti bloccati.
ANO rappresenta la fine di un processo, lasciar andare qualcosa o qualcuno ANORESSIA confusione, fuga, rinuncia, negazione dell’io, grande paura, “ogni parola è cibo, niente entra, niente esce”.
ANSIA insicurezza, disapprovazione di sé, sfiducia nella vita.
ANULARE legami ed unioni.
Risultati immagini per linguaggio degli organi
APPARATO CIRCOLATORIO blocco o fluidità eccessiva delle emozioni.
APPARATO DIGERENTE elaborazione errata degli avvenimenti.
APPARATO ESCRETORIO paura di lasciar andare qualcosa.
APPARATO MUSCOLARE sovraffaticamento, andare oltre le proprie possibilità.
APPARATO RESPIRATORIO repressione delle espressioni ed emozioni vitali, senso di colpa.
APPARATO RIPRODUTTIVO mancanza di creatività, di produttività, problemi sessuali.
APPARATO SCHELETRICO problemi agli organi corrispondenti, mancanza di sostegno nella vita (materiale, affettivo, sociale).
ARITMIA riaffiorare di traumi passati non liberati.
ARTERIOSCLEROSI giudizio eccessivo, isolamento, grettezza.
ARTICOLAZIONI rigidità eccessiva, troppo esigente nei confronti di se stesso.
ARTRALGIA resistenza ad un cambiamento.
Immagine correlata
ARTRITE rigidità, testardaggine, aggressività repressa, carenza d’amore.
ARTROSI rigidità mentale con difficoltà a far fluire la vita, rancore che ha portato ad una chiusura di cuore.
ASCESSO situazione che mi provoca collera e che non riesco a risolvere.
ASMA mancanza di spazio, incapacità di dare amore, paura di essere abbandonati, senso di colpa per essere al mondo.
ASTENIA perdita di motivazione, mancanza di stimoli nelle proprie attività quotidiane.
BALBUZIE insicurezza, problemi con l’autorità.
BOCCA E DENTI mancanza di decisione, incapacità o impossibilità di afferrare, condizionamento da parte di altre persone, rabbia trattenuta.
BORSITE ira repressa, collera trattenuta, mancanza di spontaneità.
BRACCIA capacità di prendere, andare oltre le proprie possibilità, assumersi troppe responsabilità o volerle scaricare sugli altri, paura di non farcela in determinate situazioni.
BRIVIDI fuga da un lato di noi stessi, mancanza o perdita di ordine nella vita.
Immagine correlata
BRONCHI capacità di prenderci il nostro spazio vitale.
BRONCHITE conflitti, rabbie, turbamenti familiari e del proprio ambiente, senso di soffocamento.
BULIMIA paura di una perdita, grave mancanza di accettazione, vomita addosso agli altri i suoi problemi e non vuole risolverli (nel linguaggio c’è la parola troppo).
CALCOLI BILIARI aggrapparsi a pensieri difficili e a esperienze amare, accumulo di paure o giudizi nei confronti di sé o degli altri.
CANCRO profondo conflitto interiore, distacco dalla globalità della vita, accumulo di odio, grande dolore, ferite profonde.
CAPELLI problemi nel prendere decisioni, mancanza di libertà, mancanza di forza.
CATARATTA sensazione che il futuro sia oscuro e brutto.
CAVIGLIE flessibilità relativa a cambi di orientamento, il lato materiale in divergenza con quello spirituale.
CEFALE perde filo del discorso, chiede spiegazioni.
CELLULITE emozioni trattenute dal nostro passato (rimpianti, dolori, paure,…).
CERVELLO processi mentali (pensieri malvagi, distorti, pensieri non benefici).
Immagine correlataCIFOSI sentirsi schiacciati dalla vita, difficoltà a mantenersi eretti.
CISTI problemi di crescita interiore, vecchie tematiche, antichi traumi.
CISTI OVARICHE solitudine, rabbia, ferite subite, dolore riguardo alla propria creatività o alla capacità di avere un figlio.
CISTIFELLEA rabbia, amarezza, aggressività, difficoltà nell’accettare le esperienze e nell’imparare le lezioni che vengono impartite, aggrapparsi a pensieri difficili e a esperienze amare.
CISTITE isolamento, insicurezza, difficoltà a lasciar correre, grande collera, frustrazione o delusione proveniente da aspettative.
COLICHE BILIARI invidia, gelosia, rabbia, orgoglio.
COLICHE RENALI frustrazione, risentimento.
COLLO incapacità di vedere più aspetti di una situazione, paura di fronteggiare una situazione, paura di fare scelte negative, necessità di controllo, rigidità nei pensieri, rifiuto di vedere il punto di vista o la prospettiva altrui.
COLON capacità di usare un’idea o un’esperienza per trarci ciò di cui si ha bisogno, potere di rilasciare ciò di cui non si ha più bisogno, senso di ripugnanza.
Risultati immagini per messaggio dell anima
CONGESTIONE sovraccarico di vari organi quali polmoni (emozioni trattenute, accettazione di cose o persone, tristezza, depressione), testa (eccesso di preoccupazioni, dubbi, paure).
COSCE E GLUTEI difficoltà ad andare avanti nella vita, insicurezza rispetto al proprio potere e alla propria sessualità.
COLITE paura di qualcuno o qualcosa che mi rappresenta l’autorità, cattiva gestione delle emozioni.
COSTIPAZIONE rifiuto ad eliminare vecchie idee, emozioni, modelli che non sono più benefici.
CRAMPI tensioni, paure, bisogno di liberare, mancanza di rilassamento, non lasciarsi andare, trattenere qualcosa.
CUORE problemi con la parte emotiva di noi stessi, mancanza di gioia, antichi problemi emotivi, stress e tensioni.
CUTE rappresenta gli sforzi che facciamo per vivere ed essere felici, mancanza di autostima, sensibilità eccessiva o carente, problemi con il mondo esterno.
DENTI cambiamenti, difficoltà nel decidere.
Risultati immagini per depressione
DEPRESSIONE (IN GENERALE) colpevolizzazione per l’ira e l’aggressività espresse, rifiuto delle responsabilità, rifiuto di entrare nel nuovo.
DIABETE incapacità di accettare e dare amore insieme al forte desiderio di averlo rimpianto per ciò che non è stato.
DIARREA paura in generale, rifiuto, non accettazione e bisogno di abbandonare vecchie e nuove tematiche
DISMENORREA vulnerabilità, bisogno d’amore, problematiche legate all’accettazione della propria femminilità.
DISPEPSIA rabbia, paure esistenziali, non ci si sente protetti.
DITA dettagli della quotidianità.
DOLORE:
dolore acuto: brusco richiamo all’attenzione da parte del corpo
dolore cronico: rifiuto a cambiare, vecchie paure e comportamenti
EIACULAZIONE PRECOCE senso di colpa nei confronti del ruolo sessuale maschile, problematiche con il partner.
EMICRANIA rifiuto di una situazione.
EMORROIDI rifiuto, paura, ira.
ENFISEMA bisogno di libertà, paura di vivere, carenza di amore verso sé stessi, non accettazione.
Risultati immagini per depressione
ENDOMETRIOSI timore delle conseguenze della nascita di un figlio.
EPILESSIA vuoto, bisogno d’amore, senso di persecuzione e di lotta, rifiuto della vita
EPISTASSI perdita di gioia.
ERNIE stress, confusione, tensioni, peso delle responsabilità.
voler spezzare una struttura in cui ci sente prigionieri.
ESOFAGO difficoltà ad accogliere qualcuno o ad accettare una situazione.
FEBBRE perdita di contatto con la spiritualità, congestione tossica con la materia fisica, sedentarietà, rabbia trattenuta, desideri inespressi.
FEGATO coinvolgimento eccessivo, ira, rabbia profonda, tendenza cronica a biasimare sé stessi e gli altri, emozioni negative, mancanza di stima, inquietudine o preoccupazioni rispetto a qualcosa in cambiamento.
FLEBITE gioia bloccata.
FRATTURA OSSEA senso di ribellione contro qualcosa e qualcosa, senso di colpa.
FRIGIDITÀ paura dei propri desideri e passioni sessuali, non accettazione, paura di lasciarsi andare.
FRONTE modalità di usare il proprio pensiero e di dirigere le idee.
GAMBE incapacità a progredire, evolversi e sollevarsi, mancanza di direzione e di voglia di andare.
Risultati immagini per gastrite
GASTRITE aggressività trattenuta, collera poiché non ci sentiamo apprezzati.
GENGIVE dubbio o paura dei risultati e rimandare una decisione.
GHIANDOLA PINEALE uso inappropriato delle energie fisiche (sessuali) e mentali.
GHIANDOLA PITUITARIA indecisione.
GINOCCHIA orgoglio, troppa ostinazione o inflessibilità.
GLUTEI capacità di esercitare il potere, sentirsi costretti a stare seduti dove non si vuole.
GOLA rabbia inespressa, creatività bloccata, caparbia ostinazione, difficoltà di comunicazione, difficoltà di comunicare per sostenere sé stessi, difficoltà o rifiuto di recepire.
GOMITI incapacità a mutare direzione, troppa ostinazione, inflessibilità.
GONFIORE essere bloccati in vecchi schemi e idee, dilatare gli avvenimenti.
GOTTA impazienza, ira, ostilità, tendenza a forzare le cose secondo la propria volontà.
GOZZO TIROIDEO forti emozioni inespresse.
IMPOTENZA paura di perdere il controllo, incapacità di dare, pressioni o tensioni sessuali.
Risultati immagini per incontinenza
INCONTINENZA forti emozioni, stress psichico.
INDICE (della mano) tematiche con l’autorità.
INFEZIONI conflitto non risolto, incapacità di decidere, paura, ira, negatività, preoccupazioni.
INFIAMMAZIONI reazione a situazioni negative, fastidio o irritazione nei confronti di persone o situazioni, rabbia e frustrazione represse, ipercriticità, rifiuto a cambiare vecchi schemi , resistenza alle lezioni della vita.
INFORTUNI E TRAUMI mettere in dubbio noi e il nostro operato, disistima
INTESTINO difficoltà ad assorbire ed eliminare elementi ed esperienze della vita, ripugnanza.
IPERCOLESTEROLEMIA perdita del piacere di dedicarsi a cose gioiose.
IRRITAZIONI senso di rabbia e di irritazione, desideri inespressi, voglie insoddisfatte, insoddisfazione in generale.
ITTERIZIA giudizio eccessivo, tormento, intolleranza, amarezza.
LABIRINTITE mancanza di pace interiore.
LARINGITE introversione, problemi con l’autorità, insoddisfazione.
LESIONI ira, senso di colpa.
LETARGIA difficoltà di integrazione con la parte materiale.
Risultati immagini per incontinenza
LEUCEMIA rifiuto estremo e rapido della vita, insicurezza di esistere, vecchie barriere insuperabili,mancanza di gioia.
LINGUA difficoltà ad esprimere ciò che pensiamo, problematiche legate al mangiare.
LIVIDI insoddisfazione, senso di inferiorità.
LOMBALGIA rigidità, paura per futuro e denaro, senso di inferiorità e inadeguatezza.
MAL DI DENTI paura dei risultati di fronte ad una decisione da prendere.
MAL DI GOLA paura di esprimersi, difficoltà nella comunicazione.
MAL DI TESTA intransigenza, frustrazione nascosta, autocritica, trattenere le emozioni.
MAL DI SCHIENA
cervicale: insicurezza, paura.
toracico: conflitto di affettività, farsi carico di sofferenza altrui, difficoltà a comunicare con gli altri.
lombare: preoccupazioni per il futuro, mancanza di sicurezza (economica).
Risultati immagini per mani
MANO paura di dare (destra) o di ricevere (sinistra), insicurezza in ciò che si sta facendo, rifiuto di toccare o di essere toccati dagli altri, tenersi troppo stretti a qualcosa o qualcuno, sentirsi vittimizzati.
MASTITE paura nei confronti delle persone care, paura di non poter avere figli.
MEDIO tematiche di sessualità, piacere.
MENINGITE senso di colpa per essere al mondo.
MIGNOLO tematiche legate a famiglia e affetti.
MILZA difficoltà di accettazione, dipendenza, insicurezza, problemi legate a tappe finali lasciate in sospeso.
MIOPIA timidezza, insicurezza, paura del futuro immediato.
MUSCOLI impegno e motivazione.
NASO mancanza di intuizione e senso di discernimento.
NAUSEA accumulo di impulsi, necessità di liberazione, confusione, eccesso di sopportazione, rifiuto di cose o persone, mancanza di sicurezza.
NEVRALGIA bisogno/difficoltà di perdono, sofferenza, emozioni che non vogliamo vivere.
OBESITÀ bisogno di protezione, paura delle emozioni.
OCCHI capacità di vedere ed osservare le cose, gli altri, la vita, percezione distorta delle cose.
Risultati immagini per orecchie
ORECCHIE paura di sentire, carenza di equilibrio interiore.
ORGANI SESSUALI difficoltà ad instaurare rapporti intimi, mancanza di creatività nell’ambito sessuale.
ORZAIOLO rabbia collegata a qualcosa che è sotto i nostri occhi.
OSSA mancanza di supporto dagli altri e verso gli altri, sistema organizzativo in cui si vive.
OSTEOMIELITE grande collera nei confronti de una autorità.
OSTEOPOROSI scoraggiamento e svalutazione sopportata a lungo, mancanza di flessibilità, svalutazione personale.
OTITI bisogno di non sentire, conflitto e confusione eccessiva.
OVAIE femminilità e creatività.
PALPEBRE riposo, quiete, distacco.
PALPITAZIONI problemi con l’emotività.
Risultati immagini per rabbia
PANCREAS mancanza della gioia o dell’amore nella vita, mancanza di discernimento delle cose positive della vita, non saper convertire le esperienze di vita in lezioni da imparare.
PANCREATITI ira, frustrazione, conflitti, assenza di dolcezza.
PARESTESIE conflitto con se stessi e con gli altri, rifiuto di andare avanti.
PELLE problemi con gli altri, protezione e interfaccia con l’esterno.
PENE principio maschile, attivo e aggressivo.
PIEDI perdita di stabilità nella vita, difficoltà con la parte materiale, difficoltà con il futuro.
POLLICE mancanza di discernimento e di giudizio.
POLPACCI capacità di avanzare rapidamente.
POLMONI incapacità a certi livelli di assumere e di esprimere la vita e l’energia, senso di oppressione, problemi con lo spazio e con la capacità di accogliere la vita, depressione, dolore, disperazione.
POLSI flessibilità nell’eseguire gli ordini, qualità degli scambi, pressione sugli altri.
PRESBIOPIA paura di vedere le cose vicino a noi.
Risultati immagini per pressione alta
PRESSIONE ALTA inflessibilità, stress, isolamento, rifiuto di affrontare e risolvere uno o più vecchi problemi.
PRESSIONE BASSA mancanza di stabilità, debolezza psicologica, mancanza di accettazione, problemi legati all’infanzia
PROSTATA rappresenta la potenza maschile, paura, pessimismo, senso di colpa.
PRURITO desideri insoddisfatti, rabbia, rimorso, nostalgia, ansia, impazienza.
PSORIASI bisogno di amore, non sentirsi rispettati nei desideri o nei bisogni, sentirsi obbligato a soddisfare un’aspettativa.
RENI mancanza di discernimento e di giudizio, capacità di conservare l’equilibrio, tematiche di coppia.
RETTO capacità di trattenermi prima di rilasciare.
REUMATISMI CRONICI rabbia, amarezza, frustrazione, vittimismo, vecchie carenze affettive.
RITENZIONE IDRICA mancanza di saggezza, difficoltà di liberarsi di vecchi schemi, di pensieri, di qualcuno,paura di lasciarsi andare.
SALPINGITE infezione batteriche delle tube di Falloppio  collera nei confronti del partner.
Risultati immagini per pressione alta
SANGUE forza vitale e voglia di vivere – problemi emotivi irrisolti o agitazione di lunga data (pressione alta), apatia e/o paura di muoversi nella vita (pressione bassa).
SCHIENA protezione, passato, lati di ombra della personalità.
SCIATICA rigidità, conflitto, paura per futuro e denaro.
SCLEROSI MULTIPLA volontà ferrea con inflessibilità, paura di non riuscire a controllare tutto e tutti, durezza di cuore.
SCOLIOSI manifestarsi nella vita in un modo ed avere delle tendenze profonde apposite.
SCROSCIO ALLE DITA aggressività repressa.
SENI PARANASALI disarmonia, irritazione, mancanza di “fiuto”.
SENO dolore, tristezza, perdita del figlio (sx) o del compagno (dx), mancanza di affetto, paura di crescere e di maturare.
SINGHIOZZO inceppamento nei rapporti con gli altri, situazione che non riesco ad “ingoiare”.
SINUSITE conflitto con una persona vicina, dipendenza.
Risultati immagini per rabbia
SISTEMA NERVOSO eccesso o mancanza di attività, ipersensibilità, mancanza di comunicabilità.
SORDITÀ rifiuto, isolamento, mancanza di comprensione, testardaggine.
SPALLE sentire troppa responsabilità, assumersi le responsabilità altrui, rigidità nei pensieri.
STANCHEZZA disamore verso qualche aspetto delle attività o della vita.
STERILITÀ difficoltà con la parte materiale, paura della responsabilità, mancanza
di onestà con sé stessi.
STITICHEZZA trattenersi, avarizia, aggrapparsi a credenze che ci danno sicurezza.
STOMACO paura delle esperienze di vita, delle novità, disapprovazione di sé, situazioni che non abbiamo digerito.
SURRENI mancanza di reazione ad avvenimenti importanti della vita.
TESTICOLI principio maschile, creatività.
TIMO eccessiva preoccupazione di questioni correlate agli altri, condizionamento.
TIROIDE disequilibrio nella comunicazione, incompletezza, introversione, insoddisfazione, mancanza di equilibrio, difficoltà di espressione.
TORCICOLLO rifiuto di far fronte ad una situazione per paura di dover passare all’azione.
Risultati immagini per tosse
TOSSE malinconia, conflitti acuti, turbamenti.
TRACHEITE impressione di sentirsi soffocati dagli eventi, dalle situazioni.
TRISMA FACCIALE controllo eccessivo, rigidità, forte difficoltà di espressione e di
comunicazione.
TROMBOSI emozione che ha bloccato la gioia di vivere.
ULCERA DUODENALE aggressività rivolta all’interno, problemi con il potere.
UNGHIA INCARNITA senso di colpa o rimpianto rispetto ad una direzione intrapresa.
URETRITE rifiuto di passare da una situazione ad un’altra, collera o amarezza.
USTIONI collera, insoddisfazione, bisogno d’amore.
UTERO famiglia, senso di maternità.
VAGINA femminilità, recettività, accoglienza.
Risultati immagini per benessere
VAGINITE collera nei confronti del partner sessuale, difficoltà ad accettare il proprio ruolo femminile e sessuale – paura o senso di colpa
VENE mancanza di cedevolezza, arrendevolezza, accoglienza
VERRUCHE PLANTARI rimpianti di situazioni passate
VERTIGINI disequilibri, problemi con l’infanzia, variazione della situazione conosciuta.
VESCICA URINARIA ansia e nervosismo, paura in generale.
VITILIGINE provare un senso di vergogna.
VOLTO individualità, senso di sé.
VOMITO rifiuto violento, bisogno di libertà, paura.
Doc. Rudiger Dahlke, Doc. Thorwald Dethlefsen

L'Arte di Vivere

AnimA Mente e Spirito

Nessuno capita per caso nella tua vita.
Chiunque vi arrivi è stato attirato da qualcosa presente nella tua emanazione.
Confrontandosi e Riconoscendosi si Amplifica L’Onda Manifesta dell’Anima,
mentre lo Spirito si Riflette il Cuore riscrive la Vita di tutti i Colori dell’Universo!!!

( Francesco Ciani)

Malattia: Consapevolezza & Guarigione

Siccome l’entropia aumenta sempre il processo di guarigione è quello spontaneo non il processo di ammalarsi che è contro termodinamico che diminuisce l’entropia!  Allora come mai guariamo con tanta difficoltà e ci ammaliamo in 5 secondi?

Comprensione del Sè
L’essere umano è fatto sovente di poca Consapevolezza di Sé e non vuole responsabilità, tendenzialmente deleghiamo a un Dio o a un Diavolo, ad un Istituzione, Associazione ecc. mi sono ammalato ma mica è colpa mia, io non mi volevo ammalare. Invece No! Te ti volevi ammalare …
è questo l’aspetto fondamentale da comprendere;  come mai a volte si scelgono dei percorsi di vita che sembrano veramente allucinanti, si potrebbe dire contro termodinamici, se desideriamo star bene perché ci ammaliamo?
Perché noi che creiamo come estensione il nostro Universo, così permettiamo e ci identifichiamo nella malattia da noi ospitata e creata. Dal punto di vista entropico che è l’unica cosa che conta secondo me, che dice: la seconda legge che l’entropia dell’Universo aumenta sempre.
Che cosa vuol dire? Vuol dire che l’entropia è legata a una cosa fondamentale, che non è l’energia del sistema, “come ci vogliono dire”, ma è la Coscienza del Sistema, la Coscienza non aumenta Mai, la coscienza È , la Creazione È, È stata, È adesso, È e sarà sempre la stessa.
Quello che aumenta non è l’entropia S, è il Delta S, cioè la Consapevolezza, o meglio la differenza che credi di avere di entropia tra un istante e l’altro, cioè quanto tu inizia capire chi sei e l’esperienza che fai! Allora il Delta S, aumenta, per cui il Delta S è una misura della Coscienza.
L'immagine può contenere: una o più persone
Perché questo? Perché quando un tessuto si ammala, la sua entropia diminuisce, quando un tessuto si sana la sua entropia aumenta, che vuol dire?
Semplicemente vuol dire che un tessuto è più disordinato o meno disordinato di un tessuto sano, è questo il problema. Siccome l’entropia aumenta sempre il processo di guarigione è quello spontaneo non il processo di ammalarsi che è contro termodinamico che diminuisce l’entropia!  Allora come mai guariamo con tanta difficoltà e ci ammaliamo in 5 secondi?
Allora si capisce che dietro c’è la tendenza a farti accettare cose come legittime, le cose che non sono vere, per farti credere che c’è qualcuno “che è colui che comanda”, a cui tu devi dare ragione, sempre, (dualità), la malattia ha questo problema, per esempio
Grattini ti dice in televisione che noi dobbiamo imparare a prendere le medicine prime di ammalarci così dopo non ci ammaliamo (è geniale?); no parla al contrario e ti fa credere poi che non puoi farne a meno perché tu non sai chi sei e debba delegare la tua vita ai vari sistemi! (si chiama libertà?)
perché l’uomo sceglie inconsapevolmente di stare male e non decidi di guarire? Non decidi di guarire perché tu credi che ci sia qualcuno che conta più di te che ti guarirà … se vanno bene le cose (…),
Risultati immagini per malattia consapevolezza guarigione
è semplice perché tu credi di non contare una mazza, quindi ci sarà il medico, l’avvocato, il prete, il notaio, il Dio di turno, che ti aiuterà e ti toglierà dal casino, è questa la società attuale: tu devi credere a questa cosa qui, perché se inizi ad osservarti da dentro e comprendi che l’entropia parte dalla tua consapevolezza e ti guarisce, chi si prenderà il merito di questa tua guarigione?
Tu vai dal medico e gli chiedi: senta dottore mi può guarire? Il Dottore quello Vero, non ti guarisce, ma ti dice come devi fare per guarirti, questa è una cosa fondamentale, e allora perché decidiamo di ammalarci?
Perché inconsapevolmente, l’istante in cui tu ti ammali è un momento preciso in determinato punto della tua Vita, in uno punto “spazio – tempo” in cui hai l’opportunità di capire qualcosa di TE,
Perché? Siccome che tu sei il creatore del tuo universo, quando c’è qualcosa che tu non riesci a comprendere, tu inconsapevolmente ti crei all’esterno una situazione, che dall’esterno ti debba far ragionare, ti faccia capire quella cosa che te non hai capito dentro, sovente questa cosa prende il nome di malattia,
cera già arrivato Hamer tanto tempo fa sostenendo che tutte le malattie sono psicosomatiche, ed è vero, Jung prima di Hamer, l’aveva detto in termini molto meno “incisivi”, cambiando nomenclatura, ma è così, tu ti ammali perché ti vuoi ammalare per comprendere parti di te, che non vuoi comprendere dentro.
Immagine correlata
La malattia è una domanda che te ti fai! Tutte le volte che te guarisci è perché hai trovato la risposta, pensa in una giornata ti ammali – comprendi – guarisci ! Piccole malattie piccole guarigioni, grandi domande, grandi risposte, grandi malattie,
ma se la termodinamica ce lo vieta come facciamo ad ammalarci, perché all’inizio siamo totalmente inconsapevole di noi, siamo sani , felici e un pò “coglioni” .. pensa che meraviglia, vedi qualsiasi cosa non te ne frega niente, ad un certo punto di fai una domanda .. ti ammali .. a quel punto devi cercare una risposta.
Il primo punto è che siamo felici ma inconsapevoli e la tua entropia è – infinito, come dire nasciamo senza conoscenza e i primi interventi sono dall’esterno, nel mettere degli specchi nella testa dove rifletteranno, imprintig e credenze, doveri, colpe, e frustrazioni,
ricordati: che l’entropia è il “– logaritmo” dei microstati, cioè i microstati sono le cose che ti qualificano, che tu sei, allora il numero di cose che tu sei “siccome che tu sei quello che fai” se non fai niente non esisti, vita vuota, il logaritmo di zero è – infinito,
il secondo punto della vita è : quando inizi a chiederti una cosa hai una domanda e una risposta, hai 2 microstati, – logaritmo di 2, è già qualcosa, quando trovi una risposta avrai – logaritmo di 1 che è 0, noi sappiamo che l’entropia va da “– infinito a 0”, che è il massimo valore ottenibile, quindi te guarisci, in questo contesto quando tu ti stai facendo una domanda, ti stai tecnicamente ammalando, la tua entropia non diminuisce, nel contesto globale, la tua entropia sta aumentando perché ti sei accorto che c’è un problema da risolvere, la tua Coscienza sta aumentando e poi lo risolvi,
Risultati immagini per malattia consapevolezza guarigione
terzo punto sei guarito, il terzo punto è come il primo ma c’è una bella differenza, al punto 1, eri completamente inconsapevole, al punto 3, sei guarito e sai chi e cosa sei, sei consapevole di te, questo è quello che accade, questo è quello che accade sempre nonostante qualsiasi tipo di ragionamento,
ogni volta che ci siamo ammalati e risolto il loop, esso si chiude, e vi accorgete delle cose fuori che cambiano perché avete compreso dentro, la realtà olografica fuori cambia, perché si è più consapevoli di sé, tant’è che lei stessa è perturbabile dall’osservazione;
noi siamo qui per fare l’esperienza che è necessaria associarla alla Conoscenza di Sé, e alla Consapevolezza, se facciamo l’esperienza in armonia potremmo cadere cmq dalla bici, certamente, ma ogni esperienza non sarà così lesiva e traumatica perchè compresa e non vissuta con gli specchi imprinting che ci hanno messo nella testa e nelle tradizioni.
Ma se noi facciamo fatica a capire le cose, per tantissimi motivi, molti alimentati dal mentale che ci giustifica nel rimanere dove siamo, perché la mente si identifica con il malessere, solo perché non sa chi è, o non le vogliamo capire!!!
Ecco che avviene tutto quello che deve avvenire, non perché c’è un Dio cattivo che ci punisce perché tu non hai capito, ma c’è quel Dio dentro di TE che dice guarda che devi capire chi sei dentro altrimenti tu da qui non vai avanti!!
Risultati immagini per malattia consapevolezza guarigione
Allora è da chiedersi guarisco o non guarisco? Esco dal problema o alimento il mio problema? Molti escono dal problema e tanti altri no, il loop ti dice vuoi uscire dal problema? Allora devi comprendere, vuoi comprendere? Per comprendere la malattia o il trauma qualsiasi, devi capire che il problema sia fisico che emozionale, è come lo zio che ha toccata a casa, vuoi ricordarla questa cosa?
No, non voglio ricordarla! E allora rimani con il trauma, perché è doloroso capire, e allora si preferisce non comprendere, e quello che succede è che non comprendendo soffri per tutta la vita, alla fine della vita devi comprendere altrimenti ripeterai l’esperienza in un’altra vita, non c’è problema non c’è sconto, perché sei te che ti presenti questo problema e devi andare a vanti sino alla fine che lo risolvi, al di là di chi osa ferirti, o dalla malattia presente, o dal lutto.
Il nostro problema è che siamo di fronti a 2 vie, percorso breve e percorso lungo, il percorso breve è quello felice, il percorso lungo è quello più lesivo, nel percorso breve hai un solo fotogramma, da A a B, significato: devo saffrontare 100 unità di sofferenza, nel percorso lungo devo soffrire sempre 100 unità però sono 100 fotogrammi, e ognuno dal valore 1, per cui vedi 100 fotogrammi da un lato e dall’atro lato un fotogramma dal valore 100 , cosa faccio? Soffro 100 tutta una volta, o mi ammalo e guarisco continuamente?
La domanda è duale, percui giusta e sbagliate entrambe. Ebbene è necessario comprendere che la sofferenza non è necessaria, perché se tu credi di soffrire ebbene soffrirai, perché sei tu e i modelli preposti che creano la tua personale esperienza, ma nell’istante che tu accetti di rivedere, di ricordare, di comprendere quella cosa che ti ha creato la malattia, che ti ha fatto soffrire, in quell’istante scopri di non soffrire per niente.
Scopri che tu non ha voluto vedere, sentire, affrontare sino in fondo, quella cosa e ti sei ammalato per paura di soffrire, ma se la guardavi subito e l’affrontavi non soffrivi così, perché la comprensione è la guarigione, c’è gente che cambia casa perché il vicino è molesto, c’è schiamazzo ecc. ma se non comprendi lo ritroverai sempre, il tuo problema viene con te!
Risultati immagini per malattia consapevolezza guarigione
Quello che scappa perché vede il mostro si deve fermare e osservarlo, affrontare il mostro che viene da una parte del suo Sé , non compreso e continuerà ad avere l’ascendente, di separalo ulteriormente, l’uomo ha una possibilità di comprendere per differenza che lui non è la separazione bensì l’unione.
A quel punto l’Essere umano integrato dentro di Sé, può veramente perturbare il mondo fuori come estensione espressione della Vita che desidera scegliere già, creando infinite esperienze tutte quelle desidera vivere e portare a compimento come parti della stessa Coscienza.
Desideri comprendere ogni resistenza che persiste o resiste?
Prenditi un Appuntamento  dedicato al Tuo Personale Benessere by Francesco Ciani
Bibliografia:
(Sintesi di Fisica Quantistica, da Roger Penrose, Malanga, e Consapevolezza del Sè Francesco Ciani personal experience)