Celiachia e Risoluzione

Grazie a questa personale esperienza ho compreso ogni manifestazione e integrata ogni possibile aspetto di me stessa, o ferita che chiedeva di essere compresa e risolta.

Testimonianza e Risoluzione da Celiachia.
Mi chiamo Elena Bambi di Firenze
Ho conosciuto Francesco Ciani, non molto tempo fa, durante un corso di kinesiologia, nei pressi di Pisa; oltre tutto non ho mai messo in pratica niente di tutto ciò che ho appreso quel giorno, però avevo accanto a me la soluzione dei miei problemi, la mia rinascita, che ora cercherò di spiegare:
Ho vissuto 10 anni della mia vita rincorrendo uno status salutare che mi mancava da molto tempo. Tutto è iniziato nel 2005 con i primi sintomi gastrointestinali, per arrivare dopo due anni ad una diagnosi di celiachia, mal di testa, spossatezza, stanchezza post prandiale, dolori diffusi, allergie, scarsa energia sia fisica che mentale, disordine.
Decisi di mia spontanea volontà di iniziare la dieta, ma a breve mi ritrovo peggio di prima, in continua sofferenza fisica e mentale. Il mio corpo iniziò a dare segni evidenti di sofferenza, orticaria, pelle spenta, capelli dimezzati, stanchezza, nervoso ormai cronico.
Immagine correlata
Inizia a starmi tutto stretto, lavoro, vita sociale, soprattutto la famiglia d’origine, relazioni, in ogni contesto sociale, rilevavo difficoltà o problemi disarmanti. Inizio pian piano a cercare risposte, tutto era maledettamente ingarbugliato.
Nel frattempo mi ritrovo sola con una figlia e senza lavoro.
Decido di alzarmi con le poche forze rimaste e mi iscrivo ad una scuola di massaggi olistici, conosco un gruppo fantastico di persone e la mi vita inizia ad aprirsi per la prima  in modo diverso.
Immagine correlata
Nel frattempo ricordo di Francesco al corso e lo contatto, iniziamo un lungo dialogo, decido a breve di incontrarlo, parliamo dei miei problemi di salute, lavoriamo sull’asse intestino – cervello, sulla Consapevolezza e integrazione di tutte le mie parti che urlavano la necessità di essere comprese ristabilendo l’armonia e la guarigione,
facendomi da ogni punto di vista  osservare le varie prospettive e possibilità latenti dove non ho mai attinto, riconoscendo ogni resistenza nascosta che persisteva, durante tutto questo lavoro dentro di me, non legato solo ad una alimentazione ottimale e sana, a rimedi mirati incisivi e importanti, tant’è che a breve sento e vedo miglioramenti, ogni giorno più presenti e consolidati, portare armonia e benessere sotto ogni profilo.
Imparo così con il suo supporto a prendere Consapevolezza di quello che sono veramente, e da quel centro riordinare e creare una Vita degna di Essere vissuta, sotto ogni molteplice aspetto, mi tolgo i vecchi vestiti di dosso, tutto ciò che persisteva o resisteva rilegato al mio processo di malessere o malattia, non sono più chi ho sempre pensato di essere, capisco di aver vissuto una vita di sensi di colpa…. frustrazioni identificandomi con ciò che mi separava dentro producevo fuori una realtà duale e separativa in ogni suo aspetto della mia vita.
Inizio a gioire di tutto anche dei soldi che non avevo, non potevo pensare di avere soldi e guadagni se prima non comprendevo di divenire in primis, la vera ricchezza interiore della mia stessa Vita da ogni punto di vista, tutto inizia ad essere molto chiaro, ora il passato è stato per me solo una possibilità di comprensione, crescita evoluzione sotto ogni possibile aspetto, e  non mi appartiene più … ora ho imparo a fregarmene a lasciarlo scivolare non facendo mai più resistenza … non permetto che attecchisca o accresca inducendo ferite o lesioni sia fisiche che emotive, mai più.
Nel frattempo inizio ad amare in modo incondizionato il mio lavoro, prendermi cura delle persone che vengono a me, amo il massaggio, perchè le tecniche che uso e le modalità  con tutto il mio personale percorso, possono portare un sollievo, nelle parti di quelle persone che a specchio mi chiede un aiuto.
Risultati immagini per guarigione
Così vivendo una nuova vita di tutti i colori che già siamo aiuto gli altri, e la ricchezza dell’Amore che siamo già manifesta sotto ogni tocco, sguardo, da ogni mio gesto, parola e sentire si manifesta, si materializza.
Un guadagno di emozioni e ricchezza interiore e stabilità anche economica, per  me è vita, il mio carburante, ognuno ha da insegnarmi qualcosa, così nascono rapporti e scambi meravigliosi.
Parto i primi di Settembre per una breve vacanza da cui torno a 46 anni con la Varicella,  il mio Sistema immunitario ora che si è recuperato totalmente sotto ogni asse, produce la reazione da guarigione  anche chiamata “die off” in inglese o Reazione di Herxheimer.
Sento nel profondo che qualcosa è cambiato….buttando fuori non solo Virus, istamina, metalli, tossiemia, celiachia, disbiosi, batteri ma anche costrutti ideaci mentali o culturali, legittimi solo per una mente errante poco consapevole di Sé.
Immagine correlata
Grazie a questa personale esperienza ho compreso ogni manifestazione e integrata ogni possibile aspetto di me stessa, o ferita che chiedeva di essere compresa e risolta.
La Vita è meravigliosa ti porta al limite per comprendere che non hai limiti.
la risposta di Francesco alla mia guarigione:
ADESSO SEI LIBERA!!!!!
Grazie di questa meravigliosa Comprensione e Guarigione Elena
Una volta fatta precipitare la paura schematizzata sotto immagini pensiero,
si è liberi di pensare e valutare eventi, persone, e cose nella danza degli insiemi.
Si allargano gli orizzonti e ci si libera dai condizionamenti educativi.. che rilegano alla colpa, paura, che ci limitano..ecc.

Scoprirai Anima, che l’esistenza, è bellissima vibra ed è piena di Amore, Colore e Suoni !!
Così da ottenere la capacità di riuscire e accelerare il proprio processo evolutivo, dilatando i proprio Sentire e i Sensi.
Così la tua Anima si manifesta nel presente dal Punto Luce del Tuo Cuore dove Tu Anima esisti veramente !!
(Francesco Ciani)

 

Crespino

È applicata per: enterite batterica, dissenteria amebica, fermentazioni abnormi intestinali, colera, salmonellosi, infezioni da candida

Berberis aristata (Crespino indiano)

Cresce spontanea in tutta l’area dell’Himalaya ad un’altitudine di 2000-4000m.

É un arbusto spinoso, alto sino a tre metri, con foglie piccole e lucide bordate da ciglia spinose.

Le sostanze chimiche contenute sono le seguenti: berbamina, berberina, berberubina, columbamina, idrastina, jatrorrizina, ossicantina, palmatina.

Agisce come vasodilatatore, diminuisce la frequenza cardiaca, stimola le funzioni intestinali, riduce la vasocostrizione bronchiale, uccide i batteri della pelle.

Azione farmacologica: antibiotica, antispasmodica, coleretica, carminativa antifermentativa, antipiretica, immunostimolante.

È applicata per: enterite batterica, dissenteria amebica, fermentazioni abnormi intestinali, colera, salmonellosi, infezioni da candida, splenite cronica, cirrosi epatica, infezioni batteriche della gola, congiuntiviti, tracoma, Grave forma di infezione della congiuntiva e della cornea (cheratocongiuntivite) ad andamento cronico, causata da un batterio gram-negativo trasmesso da mosche o per trasferimento diretto attraverso mani e panni infetti. Cura le malattie infettive degli occhi, dissenteria, colecistite.

L’avvento degli antibiotici ne ha limitato l’uso, ma ciò non diminuisce l’importanza del Berberis aristata come disinfettante intestinale. È doverosa una considerazione sull’attività degli antibiotici a livello intestinale.

Risultati immagini per crespino

Essi non distinguono la flora naturale da quella patogena, quindi l’assunzione di questi farmaci implica anche una distruzione generalizzata di tutti i microorganismi presenti.

L’erba agisce come un antisettico selettivo risparmiando la naturale flora intestinale

Posologia: estratto secco : 250-400 mg il giorno, l’infuso della radice un cucchiaino per tazza d’acqua bollente macerazione per 15-20 minuti, bere due tazze al giorno.

Non sono conosciute controindicazioni nel dosaggio prescritto, tuttavia è consigliabile evitare l’assunzione in gravidanza e nei disturbi cronici del tratto gastrointestinale, come ulcera duodenale o gastrica, reflusso esofageo, coliti ulcerose, diverticolite.

DepurVin

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/depurvin/

EpaVin

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/epavin/

Flora batterica

Recenti studi sui meccanismi cellulari di queste interazioni mostrano, per esempio, che colonizzare topi germ-free con il Bacteroides thetaiotaomicron, produce effetti sulla espressione genica delle cellule epiteliali. Questo batterio commensale influenza diversi geni responsabili dell’assorbimento dei nutrienti

Il ruolo della flora batterica nei meccanismi patogenetici

Il continuo colloquio tra l’ospite e la flora intestinale determina lo stato di salute o
l’instaurarsi di malattie(1).

Comprendere le interazioni batterio-batterio e batterio-ospite può portare a nuove conoscenze dei meccanismi patogenetici di diverse patologie.

La flora batterica è talmente complessa che può essere considerata un organo funzionale. La diversità spaziale e temporale rende difficile la definizione di flora normale.

Quella che generalmente viene considerata una normale struttura e funzione della flora intestinale è il risultato di complesse interazioni tra l’ospite e i microorganismi che lo colonizzano.

Tali normali caratteristiche comprendono la motilità, la secrezione, l’assorbimento, la composizione cellulare, l’attività mitotica, la lunghezza dei villi e la profondità delle cripte.

Recenti studi sui meccanismi cellulari di queste interazioni mostrano, per esempio, che colonizzare topi germ-free con il Bacteroides thetaiotaomicron, produce effetti sulla espressione genica delle cellule epiteliali. Questo batterio commensale influenza diversi geni responsabili dell’assorbimento dei nutrienti, delle funzioni della barriera mucosale, del metabolismo xenobiotico, dell’angiogenesi, del sistema nervoso enterico e della maturazione intestinale postnatale.

Inoltre differenti specie sono state mostrare produrre differenti cambiamenti nell’espressionegenica e partecipare a differenti funzioni fisiologiche(2). Risulta evidente che sarà la somma cumulativa dell’intera flora che produrrà l’effetto finale.

Wash Intestinale :

DepurVin

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/depurvin/

Fortif 4

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/fortif-4/

Fortif 3

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/fortif-3/

Fortif 2

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/fortif-2/

Fortif 1

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/fortif-1/

Influvin T

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/influvin-t-2/

 

Riferimenti

1) Hart AL et al. Review article: the role of the gut flora in health and disease, and its modification as therapy.

Aliment Pharmacol Ther 2002; 16: 1383–1393.

2) Hooper LV, Wong MH, Thelin A, Hansson L, Falk PG, Gordon JI. Molecular analysis of commensal host–

microbial relationships in the intestine. Science 2001; 291(5505): 881–4

(Prof. Paolo Mainardi)

dal libro: Alla Ricerca dell’Una Medicina

la flora Intestinale

I cambiamenti più importanti durante lo sviluppo post-natale riguardano la maturazione intestinale, dove risiede la maggior parte del microbiota, al quale affidiamo compiti che vanno dalla estrazione energetica dal cibo, alla risposta immunitaria.

La flora intestinale, un organo dimenticato.

Il termine flora è desueto, in quanto si riferisce alla botanica, il termine corretto è microbiota intestinale che per dimensioni e funzioni può essere considerato equivalente ad un organo (1)

È costituito da circa 1012 batteri per g, 400-500 specie diverse, con un numero di geni da 50 a 100 volte il nostro genoma. Numericamente i batteri sono 10 volte superiori alla somma delle nostre cellule somatiche e germinali, complessivamente l’attività metabolica corrisponde a quella di un organo dentro un organo. (2)

Oltre ad essere numeroso, è un esercito estremamente addestrato in grado di assumere rapidamente risposte sincrone alle stimolazioni ambientali. Lo schema è quello del gioco “il dilemma del prigioniero”, ogni battere opera una scelta sulla base di quello che pensa sarà la scelta del suo vicino.

A questo esercito affidiamo numerosi e complessi compiti essenziali per la nostra sopravvivenza.

Questo avviene durante il programma di sviluppo neonatale che rappresenta un graduale distacco del neonato dalla mamma. Infatti il latte materno sostituisce il cordone ombelicale nella duplice funzione di proteggere, prima, e, poi, nutrire il neonato .

Al momento della nascita l’intestino è completamente formato, ma sterile e completamente permeabile. L’elevata permeabilità serve a permettere il passaggio dei fattori di crescita e degli anticorpi presenti nel colostro . Addirittura il colostro contiene degli inibitori delle peptidasi, per impedire una loro demolizione.

Con il primo latte l’intestino viene infestato da miliardi di batteri, la Natura ha scelto di farli arrivare tutti, ma di selezionare quelli simbiotici da quelli disbiotici controllando le condizioni del terreno di arrivo, soprattutto il pH. La sensibilità dei ceppi batterici al pH è dell’ordine del decimo di unità, variando il pH si modula la distribuzione dei ceppi batterici, favorendo quelli simbiotici o quelli disbiotici.

Durante il programma di sviluppo l’intestino impara a proteggere il neonato, impara a produrre i propri anticorpi, i fattori di crescita, quindi, a poco a poco, la permeabilità si riduce non essendo più necessario fare entrare quelli della mamma.

E’ una fase molto delicata, il neonato impara gradualmente ad essere autonomo, soprattutto nella capacità difensiva. È un’immagine molto bella: il distacco del neonato dalla mamma non avviene con il taglio del cordone ombelicale, ma è graduale, giorno dopo giorno grazie al colostro e al latte materno. In questa fase si ha una maturazione dell’intestino che si prepara ad una vita autonoma.

La maggiore maturazione intestinale avviene durante lo svezzamento, è in questa fase che l’intestino, esposto violentemente a molti antigeni, sviluppa le capacità difensive. Purtroppo diamo poca importanza all’allattamento al seno e allo svezzamento, che deve avvenire in modo graduale sulla base di una adeguata maturazione dell’intestino.

Studi su animali dimostrano che il non allattamento, o la sostituzione del latte con acqua, porta alla non maturazione dell’intestino. L’uomo è un animale più evoluto, ha sviluppato sistemi compensatori al non allattamento, che può avvenire anche per cause naturali, ma l’intestino subirà una minore maturazione, sarà più debole. Oggi sappiamo che durante la fase del programma di sviluppo si ha la massima vulnerabilità, se qualcosa in questa fase va storto, si acquisiscono vulnerabilità i cui sintomi possono presentarsi anche in età adulta.

Al di là di chiedersi se i vaccini oggi proposti siano utili, occorre seriamente valutare la possibilità di posticiparli per essere certi che l’intestino sia sufficientemente maturo da sopportarli. Il modello sperimentale di encefalite autoimmune, proposto erroneamente come modello della sclerosi multipla, si ottiene iniettando ripetutamente peptidi nel peritoneo di animali per circa 20 giorni.

Il sistema immunitario degli animali è molto elevato, tanto che per far insorgere alcune malattie occorre inibirlo (cavie nude). La continua sollecitazione del sistema immunitario, a seguito delle ripetute iniezioni, porta ad una errata risposta immunitaria, porta al cronicizzarsi di una infiammazione intestinale, che può trasferirsi a livello cerebrale per produrre una encefalite.

In un soggetto debole, magari ulteriormente indebolito da stati febbrili, o da uso di antibiotici, il cocktail peptidico dei vaccini può aggravare un processo infiammatorio, che si può cronicizzare e portare ad encefaliti.

Durante il complesso programma di sviluppo post-natale avvengono profondi cambiamenti del sistema gastro-intestinale: aumenta la secrezione di muco, che ha lo scopo di proteggere la membrana cellulare, lo stomaco impara a produrre acido, importante scudo protettivo da tutto quello che può arrivare dal cavo esofageo.

Stupidamente, per un reflusso gastro-esofageo, spesso mal diagnosticato, somministriamo gli inibitori della pompa protonica (IPP), che diminuiscono l’azione protettiva dello stomaco, riducono le capacità digestive degli enzimi epatici, che funzionano a pH acido. In questo modo una maggiore quantità di agenti patogeni arriverà nell’intestino, insieme ad una maggior quantità di cibo mal digerito.

Inoltre rallentano l’apertura dello sfintere pilorico, che avviene quando si raggiunge il massimo di acidità, pertanto il cibo ristagnerà più a lungo nello stomaco, fermenterà, producendo gas acidi che risaliranno verso l’alto.

La FDA allerta che questi farmaci producono gli stessi effetti per cui sono somministrati, allerta che un uso prolungato può portare a danni degenerativi o, addirittura, alla fibromialgia.

I cambiamenti più importanti durante lo sviluppo post-natale riguardano la maturazione intestinale, dove risiede la maggior parte del microbiota, al quale affidiamo compiti che vanno dalla estrazione energetica dal cibo, alla risposta immunitaria.

Una corretta maturazione dell’intestino è fondamentale per la nostra salute.

Riferimenti

  1. O’Hara AM, Shanahan F. The gut flora as a forgotten organ. EMBO Rep, 2006 Jul;7(7):688-93

  2. Bocci V (1992) The neglected organ: bacterial flora has a crucial immunostimulatory role, Perspect Biol Med 35: 251-260

  3. Okun E, Griffioen KJ, Lathia JD, Tang SC, Mattson 1v1P, Arumugam TV. Toll-like receptors in neurodegeneration.Brain Res Rev. 2009 l’lfar;59(2):278-92

  4. Delzenne NM, Neyrinck Alvl, Cani PD.Modulation of the gut microbiota by nutrients with prebiotic properties: consequences for host health in the context of obesity and metabolic syndrome. Microb Cell Fact. 2011 Aug 30;1 O Suppi 1 :S 10.

 

DepurEssiac

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/depuressiac/

NutriCol

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/nutricol/

NutriFlor

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/nutriflor/

NutriZym

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/nutrizym/

DEPURAZIONE TERAPIA GAPS

 

La Risposta intestinale

Spesso la dieta, intesa come semplice restrizione calorica, non è in grado di curare i sintomi e di ristabilire una corretta risposta metabolica.

Per una corretta simbiosi è necessario che i batteri siano in grado di percepire i cambiamenti ambientali, in modo da potere adattare il loro ambiente.

I B. thetaiotaomicron hanno più geni che codificano per i sistemi di rilevamento dei segnali, che includono δ-fattori e sistemi regolatori a 2 componenti:

– δ-fattori sono proteine necessarie alla sintesi dell’RNA

– i sistemi a 2 componenti sono sistemi di trasduzione del segnale: la struttura prototipo comprende una proteina chinasi istidina che è regolata da stimoli ambientali: in risposta ad uno stimolo questa proteina autofosforilizza un residuo istidina, formando un gruppo fosforile ad alta energia, che viene trasferito ad un residuo aspartato della proteina regolatrice della risposta.

Questo induce una modificazione conformazionale del dominio, che provoca l’attivazione di un dominio ad esso associato, responsabile della risposta.

Questo processo rappresenta il modo di comunicazione tra i batteri e le cellule intestinali, un sistema di comunicazione a due vie, grazie al quale i Batteroidi modulano le funzioni intestinali. (2,3)

I batteri commensali modulano l’espressione di geni coinvolti in diverse funzioni intestinali:

– L’assorbimento dei nutrienti

– La fortificazione della barriera mucosale

– Il metabolismo xenobiotico

– L’angiogenesi

– La maturazione intestinale post-natale

L’intimo colloquio del microbiota intestinale con il sistema immunitario dell’ospite apre nuove prospettive.(4)

La grande diversità del genoma dei microbi intestinali fornisce uno straordinario equilibrio, che, quando finemente sintonizzato, mantiene un stabile omeostasi.

Una alterazione della microflora a seguito di un disequilibrio del sistema immunitario porta ad un aumento della traslocazione di antigeni batterici verso tessuti metabolicamente attivi e può condurre ad uno stato infiammatorio cronico con conseguentemente deterioramento delle funzioni metaboliche come:

– Insulina resistenza

– Accumulo epatico di grassi

– Mancata risposta insulinica

– Eccessivo sviluppo del tessuto adiposo

Questo squilibrio può portare alla insorgenza di malattia metaboliche, e quindi il trattamento precoce della disbiosi intestinale è in grado di impedire e/o rallentare l’epidemia di malattie metaboliche.

Spesso la dieta, intesa come semplice restrizione calorica, non è in grado di curare i sintomi e di ristabilire una corretta risposta metabolica.

Questi studi ci fanno immaginare l’intestino ben diverso dalla visione Dantesca del “il lumbrico sacco oe si tramuta in merdaquel che si trangugia”.

Sia i processi digestivi, sia la risposta immunitaria sono modulati dall’interazione battere-cellula intestinale sulla base delle risposte a stimolazioni ambientali.

Questo spiega la nostra sensazione di difficoltà a digerire in risposta ad agenti stressanti, che è espressa da frasi come “blocco dello stomaco”, “un pugno allo stomaco”, e spiega una maggiore vulnerabilità in seguito a stress. Sappiamo che è più facile ammalarsi quando si è depressi o sotto stress.

Riferimenti

  1. Bengmark S. Acute and chronic phase reaction- a mother of diseases. Clinica! Nutrition (2004) 23, 1256-1266
  2. Hooper LV, Gordon JI. Commensal host-baccerial relationships in che gut. Science. 2001 May 11 ;292(5519):1115-8.
  3. Hooper LV, Vong MH, Thelin A, Hansson L, Falli PG, GordonJI. Molecular analysis of commensal host-microbial relacionships in che intestine. Science.2001 Feb 2;291 (5505):881-4.
  4. Burcelin R, Garidou L, Pomié C. Irnmuno-microbiota cross and talli: the new paradigm of metabolic diseases, Semin Immunol. 2012 Feb;24(1):67-74.
  5. (Prof. Paolo Mainardi)

    Libro: Alla Ricerca dell’Una Medicina

    scarica il PDF DEPURAZIONE TERAPIA GAPS

    DepurEssiac

    https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/depuressiac/

    NutriCol

    https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/nutricol/

    NutriFlor

    https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/nutriflor/

    NutriZym

    https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/nutrizym/