Guarire con un Abbraccio

Nonostante ciò, per quanto possa sembrare assurdo, ci sono persone a cui non piace essere abbracciate, perché si sentono a disagio e invase nel loro spazio personale. In realtà, però, ognuno di noi prima o poi ha bisogno di ricevere un caldo abbraccio.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Affinché un abbraccio trasmetta emozioni, dobbiamo prima imparare ad abbracciare noi stessi.
Grazie a ciò, possiamo far diminuire lo stress e rafforzare la nostra autostima.
Ci sono persone che ci abbracciano con tanta forza che sembra vogliano romperci, ma in realtà stanno solo modellando il vestito dell’amore sul nostro corpo.

Ci sono abbracci che creano una sintonia speciale tra la mente, il corpo e le nostre emozioni.
Ci sono abbracci che non risolvono niente, ma che hanno la capacità di confortarci.
L'immagine può contenere: crepuscolo, cielo e spazio all'aperto
Il fatto che qualcuno ci circondi in modo sincero può arrivare a risanare le nostre ferite, allontanare la solitudine e le paure e riempirci di gioia.
Affinché un abbraccio trasmetta emozioni, dobbiamo prima imparare ad abbracciare noi stessi.
Grazie a ciò, possiamo far diminuire lo stress e rafforzare la nostra autostima.
Un giorno un abbraccio guarirà tutte le ferite.
Nonostante ciò, per quanto possa sembrare assurdo, ci sono persone a cui non piace essere abbracciate, perché si sentono a disagio e invase nel loro spazio personale. In realtà, però, ognuno di noi prima o poi ha bisogno di ricevere un caldo abbraccio.
Cèline Riviere

Malattia Espressione dell'AnimA

Serata dedicata alla comprensione dell’esperienza, che porta l’acquisizione di Consapevolezza di Sè, manifestazione del proprio Benessere Interiore, Fisica ed Emotivo, in ogni infinita espressione della Vita già Presente, la Tua.

 
La conferenza è aperta a tutti
Presso: Biblioteca Via Roma, 405, 35030 Montemerlo PD
Contattare l’organizzazione per verificare la disponibilità,
Possibilità di richiedere appuntamenti per consulenze mirate al proprio personale Benessere come espressione del proprio Equilibrio
Per Informazioni e iscrizioni:
Elisabetta 347 110 1080
Silvia 346 601 3949
Doretta 346 158 2200
 
 
 

L'Arte di Vivere

La felicità è un tuo affiorare interiore, è un risveglio delle tue energie, è un risveglio della tua AnimA.

Possiedi tante cose, ma non possiedi te stesso.
Hai tutto ciò che ti può rendere felice ma non sei felice,
perchè la felicità non potrà mai essere frutto dei possessi.

La felicità è un tuo affiorare interiore, è un risveglio delle tue energie, è un risveglio della tua AnimA.
Fermati.. osservati, nel moto impetuoso del tuo fare,
lascia precipitare ciò che persiste o resiste alla tua mente pensante
poi fai come la Crisalide con la stessa Forza nello schiudersi,
Alzati in Volo
Osho modificata by Francesco Ciani

Resa: atto finale

È questo il significato della resa: una consapevolezza interiore, una contentezza che ti investe quando sei sicuro di essere in armonia con la forza dell’universo. Sapere che l’abbondanza è tuo diritto inalienabile e che tutto scorre verso di te, attraverso di te, quando non opporrai più resistenza al flusso.

Voglio concludere sul Perdono, che per me rappresenta una meravigliosa fatica d’amore, con un concetto finale, quello della resa: esso non comporta in alcun modo la cessione del controllo della propria vita a un’altra persona, organizzazione o ideologia.
Con resa, intendo semplicemente l’affidarsi fiduciosi alle forze e ai principi sempre operanti in questo universo perfetto, proprio come ci si arrende ogni giorno ai principi che fanno di noi un’unità che lavora e che ama, senza discutere, lottare, lamentarsi e neppure pretendere di comprenderli completamente. Proprio come ci si arrende ai grandi principi che governano l’universo e tutte le creature che ne fanno parte.
Perdonare è più facile dopo questa resa. Quando ti renderai conto che ognuno di noi percorre la propria strada, facendo quello che sa fare in quel momento date le condizioni della sua vita, allora ti potrai liberare di ogni impulso ostile verso gli altri, per il fatto che seguono il proprio destino.
Sai anche che sei stato tu, per una qualche ragione, a far entrare nella tua vita ciascuna di queste persone con il suo comportamento. Arrendendoti ti rendi conto che la presenza di quella persona nella tua vita, anche se ti ha causato dolore o portato complicazioni, ti offre l’opportunità di imparare un’importante lezione. Il perdono viene quando ci si arrende alla perfezione della realtà. Tale resa si sostituisce al vano domandarsi perché alcune cose siano così dolorose e incomprensibili.
Risultati immagini per resa finale Amore
L’arrendersi va oltre il perdonare, e può facilmente reggere il fardello non solo di questo capitolo ma di tutto il libro. L’idea di resa è inseparabilmente legata a quella di fiducia. Arrendendoti ti affidi alla perfezione e alla bellezza della realtà, e allo stesso tempo sei cosciente del paradosso che ogni sofferenza sulla faccia del pianeta è parte di tale perfezione, come lo è il tuo intenso desiderio di porvi fine.
La morte non è punizione, ma transizione. A morire è solo la forma, il pensiero è eterna energia, la Tua Coscienza integrata non si dissolve. Tu sei quel pensiero, quell’energia Vitale, e non muori mai. Arrenditi completamente e smetti di combattere contro tutto. Quando raggiungerai questo senso di fiducia nella realtà ti meraviglierai di non esserti arreso prima, perché sentirai una grande pace e serenità.
Un modo per cominciare ad arrenderti è quello di impegnarti a perdonare ogni persona con cui tu abbia avuto dissapori o conflitti. Manda a ognuno un dono e un biglietto di auguri e quando sei tentato di rispolverare i vecchi pensieri pieni di acre¬dine e di dolore, ricorda a te stesso che il rapporto con quella persona è stato guarito dal balsamo del perdono.
Risultati immagini per resa finale
E come se sapessi di dover morire domani, e sapessi pure di non poter passare per tale transizione lasciandoti dietro delle persone che hai odiato. Immagina un cielo che richiede amore per tutti gli esseri umani, senza eccezioni, e immaginati capace di realizzare tale obiettivo.
In molti sensi il cielo sulla terra richiede proprio questo – un amore incondizionato, libero da pretese, che dà alla persona amata il diritto di essere ciò che vuole senza perdere il nostro amore. E questa la resa cui mi riferisco, una sorta di fiducia nel fatto che l’universo, te compreso, sia perfetto.
Quando ho cominciato a progettare questo libro, mi sono arreso. Ho accettato il fatto che i principi di cui parlavo erano veri e onnipresenti nell’universo. Avevo totale fiducia in essi, come del resto ancor oggi. Mentre procedevo nella scrittura, mi lasciavo andare al progetto, senza tensione, assilli, timori di non riuscire a portare a termine l’impresa.
Mi ero arreso all’idea che il libro sarebbe stato scritto, e che non c’era bisogno di lottare nel corso della sua stesura. Mi sedevo e formulavo le idee che avevo tratto dalle mie esperienze di vita, dalla ricerca e dalle letture compiute, dalle lezioni dei grandi maestri spirituali dell’umanità.
Immagine correlata
Quello di cui avevo bisogno sembrava arrivare sempre al momento giusto. Mentre lavoravo a un capitolo, ricevevo per posta un nastro registrato da parte di una persona che mi aveva sentito parlare, e che mi diceva di avere un contributo per chiarire un punto da me trattato. Ed effettivamente lo faceva. In altre occasioni, era un libro, anche questo ricevuto per posta, mandatomi da una persona che mi diceva che dovevo assolutamente leggerlo.
Il libro arrivava sempre nel giorno in cui ne avevo bisogno. Molte volte quando volevo una citazione particolare mi avvicinavo alla massiccia pila di libri e riviste accatastate sulla mia enorme scrivania di vetro e la mano ne sceglieva uno.
Quando mi sedevo alla macchina da scrivere, aprivo il libro a una certa pagina e proprio lì trovavo una citazione perfetta. Esattamente ciò di cui avevo bisogno per rendere più efficace e suggestiva l’argomentazione che svolgevo.
Mai prima avevo avuto un’ esperienza del genere, di perfezione senza sforzo, per un periodo di tempo così prolungato. Scrivendo mi arrendevo a essa, e le permettevo di fluire senza impedimenti, attraverso di me, nel libro e al lettore. Senza ansie, stress, conflitti, semplicemente con la chiara coscienza che tutto funziona perfettamente.
Immagine correlata
Non sto proponendo di fare a meno della pianificazione o dell’impegno. In realtà ti troverai a impegnarti e a far piani persino più che in passato. Descrivo solamente ciò che avviene quando si è coscienti che tutto andrà bene, perché dentro di noi vi è armonia. Devi solo dare amore e serenità; mentre svolgi i compiti che hai scelto, sii interiormente cosciente che tutto andrà come deve andare.
È questo il significato della resa: una consapevolezza interiore, una contentezza che ti investe quando sei sicuro di essere in armonia con la forza dell’universo. Sapere che l’abbondanza è tuo diritto inalienabile e che tutto scorre verso di te, attraverso di te, quando non opporrai più resistenza al flusso.
È come se avessi, quale parte della tua coscienza, la tua Anima che ti osserva e che ti vuol bene, un compagno con il quale hai una conversazione muta e affettuosa, una coscienza dietro la forma. Quella parte di te è sempre perfetta; non c’è lotta o sofferenza: è la dimensione trascendente del pensiero.
Risultati immagini per abbraccio
Rolf Jacobsen, un poeta norvegese di profonda sensibilità, ha scritto una bellissima poesia, merita di essere letta lentamente e con amore.
Sono l’uccello che bussa alla tua finestra la mattina e il compagno che non puoi conoscere, i fiori che si accendono per i ciechi.
Sono la cresta del ghiacciaio più in alto delle foreste, l’abbagliante, e le voci di ottoni dalle torri della cattedrale.
Il pensiero che improvvisamente ti assale a mezzogiorno e ti riempie di singolare felicità. Sono chi hai amato molto tempo fa.
Di giorno ho camminato al tuo fianco, guardandoti intento, e ti ho messo la bocca sul cuore, ma tu non lo sai.
Sono il terzo braccio, la seconda ombra, quella bianca, per cui non hai cuore e che non ti potrà mai dimenticare.
Risultati immagini per ti abbraccio amore mio
Dentro tutti noi esiste il ponte che ci unisce a quest’invisibile parte di noi stessi. La vita è qualcosa di più del mero esistere quotidiano nella forma per poi sparire nell’abisso del nulla eterno. I pensieri sono la nostra parte magica, ci possono portare in luoghi senza confini e limiti. In questo mondo del pensiero, senza dimensione, tutto è possibile.
Non ti chiede niente la vita risvegliata, vuole solo che ti riempia dell’energia vitale che muove l’universo e che onori e consideri anche la parte invisibile di te stesso, oltre all’altra fisica che è la sua manifestazione e proseguo. Accogli queste idee e guarda dove ti portano.
Facendolo:
Ricorda, non devi lottare … Non devi combattere
Non devi vincere. Devi solo Sapere.
NAMASTE
Celebro in te il luogo in cui siamo tutti una sola cosa.
Va bene copiare ciò che si vede, ma è meglio disegnare ciò che si vede nella mente … Allora la memoria e l’immaginazione si liberano della tirannia imposta dalla natura.
Edgar Degas
(Wayne W. Modificato Francesco Ciani)

L'Arte di Vivere

Ciò che si manifesta a livello profondo come vero e proprio disturbo, come malattia del soma, altro non è che l’indice di spostamento e del mancato accordo di psiche, anima e corpo.

Quando l’anima, ossia l’amore puro, viene limitata nel suo incessante fluire, ecco che allora ha luogo la disfunzione, perché essendosi creata intorno a essa una guaina energetica ci sarà il mancato accordo di quest’ultima con la psiche e il corpo.
Noi siamo fusione di queste tre componenti modali, il cui funzionamento determina il nostro benessere o malessere.
Risultati immagini per arte di vivere
Ciò che si manifesta a livello profondo come vero e proprio disturbo, come malattia del soma, altro non è che l’indice di spostamento e del mancato accordo di psiche, anima e corpo, “o meglio asse della Mente, Asse dello Spirito e Asse dell’Anima”.

“Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste.
Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà.
Non c’è altra via.
Questa non è Filosofia, questa è Fisica”
Albert Einstein
Immagine correlata
Molte persone responsabilizzano delle proprie malattie il mondo, gli altri, le circostanze esterne o al Padre Eterno. Esse non riescono a cogliere il nesso tra pensieri, convinzioni, sentimenti, comportamenti e malattie.
Questo accade per una difficoltà obiettiva, legata al fatto che spesso la malattia insorge dopo molto tempo dalla messa in atto di pensieri, convinzioni, emozioni e comportamenti errati.
Risultati immagini per arte di vivere
Quando l’anima si svincola dal corpo, quando noi non riusciamo più ad ascoltare i sussulti e i moti del nostro spirito e non siamo più centrati nel cuore, accade che la mente prenda il sopravvento.
Essere solo mente ci impedisce di guardare la vita e la realtà con uno sguardo giusto, in quanto essa è composta anche da credenze errate che nel tempo si sono strutturate e che ci guidano facendoci percorrere strade sbagliate e conducendoci alla sofferenze. (separazione dal proprio Sè e da se stessi).
risvegliodiunadea.altervista.org/?p=13376 modificato Francesco Ciani

L'AnimA è…manifestazione del Sè

Le persone più difficili da amare sono proprio quelle che hanno più bisogno di Amore.

Quando l’AnimA è satura dentro di amarezza e dolore diventa incredibilmente bella e potente soprattutto. Di quella potenza io sono orgogliosa.

(Alda Merini, Tratta da “Vuoto d’amore”)
 

Solo nell’Adesso sono presenti le infinite possibilità, vivere nel qui e ora significa accedere e sperimentare con la nostra AnimA, e trasformare gli eventi impossibili in un divenire ordinario realizzato.
Le persone più difficili da amare sono proprio quelle che hanno più bisogno di Amore, e che non esistono dei momenti banali, tutto diventa importante e vero se vissuto dal cuore, se vivi nel disordine e nel coas della mente permetti al tuo Cuore di chiederti dovè?
(DICENDO IL PROPRIO NOME), risp. QUI!!
CHE ORA E’? risp. ADESSO!!
CHE COSA SEI? risp. QUESTO MOMENTO!!

AnimA

mi insegnerai a volare e io ti insegnerò a restare

Dal tuo Sentire Interiore, mirata alla tua Anima dille così:
“Amami … Anima mia!
Ma non fermare le mie Ali se vorrò volare … sii le mie Ali …dilata i miei sensi, e la Consapevolezza, 

non chiuderti in questo corpo come in una gabbia, per paura di perdermi...e di fare esperienze …
Amami con l’umile certezza del tuo Amore, che tutto può e tutto sa … 
ed io non andrò più via da Te, nessuna malattia ci separerà mai più …
e se sarò in un cielo lontano ritroverò la strada del tuo pensiero … 
del tuo Sentire di eterno presente  manifesto nella Vita che sei e che sono,
e quando ti manifesterai dal punto luce del mio Cuore, dove tu esisti veramente con me, 
mi insegnerai a volare e io ti insegnerò a restare”.
(Preghiera Indiana modificata by Francesco Ciani)

L’Arte di Vivere

Non esiste nell’organismo un qualcosa che possa essere negativo e contro la Vita, sappiatelo!

La nostra coscienza pensa ai ricordi il nostro corpo li vive,

quando si pensa di averli cancellati..

eccoli che si presentano ancora i sintomi nel corpo..

la memoria è nel cuore e nelle cellule..

Ogni sofferenza, ogni disagio nasce da un rifiuto,

Tutto ciò a cui si resiste, persiste!!! (base di tutte le malattie croniche e di tutte le dipendenze).

Non esiste nell’organismo un qualcosa che possa essere negativo e contro la Vita, sappiatelo!

L’organismo non crea realtà negative alla nostra realtà esistenziale, queste cose succedono quando la Consapevolezza è dissociata dalla Mente, dallo Spirito e dall’Anima, non si trovano, non comunicano fra di loro!

(Francesco Ciani)

L’Arte di Vivere

Mi emoziono ogni volta che vedo negli altri la sua vera Natura dell’Essere Superiore imbrigliato nei confini della pelle e limiti di un corpo sofferente, chiuso lì …

Ti sei mai fermato a guardare lo sguardo riflesso di te stesso negli occhi del’altro Te?

Quante volte mai … ti sei riconosciuto. E quante volte hai pianto perché non lo sei stato.. o non ti sei riconosciuto sentendoti “tradito”.La scintilla della Vita parte e si manifesta anche dal gioco riflesso dell’Anima nello sguardo infinito che c’è…

… non fermarti mai nei sui riflessi …

Mi emoziono ogni volta che vedo negli altri la sua vera Natura dell’Essere Superiore imbrigliato nei confini della pelle e limiti di un corpo sofferente, chiuso lì …

dove l’Anima si manifesta con tutte le sue Emozioni sorde alla Mente.. che non vuol cedere il posto, che vuol organizzarti la Vita…

Non è un vedere fisico ma un Sentire che viene dalla nostra Coscienza … è un rompere e far precipitare tutti i modelli mentali ricostruiti nella mente da una Verità obsoleta e dualista, un Sapere che viene da dentro,

un Ascoltarsi su chi siamo e dove siamo veramente manifesti, è un battere che non conosce distanze, confini, limiti, è Amore manifesto e accetto che genera e scrive con Te dentro e fuori di Te la Vita che hai già scelto di Vivere.

Acquisizione di una consapevolezza integrata:

La civiltà occidentale è largamente votata al culto dell’illusione. Manca una diffusa informa sulla natura dell’Anima e del Sé, di chi è l’Uomo e cosa È!

Gli scrittori e gli intellettuali non ne parlano mai, i filosofi vi alludono e la maggior parte degli scienziati la negano. Non ha alcun ruolo nella cultura popolare, non c’è

 

una canzone che ne parli in modo incisivo dove la Musica ne è la forma, non viene messa in scena a teatro, né trasmessa alla televisione.

L’educazione ci condiziona a credere che non vi sia nulla al di là della percezione sensoriale….rilegato ai 5 sensi, di ciò che la Maya ci presenta una realtà duale fuori di noi, creata dalla nostra stessa mente inconsapevole.
(Francesco Ciani “raccolta di emozioni personali”)

L’Arte di Vivere

La Mente studia la Via Attraverso la Rosa dei Venti..ma niente di più folle se non l’Amore …

L’arte di Vivere nasce e si manifesta ogni giorno, nella misura in cui ti sorprende con il suo modo totalmente surreale di formulare non solo la creazione in ogni Opera o gesto che si compie, ma anche in qualsiasi pensiero o azione.

Sei disposto a abbandonare questi piacere apparentemente indispensabili?

la Magia è molto potente e allo stesso tempo molto semplice…

scrivi con la penna Rossa “No” nella mano destra, e con la penna Blu la parola “Io Posso” sulla tua mano sinistra..

Se userai il Tuo Sentire che Unisce.. vivrai nello Stupore e nell’Amore

Se userai la tua mente che divide … allora ripeterai l’esperienza non compresa.

Quale Arcobaleno o Melodia può accendere la Luce dell’Anima quando scende il buio nel Cuore..

La Mente studia la Via Attraverso la Rosa dei Venti..ma niente di più folle se non l’Amore…

Segue la più Accesa delle Logiche.. incomprensibili per la Mente,

Miele per l’Anima e Fuoco per lo Spirito.

Dove le pupille si aprono nello Stupore della Mente che osserva.

Il momento più importante è l’alba, nel suo divenire.. dove i raggi impetuosi alzano il velo della notte ormai… leggera nel cielo.

La notte e il giorno, Yin e Yang, le due Forze sono insieme di due aspetti della stessa cosa.

Sono diversi, mai uguali, inseparabili e divisi dallo scandire del tempo.

Sono distinti, non sono due, la dualità non esiste.

Come in una danza l’uomo (Spirito) e la donna (Anima),

che sono sì meravigliosamente differenti, si ritrovano nell’Asse dell’Energia (Mente) che nell’Amore Vibrante si fondono per diventano Uno.

Coscienza Integrata e Manifesta di tutti i Colori dell’universo.

Il limite dell’Amore in sè , non è altro che un paradigma mentale, i limiti e confini non esistono affatto.

L’atto di volontà solo a parole non basta, non basta immaginarsi di essere l’Amore, Amare, donare, donarsi, non è questo il fare! A cui si riferisce la Coscienza, il Fare è l’essere, tu sei, se fai, se non fai niente non esisti,

la manifestazione dell’Amore e la Coscienza in Sè sono la stessa cosa, non è che la Coscienza a deciso di manifestarsi, la manifestazione non è un atto della Coscienza, è la COSCIENZA.

Riconoscersi dentro e fuori di Noi dove la Natura si manifesta, riproducendo lo stesso Miracolo in ogni momento presente il tuo.

(Ciani Francesco “raccolta di emozioni personali”)