Ma cos'è l'Amore?

per cui non si possiede nulla, e l’Amore non si trattiene con le mani, scivolerebbe via come sabbia..  ma lo si può respirare e vivere solo dentro di chi Ama, si Ama, chi sa Ascoltare e Comprende; 

L’Arte di Vivere
Se non il Riconoscersi sia in uno Spirito Gemello, che in una stessa Anima perchè si è tutti Uno, quando si dice dice sei Mio, Ti Amo, ecc...

Lo si sta dicendo alla propria Anima e al proprio Cuore riflesso nello Specchio di Anima di fronte a noi,  che vibra della stessa frequenza come se il Sole incontrasse se stesso,
appunto come avviene con il Sole ed il Nucleo Solare terrestre risuonando come due Diapason, all’unisono, così la Terrasi si scalda…. e pulsa.
per cui non si possiede nulla, e l’Amore non si trattiene con le mani, scivolerebbe via come sabbia..  ma lo si può respirare e vivere solo dentro di chi Ama, si Ama, chi sa Ascoltare e Comprende;
Immagine correlata
è Armonico e in coerenza con se stesso,
perchè l’Anima si riconosce nelle infinite esperienze che sta creando e vivendo in tutti noi, nel momento presente, dilatando la stessa Consapevolezza.
Discendendo in un corpo fisico, fa l’esperienza per la quale ha già scelto di Essere!
In Sintesi Amare qualcuno, è Amare e Riconoscersi, è Fondersi e ritrovarsi,
e vivere Gustando l’Uno,
è Respirare dello stesso Respiro da Anemos = Anima, Perchè non basta riconoscersi quali Anime o punti di Luce come matrici di un Tutto,
è necessario fare l’esperienza restando Liberi, Essere e non Avere,
Respirare senza soffocare, è sorseggiare donando, senza chiedere,
la libertà è fare l’esperienza, necessaria per conoscere l’infinita incessante presenza di Dio in noi.
(Francesco Ciani)

A Se stessi con Amore

OGGI ti sto incontrando mentre muovo le dita sulla mia Anima . .

Alla parte più SACRA di Sè stessi.
Oggi mi libero dalle catene di un mondo costruito dalla mente ;
Oggi mi libero dalla paura di Amare e di essere amato ;
Oggi mi libero dalla sofferenza del passato, accogliendo con Amore il dolore che mi ha permesso di rivelare me stessa/o ;
Oggi mi libero dalla tunica nera dei pensieri, involucri di stoffa , freddi e logoranti che annebbiano il colore luminoso del mio Essere ;
Oggi mi libero dal pregiudizio verso chiunque e qualunque cosa incontro nella vita, accettando la bellezza molteplice dell’Universo;
Oggi mi libero dalle difese che hanno irrigidito il mio Amare;
Oggi mi libero dalle cerniere cucite sul cuore che mi hanno impedito di aprirmi verso l’altro, verso quella parte di me con cui necessitavo riconciliarmi, ri-conoscere;
Oggi mi libero dalla visione distorta della solitudine;
Oggi mi libero da tutte quelle voci che hanno affollato la mia anima, disperdendomi nel caos logico della razionalità cieca e calcolatrice;
Oggi mi libero dalla tortura mentale; dalla disperazione, dall’assenza di calore, da tutte le immagini scure che spegnevano l’emozione del cuore;
Risultati immagini per amare integrazioni x se stessi
Oggi mi libero dai Segreti di tutte le storie che hanno fatto soffrire i miei antenati;
Oggi mi libero dal disordine emozionale causato dall’incomprensione, dalla superficialità da una sola visione della vita;
Oggi mi libero dalla diversità, dall’estremismo, dal pessimismo, dall’incapacità di sorridere, dalla debolezza che non mi ha permesso di reagire;
Oggi mi libero dallo sguardo con cui ho osservato il cielo, senza apprezzarne la sua presenza nel mio cuore, tutto, vasto, immenso e così VERO !;
Oggi e proprio oggi mi libero dai legami non armoniosi con la Vita ;
Oggi mi libero dall’ansia verso il futuro causato da un passato che ho permesso di insediarsi nel mio unico momento vero: il presente !
Oggi mi libero da ogni tipo di parassita che alberga nella mia mente e nel mio corpo, sia fisico, che emozionale, che spirituale, senza cedere mai più la mia Energia Vitale, bensì usandola per guarire Adesso ora ogni tipo di ferita, passata, presente e futura;
Oggi mi libero dalla incapacità di apprezzare tutto il bello e l’eterno che incontrano i miei occhi umani e il mio divino Cuore ;
Oggi mi libero da tutte le ferite che ho inferto al cuore per l’ennesima volta poiché non ho scelto per il mio bene e per il mio amore , pensando che la mia felicità derivasse da chi avevo accanto, pensando che l’altro avesse un valore superiore al mio, e che non fossi degna di un Amore vero, proprio, autentico e Illimitato .
Oggi mi Guardo, curo le mie ferite mentali e ritorno a vedermi Intera, Forte, Semplice, profonda, finalmente Mia e unita al tutto e a tutti, c’è sempre una parte di me che appartiene agli altri, dove io mi rifletto. E’ un appartenere e non un possesso. E’ come un odore che sento dentro me, fatto dello stesso odore di colui/colei che mi ha partorita.. Anima.
Immagine correlata
Oggi viaggio, mi concedo la meraviglia di stupirmi dinanzi ad un fiore, di trasformare i miei vecchi pensieri in Abbracci che parlano il linguaggio del presente momento: ti abbraccio adesso sentendo fra noi tutta la potenza del corpo che esprime sensazioni d’Anima, immediate, istintive, piene di un Amore che sa trascendere il corpo e unirci fino a toccare il nostro Comune e Immenso Amore.
Oggi mi inebrio di Allegria, che deriva dalla mia gioia Interiore, che deriva da un qualcosa che non voglio più definire: C’è, Esiste, Pieno, Soffice, Delicato, Tutti i colori dell’Universo racchiusi senza confini espressi sulla tavolozza dell’Anima, in cento attimi, con mille mani, con mille sguardi di luce . . .
So che questa meraviglia che mi afferra le mani è “il mio vero Sè ” mentre cado e mi riporta a camminare, come se la caduta non fosse mai esistita. Che meraviglia!
Oggi svuoto il fardello che mi trascino nell’esistenza: dentro ci sono ricordi meno belli e altri straordinari, dentro ci sono le pietre che premevano sul cuore affogandolo di mare scuro, della sofferenza d’Anima.
Queste sono le tracce dei miei antenati che da infiniti mondi mi chiedono aiuto, di Liberarmi per poter liberare quella traccia che sanguina, note di una musica sorda, per poter ritornare ad udire la MIA sonora musica d’ANIMA.
Oggi vivo il raggio di sole che riscalda la mia casa, il tetto come il camino sempre acceso della fiamma d’amore, che illumina le candele del mio tempio che ricordano l’amore verso chi non c’è più, ma che sento nel mio cuore perennemente, nel corpo temporale alberga Anima che è Atemporale.
Oggi vedo la tua presenza, ed è per questo che ti ho cercato, forse per vederti nel mio cammino, per abbracciarmi, per acquietare il Bisogno che ho di me. Nostalgica è l’emozione di chi come me sapeva che presto saresti entrato, in silenzio, sussurrando alla mia pelle piccoli canti che celebrano la sacralità del corpo, la divinità che fra quei tratti dimora, nel profondo.
Immagine correlata
Oggi ti cerco in un altro modo, come un bimbo che ti osserva per la prima volta, con la gioia di chi scopre ogni giorno una cosa nuova, e di questa esulta fino all’inverosimile. Oggi ho bisogno di scriverti mentre sei di là a leggermi, senza voce . . .
Tutto d’un fiato ci assaporiamo le lacrime che hanno impreziosito il nostro vivere, e saltiamo su cuscini di nuvole per amare e quindi guarire la TERRA su cui viviamo . . .
Così tocchiamo ogni creatura che respira questa umanità, raccolta nel nostro animo, nella Storia.
Sento che oggi, ora, adesso che ti scrivo ( che fuori spunta un tiepido sole) è una MERAVIGLIOSA GIORNATA; è PACE tra le corolle di una rosa di Maggio come anche nel mio cuore è VITA mentre mi avvicino al silenzio del tuo essere qui, prima a un passo da me, ora dentro il loto del mio spirito a illuminare il tragitto dell’esistenza.
Oggi è Cura, è Salute, è Appartenenza del Corpo e elevazione dello Spirito.
Oggi è questo il mio dirti Grazie, proprio a te che mi sorprendi con i tuoi segnali, con le tue mani dolci, con quel tuo modo di seguirmi, di accompagnarmi verso la Missione che hai affidato a me . . .l’esperienza Consapevole della Vita che pulsa dentro di me, in ogni suo riflesso che si apre dal Cuore dove esisto veramente.
Oggi queste lacrime scivolano sul raggio di sole su cui cammino, versandosi nella rugiada di ogni mio mattino, ove tutto Ricomincia.
Oggi sono LIBERA, oggi MI MUOVO, oggi RINGRAZIO, oggi BENEDICO, oggi L’ESISTENZA mi sposta i capelli e mi bacia una guancia, oggi il vento ha compiuto un gesto d’Amore per me, senza chiedermi nulla, solo per Amore!
OGGI SENTO CHE TUTTO CIO’ CHE MI ACCADE E’ PER AMORE ED E’ IL FRUTTO DI CIO’ CHE SCELGO .
Immagine correlataOGGI SENTO CHE L’UNIVERSO SI MUOVE “PER AMORE” nelle nostre vite.
Gli errori, gli incontri che hanno causato sofferenza, le cadute, l’immobilità, il pessimismo è una parte della medaglia che l’universo ci mostra per AMORE, perché tutto è Uno, affinché possiamo spingerci verso l’altra ed essenziale parte che dobbiamo riscoprire di noi, ciò che rende il nostro occhio capace di vedere INTERAMENTE, senza più escludere una parte.
Oggi vedo tutto Ciò che mi compone esternamente come internamente . . .
OGGI ti sto incontrando mentre muovo le dita sulla mia Anima . .
OGGI so che PER AMORE SI INIZIA A VIVERE . . . SI SCOPRE LA MAGIA DEL PRESENTE .
PER AMORE SONO NATA e le difficoltà sorgono PER AMORE . . .
IL “PER AMORE” E’ UN CAMMINO CHE PERMETTE LA GUARIGIONE . .
Scrivimi sul cuore la parola AMORE e quando l’ultima lettera avrà completato il tuo Nome, lasciami un fiore a terra, sulla tua terra su cui sei nata, così comprenderò che sei passata di qui per AMARTI, PER AMARE TUTTI, PER AMORE !
Grazie, oggi so chi sei, e mi riconosco, sento la presenza dal cuore mentre mi innalzo in volo in questa Vita, LIBERA in Alto dove Osano le Aquile.
Risultati immagini per amare integrazioni x se stessi
(Naturopata Francesco Ciani)
 

L’Amore

Ci vuole pratica per imparare a volersi bene e noi tutti abbiamo bisogno di questa pratica. L’amore di sé deriva dal vivere in modo tale da non tradire se stessi, dal vivere secondo la propria verità.

L’Amore!

Molte persone hanno una visione assai limitata dell’amore perché non c’è conoscenza di Sè, cioè la parte non visibile e non direttamente monitoratile dai sensi, ma solo della parte fisica del contenitore, ma non del contenuto.

Per diversi anni di esperienze, tra studi, corsi e malesseri, fisici ed emozionali manifesti nel corpo e nella mia mente concentrandomi sul comprendere chi e cosa siamo, non con modelli, programmi, storie e vicissitudini, ma dal percepito sentito reale,

per meglio comprendere cosa sia dare amore, essere amore, in tutti i modi che mi erano possibili e che mi venivano richiesti dalla mia parte Animica o scintilla Divina che vive in noi da sempre come estensione e non come desiderava la mia mente.

Scoprii in modo curioso e stupito dai miei sensi limitati, molte forme di amore e tutte si potevano esprimere in questo modo:

Mi sta a cuore il tuo benessere e lo cerco e sperimento in tutti i modi possibili, perchè sono manifestazione della Stessa Vitalità ed Energia in ogni cosa in questo stato e dimensione..

Onoro la tua AnimA perchè è Una, rispetto la Tua Luce o Vibrazione, Suono. Sostengo la tua integrità e la tua luce e ho fiducia in esse, come un compagno di viaggio lungo il percorso della vita, ognuno di noi creatore del proprio universo.

Pian piano s’impara che dare è ricevere e che ricevere è dare.

La cosa più difficile da apprendere è l’amore di sé; ma se non vi permeate di amore, come potete darlo agli altri?

Punto numero Uno, AnimA si è , non si acquista, non lo si diventa …

Ci vuole pratica per imparare a volersi bene e noi tutti abbiamo bisogno di questa pratica. L’amore di sé deriva dal vivere in modo tale da non tradire se stessi, dal vivere secondo la propria verità.

L’amore di sé va esercitato, praticandolo in ogni infinita espressione ed esperienza di noi: soltanto così si può apprenderlo e farne esperienza. Forse può esservi utile qualche semplice consiglio. Cercate, per esempio, la cosa che vi è più facile amare

– un fiore, un albero, un animale o un’opera d’arte

– e limitatevi a stare seduti in sua presenza e a dargli il vostro amore prezioso, più che dare riconoscervi in quella vibrazione, o meglio ancora ricordare che abbiamo creato noi tutto questo da un momento preciso dell’universo dal momento che la Coscienza a scelto di manifestarsi.

Dopo aver fatto questo un certo numero di volte, provate a estendere un poco di quell’amore prezioso a voi stessi. Chiunque abbia un dono di tale valore da offrire, come il vostro amore, è certamente degno di essere amato.

Così che il mondo fuori (l’universo) confermerà con l’esperienza che è così!

Un altro consiglio: sedete davanti allo specchio per dieci minuti e amate la persona che vi è riflessa. non dimenticate che anche quello che vedi di là dallo specchio non è reale, ma noi ci vediamo specchiati negli altri noi.

Non siate critici nei suoi confronti: tutti quanti siamo abili a trovare ogni sorta di difetti in noi stessi. In questo particolare «esercizio», ciò non è permesso: sono consentiti soltanto gli apprezzamenti positivi.

Ogni volta che formulate un commento critico, ricominciate da zero a calcolare il tempo: provate a vedere se riuscite a trascorrere 3 minuti, poi 5 poi 7 e infine 10 minuti senza rivolgervi una sola critica, potreste vedere in voi una luce come al neon o gialla o di altro colore tutta intorno a voi e comprendere che l’estensione di là dallo specchio è una vostra immagine riflessa creata dalla Vostra Forma Mentis.

(Francesco Ciani Naturopata)

L’Arte di Vivere

La nostra capacità di godere la vita dipende dal modo in cui scegliamo di elaborarla, più che da fattori esterni. Non vi è nulla al di fuori di noi che abbia il potere di darci felicità o soddisfazione.

Sei già intero, completo. Non avrai tutto, sei già tutto. Considera con attenzione questo pensiero. Se non stai godendo la vita ora, con quello che hai accumulato, nel tuo attuale stato di salute, con il lavoro e la relazione amorosa che hai al presente, non potrai neppure apprezzare e godere condizioni di vita nuove o differenti.

La nostra capacità di godere la vita dipende dal modo in cui scegliamo di elaborarla, più che da fattori esterni. Non vi è nulla al di fuori di noi che abbia il potere di darci felicità o soddisfazione. Ciò che determina la qualità della vita è la scelta di sentirsi realizzati o meno, scelta che si fonda su ciò che pensiamo, su come vediamo noi stessi e il nostro posto nell’universo. Di conseguenza se sei una persona che ha bisogno di aver sempre qualcosa in più per sentirsi completa, continuerai a sentirti incompleto anche quando avrai ottenuto di più.

Pensare in accordo con il principio dell’abbondanza significa credere a un dialogo interiore di questo tenore: «Mi piace essere la persona che sono e ciò che ho ottenuto nella vita fino a ora. Non ho bisogno d’altro, neppure di un piccolo cambiamento, per essere felice o completo. So nel mio cuore che non riuscirò ad avere tutto, ma che sono già tutto. L’universo non ha fine, io sono l’universo e perciò non ho confini».

Formulando le tue personali affermazioni e credendovi dimostri di essere pronto a sintonizzarti sull’abbondanza. Si racconta la storia di un uomo che va da un santone per chiedergli quali sono le cose essenziali di cui ha bisogno per ottenere perfetta felicità e successo per il resto della vita. Il guru risponde «Niente», suggerendo implicitamente che ha già tutto ciò di cui ha bisogno. La felicità e il successo sono dinamiche interiori che trasferiamo nelle attività della vita, più che qualcosa che otteniamo dall’esterno.

Quando agiamo sulla base del principio della scarsità, generalmente pensiamo: «Se soltanto avessi quest’altra cosa, allora mi assicurerei finalmente felicità e successo». Un esame più approfondito di questo ragionamento ci mostra che in realtà stiamo dicendo: «Ora non sono completo. In qualche modo manco di qualcosa di cui ho bisogno. Quando la otterrò, allora sarò completo». Se è questo ciò che credi, allora stiamo parlando di una persona incompleta, handicappata.

Una simile mentalità presuppone che non siamo ancora esseri umani completi, felici, pieni d’amore, totali, che non abbiamo già in abbondanza dentro di noi ciò che ci sembra mancare. Perciò operiamo sulla base di pensieri di carenza, di bisogno, e finiamo per rimanere intrappolati nell’idea che «devo avere di più prima di poter essere Felice». È invece proprio questo modo di pensare a impedirci di vivere in sintonia con l’abbondanza che regna ovunque.

Sei già tutto. Possiedi già tutto quello di cui hai bisogno per la felicità, il successo, la realizzazione e i nobili ideali umanitari che molti di noi coltivano. Se i bisogni essenziali sono soddisfatti, e abbiamo cibo, acqua e aria, allora abbiamo dentro di noi la possibilità di essere estaticamente felici. Come ha detto Gandhi: «Dio va dagli affamati sotto forma di cibo».

Possiamo apprezzare e celebrare il meraviglioso miracolo che siamo. Possiamo affrontare e elaborare tutto ciò che ci succede senza giudicare. Viviamo in un mondo di abbondanza, infinito, e il modo in cui lo pensiamo dipende interamente da noi, è una scelta. Persino in prigione conserviamo il nostro spazio di libertà, perché siamo liberi di pensare.

Nessuno può portarci via questa libertà. Mai! Una volta che ce ne rendiamo conto, possiamo metterci in rapporto con l’abbondanza, facendola diventare la parola chiave della nostra esistenza.

Sì, davvero, sei già tutto. Tutto ciò che è necessario per avere abbondanza nella vita, tu lo sei già. Sintonizza l’antenna, e cerca di trarne finalmente vantaggio nella tua vita.

(Dott. Wayne W.)