Cherry plum: il fiore della distensione/perdita di controllo

Trattenere i sentimenti, paura di tirare fuori le cose. Paura di lasciarsi andare, paura di perdere la ragione, paura di escandescenze improvvise e cortocircuiti mentali.

Floriterapia:
“L’apprendimento della lezione, rende inutile il dolore”
Edward Bach
CHERRY PLUM: 
Prunus Cerasifera, Fiore della Paura Mirabolano (il fiore della distensione/perdita di Controllo) “Assistenti”

Sintomo dello squilibrio: Saturazione lotta x l’autocontrollo – paura di commettere qualcosa di terribile – paura di impazzire, ossessioni, si cammina avanti ed indietro.
Trattenere i sentimenti, paura di tirare fuori le cose. Paura di lasciarsi andare, paura di perdere la ragione, paura di escandescenze improvvise e cortocircuiti mentali.
Favorisce: Riequilibra il sistema neurologico, convulsioni, perdita o eccesso di controllo degli sfinteri, incontinenza, eiaculazione precoce, anorgasmia, caos vascolare, aritmie, palpitazioni, sanguinamenti, ipertensione. Capacità di esprimere le emozioni nel momento giusto, l’approccio rilassato alla propria sfera emotiva. Con fessurazione nella lingua Walnut. Corto circuito cellulare o ormonale.
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Nel paziente si osserva: Forte tensione interiore, sguardo fisso, eccitazione o troppa rigidità, finge di essere tranquillo (attenzione tranquillo non felice).
Tensione costante, eccessivo controllo, perdita dell’autocontrollo.
Isomorfismo di Cherry Plum: Caos, Perdita di controllo, Rimurgina dei pensieri che ritiene folli, si deve ipercontrollare, contrazione interna, reazioni violente.
Le Risposte Di Cherry Plum
Ho i nervi a fior di pelle
Non riesco a lasciarmi andare
Ho paura di perdere l’autocontrollo
Temo di impazzire
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Non Confondere con: White Chestnut che ha sempre pensieri ossessivi ma che non generano paura d’impazzire. Hanno ripetutamente lo stesso pensiero.
Paura di esplodere, è la mela Esplosiva di E. Bach. La sua frase tipica è quella di perdere le staffe, paure di se stessi, e paura di fare del male, vorrebbero liberare le loro espressioni, ma hanno paure che fanno soffrire, e che trattiene tutto dentro, il bambino che ha attacchi di ira distruggendo, guance rosse e guarda in su, soffre di stitichezza.
L'immagine può contenere: 1 persona
Associazioni Floreali: Cherry Plum per la tipologia ipercontrollata, + Elm per il sovraccarico di impegni 4 gocce 4 volte al dì e crema per uso esterno da applicare sullo sterno e sullo stomaco con Holly per il dolore trafittivo + Vervain per il dolore irradiato.

Le vertigini 

La paura di non riuscire a controllare quello che accade, di non controllare lo spazio circostante si traduce in vertigini più o meno accentuate, dirette (vertigini in luoghi elevati) o indirette (situazioni particolari che provocano le vertigini).

Malattia Espressione dell’AnimA
Le vertigini sono sensazioni che comportano perdite di equilibrio, sensazioni di «terra che manca sotto i piedi» o instabilità dei riferimenti visivi intorno a noi.
Le vertigini esprimono il nostro bisogno di dominio dello spazio circostante e la ricerca di punti di riferimento precisi, definiti e stabili.

Per questa ragione riguardano principalmente le persone ansiose o falsamente «distaccate». Uno degli strumenti essenziali dell’equilibrio corporeo è l’orecchio, in particolare con quella «sorta di sabbia» che si trova dentro l’orecchio interno, la cui posizione e i cui movimenti sono fortemente responsabili della nostra stabilità fisica.
verti
Ora, l’orecchio, che appartiene al Principio dell’Acqua, rappresenta effettivamente i nostri punti di riferimento fondamentali.
La paura di non riuscire a controllare quello che accade, di non controllare lo spazio circostante si traduce in vertigini più o meno accentuate, dirette (vertigini in luoghi elevati) o indirette (situazioni particolari che provocano le vertigini).
È il caso classico delle vertigini avvertite nei giochi dei luna-park o durante la pratica di alcuni sport, nei quali i nostri punti di riferimento spaziali vengono disturbati.
ORECCHIE paura di sentire, carenza di equilibrio interiore.
VERTIGINI disequilibri, problemi con l’infanzia, variazione della situazione conosciuta.
LABIRINTITE mancanza di pace interiore.
Micheal Odoul

La Paura

E’ un prodotto della nostra immaginazione,
che ci fa temere cose che non ci sono nel presente 
e che forse neanche mai esisteranno.

La paura non è reale!
L’unico posto dove può esistere è nel nostro modo di pensare al futuro.
E’ un prodotto della nostra immaginazione,
che ci fa temere cose che non ci sono nel presente
e che forse neanche mai esisteranno.

Si tratta quasi di una follia, non mi fraintendere, il pericolo è molto reale,
ma la paura è una scelta.
Tutti noi ci raccontiamo una Storia,
e quel giorno in cui la vivrai puoi scegliere la tua vita dove deve cambiare. comprenderai che non sei, chi perde…
non sei chi vince…
sei la Vita che Sceglie, divenendo l’Esperienza Stessa.
La Tua Vita si manifesta nel Fare Consapevole del Momento Presente,
Non esisti nella paura del passato…
Come non sopravvivi nell’ansia del futuro…
Qui e Ora Anima Mia … Qui e Ora.
(Francesco Ciani Naturopata)

Sistema urinario

Le malattie del sistema urinario significano che viviamo delle tensioni in merito alle nostre convinzioni profonde, quelle sulle quali edifichiamo la nostra vita e che rappresentano le nostre «fondamenta»

Il sistema urinario

Il sistema urinario è quello che ci permette di controllare i liquidi organici e di eliminare le tossine dal corpo. Si compone di reni e vescica. Filtra, immagazzina ed elimina le «acque utilizzate» dal nostro organismo, proprio come l’intestino crasso elimina le nostre materie organiche. L’uno elimina i solidi, laddove l’altro elimina i liquidi.

Questo ruolo è fondamentale perché l’acqua del corpo è un vettore essenziale della memoria profonda dell’individuo. Il Principio energetico dell’Acqua è d’altronde intimamente legato alle «memorie ancestrali». Siamo in presenza dell’attività più occulta e più potente del corpo umano, quella della gestione delle «acque sotterranee» e della fertilità (fecondità).

Risultati immagini per paura pipi

Le malattie del sistema urinario

Le malattie del sistema urinario significano che viviamo delle tensioni in merito alle nostre convinzioni profonde, quelle sulle quali edifichiamo la nostra vita e che rappresentano le nostre «fondamenta». Indicano che abbiamo paure e resistenze di fronte agli eventuali cambiamenti della nostra vita, che abbiamo paura di essere destabilizzati da obblighi che ci costringono a cambiare. Ci parlano inoltre delle nostre paure profonde, fondamentali, come la paura della morte, della malattia grave o della violenza.

Risultati immagini per i reni

I reni

I reni sono due organi essenziali al processo di gestione e di filtraggio dei liquidi organici e dei sali nell’organismo. Filtrando oltre 1.500 litri di sangue al giorno, i reni smistano, estraggono le tossine dal sangue e le trasformano in urina. Regolano il livello di acqua e di sali minerali estraendoli dal sangue e restituendoli in funzione dei bisogni. In tal modo facilitano la capacità di resistenza e di recupero nello sforzo. Vediamo come ciò si ricollega al loro ruolo «energetico». Fanno leva sulla vescica per eliminare l’urina dal corpo.

Infine, giocano un ruolo molto importante nello stress, nelle paure e nel loro controllo.

Per il tramite delle ghiandole surrenali (medullosurrenali e cortico-surrenali), i reni secernono infatti degli ormoni che determinano il nostro comportamento di fronte a stress e paure. Le medullo-surrenali secernono adrenalina e noradrenalina che stanno alla base delle nostre reazioni di fuga e di lotta. Quanto alle cortico-surrenali, secernono dei corticoidi naturali che controllano il livello «infiammatorio» della nostra reazione, vale a dire la sua intensità emozionale e passionale a livello cellulare.

Risultati immagini per i reniLe malattie dei reni

I problemi renali ci parlano delle nostre paure, profonde ed essenziali (la vita, la morte, la sopravvivenza) oppure riferite al cambiamento. I problemi renali possono significare che abbiamo difficoltà ad abbandonare abitudini o vecchi schemi di pensiero o di credenza.

Tale resistenza al cambiamento può essere dovuta a paure, a un’insicurezza o a un rifiuto di muoversi, a un ostinato attaccamento a convinzioni profonde che rifiutiamo di abbandonare, benché tutto sembri condurci, per non dire costringerci, in quella direzione. La cristallizzazione su questi vecchi schemi può spingersi sino a trasformarsi in un’analoga cristallizzazione a livello dei reni (calcoli).

Queste malattie si accompagnano spesso a disturbi oppure a dolori a livello lombare.

Le sofferenze renali significano anche che abbiamo vissuto una situazione

ne di paura violenta e viscerale (incidente, attentato, eccetera) nel quale siamo stati consapevoli di sfiorare la morte, di averla vista da vicino. Talvolta accade persino che in certe situazioni i capelli (che sul piano energetico dipendono dai reni) divengano improvvisamente bianchi.

Immagine correlataLe malattie dei reni possono infine esprimere la nostra difficoltà a mettere o trovare stabilità nella nostra vita, a trovare il giusto equilibrio tra l’attività,

l’aggressività e la difesa che appartengono al rene sinistro e la passività, l’ascolto e la fuga che appartengono al rene destro. Per questo, le tensioni renali ci indicano talvolta la nostra difficoltà a decidere nella nostra vita e a fare in modo che quanto abbiamo deciso si produca.

(Michel Odoul)

Rimedi Fitoterapici Spagyrici Alchemici:

RenVin

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/renvin/

DiurVin

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/diurvin/

 

La Vescica

Le malattie della vescica possono anche significare che viviamo paure rispetto agli «antenati» che non riusciamo a superare. I ragazzi che hanno paura (giustificata o meno) dei loro genitori e in particolare del padre, o talvolta delle loro rappresentazioni (nonni, professori, eccetera), la esprimono sovente attraverso enuresi (incontinenza notturna).

La vescica riceve, immagazzina ed elimina i liquidi organici carichi di tossine che le vengono inviati dai reni.

Tale gestione delle urine è lungi dall’essere così insignificante come appare, in quanto se la vescica non svolgesse il suo compito, il corpo si intossicherebbe completamente. A livello del sistema urinario la vescica equivale all’intestino crasso per il sistema digestivo.

Rappresenta l’ultimo stadio del processo di gestione e di eliminazione dei liquidi organici e, per estensione energetica, dei «vecchi ricordi».

Le malattie della vescica

Le malattie della vescica sono il segno delle nostre difficoltà a scaricare le nostre «acque usate», vale a dire i vecchi ricordi che non ci soddisfano più. Antiche convinzioni, vecchie abitudini, schemi di pensiero inadeguati rispetto alla situazione presente sono tutte «memorie» che «intossicano» la nostra mente, come le tossine lo fanno per il corpo.

Quando le energie della vescica funzionano correttamente, queste «tossine» vengono eliminate senza problemi. I disturbi o i dolori della vescica ci dicono invece che ciò non avviene nel giusto modo. Indicano che abbiamo paura di abbandonare o di cambiare queste abitudini, convinzioni, schemi o modalità di pensiero o di azione.

Un attaccamento eccessivo ad alcuni ricordi, soddisfacenti o meno, ci conduce talvolta ad irrigidirci nella nostra vita, a cristallizzarci, a rischio di soffrirne (benché ne troviamo frequentemente anche un certo beneficio, fosse anche solo per un facile e momentaneo conforto interiore).

Queste situazioni si traducono in tensioni della vescica e le cistiti o le altre infiammazioni ci parlano di ciò informandoci inoltre che esiste in noi una collera o una forma di ribellione nei confronti del nostro atteggiamento.

Le malattie della vescica possono anche significare che viviamo paure rispetto agli «antenati» che non riusciamo a superare. I ragazzi che hanno paura (giustificata o meno) dei loro genitori e in particolare del padre, o talvolta delle loro rappresentazioni (nonni, professori, eccetera), la esprimono sovente attraverso enuresi (incontinenza notturna).

Le ragazze mostrano piuttosto la tendenza ad esprimere gli stessi timori attraverso ripetute cistiti.

Michel Odoul

Rimedi Consigliati:

CISTYASE URTO

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/cistyase-urto/

https://www.rimedifitoterapici.it/prodotto/cistyase-compresse/