Sinergie dei più Famosi Dottori e Aromatologici Francesi

Leggere scrupolosamente le precauzioni di impiego prima di ogni utilizzazione degli olii essenziali.
Cercandone le proprietà ed il suo Chemiotipo, se non trovate Oli Essenziali senza una corretta “carta di Identità” non usateli mai.

Pelle, Allattamento, Gravidanza
Screpolature del capezzolo, (Nard):
O.E. Pelargonium x asalum, Geranio Rosa,: 0,3 ml, 7 gocce,
O.E. Commiphora molmol (Mirra): 0,3 ml , 7 gocce,
O.E. Cistus ladaniferus CT pinène, Cisto: 0,6 ml, 14 gocce,
O.E. Lavandula spica, Lavanda Spica,: 0,3 ml, 7 gocce,
O.E. Rosmarinus officinalis CT Verbénone (Rosmarino a verbénone): 0,6 ml , 14 gocce,
O.V. Argan: 5 ml
O.V.Germe di grano: raggiungere a 15 ml
da 2 a 3 applicazioni locali al giorno fino a guarigione completa.
Mani screpolate “Olio per la cura”, (M.C Laparé):
Risultati immagini per mani screpolate rimedi
O.E. Lavanda Vera 20 gocce
O.E. Geranio Rosa CV Egitto 20 gocce
O.E. Cedro dell’Atlante 20 gocce
O.E. Palmarosa 20 gocce
O.V. Rosa Moscheta 5 ml
O.V. Mandorla Dolce 10 ml
O.V. Germe di grano 10 ml
Utilizzarlo come agente rigenerante, applicarlo diverse volte al giorno. Visto la concentrazione alta in olii essenziali, limitare questo trattamento ad una settimana.
Smagliature sui seni – rieducativo – Unicamente Fuori dalla Gravidanza e Fuori dall’Allattamento (D. Baudoux):
Risultati immagini per smagliature seni
O.E. Helichrysum italicum (Elicriso): 2 ml
O.E. Cistus ladinferus CT pinène, Cisto: 2 ml
O.E. Myrtus communis CT cinéole (Mirto cineolo): 3 ml
O.E. Pelargonium x asalum, Geranio Rosa,: 3 ml
O.E. Aniba rosaeodora (Legno di rosa): 3 ml
O.V. Argania spinosa (Argan, 10 ml,)
O.V. Rosa rubiginosa (Rosa moscheta): raggiungere a 30 ml
1 applicazione locale mattina e sera pinzando” le smagliature (riportarle da bordo a bordo).
Smagliature prevenzione (D. Baudoux)
Immagine correlata
O.E. Lavanda vera 1 goccia
O.E. Geranio Rosa CV Egitto 2 gocce
O.E. Mandarino 3 gocce
O.V. Germe di grano 10 gocce
da 6 a 8 gocce della sinergia in applicazione locale sulle zone a rischio 2 volte al giorno fin dal 4 mese della gravidanza.
Ansietà e depressione durante la gravidanza – Olio” Gravidanza felice” (Purchon):
Immagine correlata
O.V. Semi di Uva: 1 cucchiaino da caffè
O.E. Pompelmo o Geranio Rosa: 2 gocce
O.E. Lavanda vera o Mandarino: 2 gocce
O.E. Sandalo o Ylang -Ylang: 1 goccia
Scegliere un momento in cui siete sole, con circa 30 minuti di tranquillità per voi. Riempite una borsa d’acqua calda porla sotto il vostro collo poi, il caldo favorirà il rilassamento.
Preparare poi un bagno tiepido, (34 – 37°) ed aggiungere il prodotto agitando l’acqua. Utilizzare le goccioline in sospensione al massaggiare il ventre ed il petto. Distendersi, parlare al vostro bambino e sciogliendo ogni trauma o idee nere.
Ansia “Baby Blues” (Depressione postnatale) -” Energizzante anti-baby blues” (Purchon):
Risultati immagini per ansia depressione post natale
O.E. Bergamotto: 60 gocce
O.E. Lavanda vera: 60 gocce
O.E. Geranio o Incenso: 40 gocce
O.E. Pompelmo o Mandarino: 40 gocce
– In una scodella versare un cucchiaio da caffè di olio di Semi di Uva e 10 gocce delle sinergia. Mescolare e gettare nel bagno agitando l’acqua.
– Dopo una doccia, umidificare un guanto umido con 2 o 3 gocce della sinergia. Strofinare leggermente il corpo.
– Nel massaggio al corpo, aggiungere 15 gocce della sinergia in un cucchiaio di olio di Semi di Uva.
Screpolature delle labbra, e dei Seni (D. Baudoux)
Risultati immagini per labbra screpolate
O.E. Hélichryse italiano (Elicriso): 1 ml
O.E. Lavanda Spica: 2 ml
O.E. Palmarosa: 2 ml
O.V.Germi di grano: 4 ml
3 gocce in applicazione locali 4 volte al giorno fino a miglioramento sensibile.
Smaglaiture Fuori Gravidanza (Clergeaud):
Risultati immagini per smagliature
In massaggio localmente sulle zone, potete utilizzare i seguenti olii puri o mescolandoli insieme tutti:
O.V. Macadamia
O.V. Rose moscheta
O.V. Avvocato
O.V. Enotera
O.V. Bourragine
O.V. Calophylle inophyle
Dinamizzare la soluzione aggiungete alcune gocce degli olii essenziali successivi:
O.E. Lavanda
O.E. Cipresso sempre verde
O.E. Limone
O.E. Rosmarino verbenone e/o Legno di Cedro
Mastite (D. Baudoux)
Risultati immagini per mastite
O.E. Eucalipto citriodora: 3 ml
O.E. Hélichryse italiano (Elicriso): 2 ml
O.E. Timo CT thujanol: 1 ml
6 a 8 gocce della sinergia in applicazione locale sul seno infiammato 3 volte al giorno durante 7 a 10 giorni.
20 gocce = circa 1 ml
100 gocce = circa 5 ml o 1 cucchiaino da caffè
1 cucchiaio = circa 20 ml
Per più notizie e per ogni uso terapeutico degli olii essenziali, consultate un Medico, o un Medico Aromaterapeuta.
Leggere scrupolosamente le precauzioni di impiego prima di ogni utilizzazione degli olii essenziali.
Cercandone le proprietà ed il suo Chemiotipo.
Avvertimento: Queste proprietà, indicazioni e modo d’uso sono tratte dai libri sotto, lavori e siti Internet di riferimento all’Aromaterapia.
Sono informazioni regolari e confermate dalle osservazioni per mezzo scientifico. Queste notizie sono date a titolo informativo, non costituiscono in nessun caso una notizia medica, ne da sostituire con la terapia in atto fornita dal medico curante, né impegnare la nostra responsabilità. Per ogni uso degli olii essenziali in un scopo terapeutico, consultate un medico.
INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE:
“Huiles essentielles – 2000 ans de découvertes aromathérapeutiques pour une médecine d’avenir” de Dominique Baudoux
“Aromathérapie” du Dr Jean Valnet Éditions Maloine
“L’Aromathérapie exactement” du P. Franchomme et Dr D. Pénoël
“La Bible de l’aromathérapie” de Nerys Purchon
“ABC des huiles essentielles” du Dr Telphon
” L’aromathérapie” de Nelly Grosjean
” Les huiles essentielles pour votre santé” de G. Roulier
” Les cahiers pratiques de l’aromathérapie française – Pédiatrie” de Dominique Baudoux
Lettres d’informations Aroma-News de l’association NARD
” L’aromathérapie – Se soigner par les huiles essentielles” de Dominique Baud

Cancro, disbiosi e cure naturali

eliminare le otturazioni in amalgama, togliere ogni frammento residuo di amalgama di mercurio rimasto incastonato nell’osso mascellare (eventualmente con l’aiuto di un potente magnete), risolvere eventuali problemi di infezione dell’osso (cavitazioni), debellare i parassiti, eliminare ogni possibile fattore di contaminazione ambientale, disintossicare l’organismo e adottare una dieta specifica.

Personalmente non ritengo che si possa attribuire l’insorgenza del cancro ad un’unica causa, e quanto scritto nel libro “I pilastri della salute e la rete di interconnessioni” dovrebbe far capire che, sebbene un grosso trauma psichico (specie se non viene stemperato dalla condivisione del dolore con amici e parenti) possa essere all’origine di un tumore, non è detto che quella sia l’unica causa:

disbiosi, parassitosi, focus dentali, intossicazione da metalli pesanti ed altri veleni, possono essere tutti fattori che contribuiscono alla genesi della malattia. Lo stesso si può dire del rapporto tra disbiosi/candidosi e cancro: il nesso causale può esserci, ma non è detto che sia quella l’unica causa.
Conosco personalmente chi ha provato a curare le persone a sé più care intervenendo solo sul fattore psichico ottenendo un fallimento totale (col senno di poi si è scoperto che i focus dentali erano molto probabilmente parte del problema), ma sono a conoscenza altresì di persone che grazie a quell’approccio sono guarite (in tal caso il trauma psichico era di gran lunga l’aspetto preponderante del problema).
L'immagine può contenere: cibo
Lo stesso dicasi di chi ha cercato di affrontare il cancro solo con l’alimentazione e lo stile di vita (dieta tendenzialmente crudista, pulizia dell’intestino coi clisteri, etc.) e che non sono riusciti ad ottenere il risultato sperato fino a quando non hanno affrontato la bonifica dei focus dentali.
Altro esempio potrebbe essere il caso recente della fotomodella Candice, guarita dal cancro mangiando solo cibi crudi (e quindi anche frutta in quantità) che oltre ad adottare un cambiamento dietetico si è separata dal marito (evidentemente quel rapporto non idilliaco aveva il suo peso sulla psiche della giovane donna).
La dottoressa Clark, non a caso, nei suoi libri “La cura di tutte le malattie” e “La cura di tutti i cancri avanzati” (libri pieni di informazioni interessanti, anche se non ne condivido alcuni suggerimenti dietetici) afferma che bisogna agire a 360 gradi:
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
eliminare le otturazioni in amalgama, togliere ogni frammento residuo di amalgama di mercurio rimasto incastonato nell’osso mascellare (eventualmente con l’aiuto di un potente magnete), risolvere eventuali problemi di infezione dell’osso (cavitazioni), debellare i parassiti, eliminare ogni possibile fattore di contaminazione ambientale, disintossicare l’organismo e adottare una dieta specifica.
Io aggiungerei che potrebbe essere utile fare la neural-terapia a tutte le possibili cicatrici e intervenire anche sulle possibili cause psicologiche della malattia. Se in qualche caso dimenticare uno dei possibili cofattori può essere irrilevante, in certi casi purtroppo non lo è.
973 Entrambi editi dalla Macro Edizioni.

Allattamento

Sostegno e aiuto nella fase nutrizionale del bambino ed energia per la madre sia a livello nutrizionale che psichica oltre che organica ed emozionale

Rimedi Naturali nell’Aiuto e Ripristino.
Combinazione di piante della tradizione erboristica, minerali e vitamine opportunamente scelti in grado di favorire un’azione ricostituente e rimineralizzante naturale nei periodi di spossatezza e stress psicofisico.
In grado di aiutare i bambini e i ragazzi nelle loro attività quotidiane e nei cambi di stagione e, in generale, per sostenerli nella fase della crescita e dello sviluppo.
Risultati immagini per benessere allattament o
Il prodotto è indicato per stimolare in modo naturale l’appetito e per le donne di coadiuvare le normali funzioni della ghiandola mammaria nella produzione di latte materno.
Oligoelemento Zinco: (Zn2+)
Livello Fisico: Disfunzioni Pancreatiche, disfunzioni tiroidee, disfunzioni ovariche, la ritroviamo nella sindrome del disadattamento, turbe mestruali, sindrome prostatica, indifferenza sessuale e disturbi psichici della menopausa.
Risultati immagini per allattamento
Indicazioni: Regolatore specifico della funzione ipofisaria. Stimola il pancreas e la produzione di insulina. Tratta le insufficienze mestruali. Coadiuvante nella terapia dell’impotenza. Previene l’aterosclerosi. Controindicato nella TBC evolutiva e nel cancro conclamato.
Lo zinco attiva i più diversi ormoni ed enzimi; sono più di 200 le reazioni enzimatiche catalogate, per le disfunzioni delle gonadi, dell’ipofisi, pancreas, stimola anche l’attività del timo, è l’unico minerale che stimola l’attività del timo, e ritarda l’involuzione, di questa ghiandola.
Risultati immagini per benessere allattament o
Migliore l’azione dell’insulina, alleviando il diabete. Sostiene il sistema di difesa immunitario, e la produzioni degli ormoni della crescita e di quelli delle ghiandole riproduttive. Esso in tal modo stimola la funzione degli organi sessuali maschili ed allieva i dolori alla prostata ed alle ovaie “funzione elettiva”. Lo zinco inoltre stimola lo sviluppo del cervello e degli organi di senso.
È importante per la retina (specialmente per quanto riguarda la visione in condizioni di oscurità), così come per l’olfatto ed il fusto. Favorisce la rigenerazione e la guarigione delle ferite. L’osteogenesi e la cheratinizzazione degli strati superiori della pelle, dei capelli e delle unghie. Inoltre, esso protegge l’organismo dalle sostanze dannose e dalle radiazioni.
Immagine correlata
Psiche: Lo zinco favorisce lo sviluppo dell’intelligenza. È utile nei casi di affaticamento, debolezza, paura, tremore alle gambe, carenza di concentrazione ed insonnia (particolarmente in quest’ultimo caso, in quanto spesso indotto da un’iperattività della mente). Infine esso promuove l’intuizione e la spontaneità.
Spirito: Lo zinco avvia grossi mutamenti nel soggetto; lo aiuta a liberarsi dalle abitudini invariate e ad introdurre sostanziali cambiamenti nella sua vita. Lo rende, inoltre idealista e gli fa vivere più intensamente la propria esistenza, rendendolo, fra l’altro, più comunicativo.
Oligoelemento Rame: (Cu,Cu2+,Cu3+,Cu4+)
Immagine correlata
Oligoterapia: Il rame è necessario per la sintesi dei fosfolipidi, sostanze essenziali nella formazione delle membrane protettive della mielina che circonda le fibre nervose. Esso aiuta l’organismo ad ossidare la vitamina C e collabora con questa, alla formazione dell’elastina un elemento principale delle fibre muscolari elastiche di tutto il corpo.
Il rame è necessario per un’adeguata formazione delle ossa e del loro mantenimento. È necessario anche per la produzione dell’ RNA fra le migliori fonti. Influenza, stati infiammatori dati dall’effetto reumatologico, manifestazioni infettive ed infiammatorie acute e croniche. Infezioni Acute, Seconda Diatesi, batteriche Virali, scarse difese organiche
Immagine correlata
il Rame è proprio importante per le malattie Infettive, non solo per l’uomo ma anche per le piante come antivirale, il verderame è utile per interagire con le malattie delle piante, nei pomodori si usano gli anelli di rame, messi alla base del fusto, il rame è decisamente molto importante in tutte le malattie, come il bracciale in rame che si mette al braccio per l’uomo.
Anche per le affezioni epatiche e la colecisti, abbinato al ferro, e per problemi di psoriasi, è fondamentale per la formazione dell’emoglobina, il Ferro non può essere utilizzato senza la presenza del Rame
Risultati immagini per bimbi sani
tra l’altro se assunto con antibiotici, il rame ne potenzia l’azione, consentendo una riduzione degli antibiotici, (ma secondo la Naturopatia) o si prende il Rame o gli Antibiotici, favorisce anche la mobilizzazione della Vit. A, Vit. B e Vit. C, tra l’atro il Rame ha una Sinergia Elettiva con la Vit. C, e quindi durante il periodo infettivo integrare con la Vit. C.
Macronutriente: Favorisce l’assimilazione del ferro da parte dell’intestino e la trasformazione del cibo in sostanze nutrienti trasportabili dal sangue. Esso agisce quale catalizzatore nella formazione dell’emoglobina ed è responsabile della formazione degli enzimi che mantengono elastici i vasi sanguigni.Il Rame sostiene lo sviluppo degli organi sessuali femminili ed attenua i problemi collegati alle mestruazioni.
Immagine correlata
Inoltre favorisce la crescita e la respirazione delle cellule, oltre che la pigmentazione di pelle e capelli. È presente in forma più concentrata nel fegato, nel cervello e nel sangue, nei confronti dei quali ha una funzione stimolante. Può attenuare stati febbrili, sciogliere crampi, alleviare gli stati d’infiammazione e d’intossicazione.
Dosaggio: Si può assumere tutti i giorni.
Psiche: Il Rame stimola l’attività onirica e con essa, l’intero mondo dell’immagini inconsci ed il patrimonio di simboli a queste collegate. Il rame sviluppa, quindi, poderosamente la fantasia, aiutando a risolvere problemi complessi; garantisce, al tempo stesso, neutralità ed equanimità. Inoltre, facilita la libera espressione dell’emozioni e permette di vivere senza complessi la propria sessualità.
Immagine correlata
Spirito: Il Rame favorisce il senso dell’estetica ed il gusto del bello, nonché, la crescita culturale dell’individuo, rafforzando inoltre in questi il senso della giustizia, nonché la spinta all’amicizia e all’amore verso tutti gli esseri viventi.

Il seno femminile 

Gli uomini che ne sono tanto attratti, cercano nella donna una madre e, più che una piena maturazione della propria sessualità, vogliono cura, sicurezza e protezione: hanno quindi bisogno di una donna forte.

Malattia espressione dell’AnimA
Il seno nella donna per le sue funzioni e per la sua forma ha un’importanza centrale. Chiamato in medicina mamma (dal latino), simboleggia la maternità e la capacità di nutrire. Alla crescita del bambino nel corpo materno, corrisponde lo sviluppo del seno, che al momento della nascita è rigonfio di latte.
Il primo stimolo del bambino coinvolge madre e figlio e ha un effetto benefico sui dolori successivi al parto e sulle contrazioni dell’utero. È per così dire il segnale della rigenerazione dopo la nascita. Oltre ai sentimenti di gioia e di benessere riscontrabili presso la maggior parte delle madri mentre allattano, il succhiare reca sollievo al seno turgido ed è quindi gradevole anche da questo punto di vista.
Risultati immagini per seno femminile
Sebbene succhiare sia un riflesso innato, il contatto col seno morbido e il flusso di latte caldo riempiono il piccolo di felicità e di benessere.
Il seno è estremamente sensibile. Il contatto tenero e morbido della guancia del bambino e soprattutto il contatto con le labbra e la lingua del piccolo che succhia, producono sensazioni di piacere in moltissime donne.
Da questo punto di vista, possiamo dire che alla base dell’amore materno c’è anche una componente sessuale. Groddeck ritiene che l’allattamento susciti nella donna sensazioni passionali e risvegli in lei il desiderio di avere di nuovo rapporti sessuali. Egli interpreta questa osservazione come un servizio alla conservazione della specie, anche se proprio l’allattamento è una forma di protezione contro un nuovo e troppo precoce concepimento.
Risultati immagini per seno femminile
La tematica sessuale dell’allattamento al seno viene negata soprattutto da coloro che portano alle stelle la maternità. Il rapporto del seno femminile con la sessualità in generale è invece incontestato.
Tanto nell’allattamento quanto nel bacio, i seni vengono portati voluttuosamente alla bocca, e il piacere che la donna prova nella parte superiore del corpo non è dissimile da quello che procura il rapporto sessuale vero e proprio. li seno svolge qui il ruolo del pene che penetra, la cavità orale corrisponde all’utero.
Prescindendo dal fatto che il bambino, al momento dell’allattamento, vive la madre come una donna, il valore del petto nel resto della vita è evidente. La pressione sul seno materno è la prima esperienza che l’essere umano vive. È logico quindi che anche in seguito cerchi amore sul seno.
Immagine correlataQuesto vale ovviamente anche per le donne, che si stringono volentieri reciprocamente al seno, ricavandone una sensazione di tenera sicurezza. Se una donna si sente bene stringendosi al seno di un’altra donna, non significa affatto che sia lesbica. Il rapporto di una donna con il seno di un’altra è naturalmente più ovvio di quello di un uomo con il membro di un altro uomo.
Stringere qualcuno al petto è sempre un gesto di affetto e d’amore. Nessun’altra parte del corpo è in grado di comunicare affetto in modo altrettanto intenso e caldo, da nessun’altra parte si piange meglio che su un petto amico.
Che il seno, oltre alla sua funzione materna di nutrimento, sia un organo di comunicazione, lo mostra il fatto che solo negli esseri umani è sviluppato permanentemente, mentre negli «altri mammiferi» si sviluppa temporaneamente solo al momento di allattare.
Nel rapporto erotico, il seno diviene un organo sessuale: gli uomini lo cercano istintivamente. Lo spazio tra i seni è stato fin dai tempi più remoti evidenziato dalle donne per esercitare il proprio fascino sull’altro sesso. Le varie mode che si sono succedute negli anni, pur proponendo soluzioni sempre diverse, hanno rinunciato solo di rado dalla carica esplosiva di questa parte del corpo.
Immagine correlata
In passato, per alcuni periodi, le donne sono state libere di mostrare il proprio seno: pensiamo ad esempio all’epoca di Luigi XIV, per non parlare della moda dei cosiddetti primitivi.
Nell’antico Egitto la profondità del décolleté era correlata alla posizione sociale, mentre ad Atene le donne della borghesia nelle occasioni solenni si mostravano a seno nudo. Il «top-less» non è quindi un’invenzione del nostro tempo liberale.
In modo più o meno evidente, il seno è stato sempre – e lo è tuttora – sottolineato: sollevato attraverso corsetti, contenuto o esaltato dal reggiseno, tenuto in forma da particolari guaine, ha permesso alla donna di incrociare le braccia e di pavoneggiarsi.
Anche stringere il punto di vita serve ad evidenziare il seno. Gioielli come spille e collane attirano l’attenzione sul sottostante gioiello. Più attraente di un seno nudo è per i maschi pensare al modo in cui meritarsene la libera vista. Da questo punto di vista, chi indossa abiti scollati lo fa in modo abile e (semi)consapevole.
Risultati immagini per seno sex appel
Come le donne hanno da sempre mostrato la tendenza a evidenziare il loro seno prominente nei giochi sociali, gli uomini d’altro canto non hanno mai voluto rinunciarvi. Sono quasi esclusivamente uomini coloro che determinano le linee della moda.
Il seno con la sua morbidezza e cedevolezza, è la regione del corpo che offre minore resistenza. Questa conoscenza, propria intuitivamente dei neonati, è utilizzata da sempre dagli uomini per conquistare attraverso il seno tutta la donna.
Mentre le donne «si gettano al collo» (79) degli uomini, questi volano direttamente al loro seno. Probabilmente è la sua morbida forma semisferica che nel corso di tutta la vita ci fa preferire tutto ciò che è rotondo.
Nulla del seno respinge, anzi tutto è attraente e seducente. Esso viene descritto in modo più o meno pertinente, con immagini che ne evidenziano la rotondità e la perfezione. Tra la frutta, le mele e, talvolta le pere vengono usate come oggetti di paragone. Le fragole, i lamponi e i boccioli dei fiori servono da modello delle mammelle. Gli ungheresi, nel linguaggio corrente, definiscono i capezzoli boccioli.
Nel Medioevo e durante l’Inquisizione i religiosi fanatici sdegnavano il décolleté, definendolo «finestra del diavolo»; il seno lo chiamavano «sfera del demonio». Addirittura la politica si occupava dei seni provocanti e ci sono pervenute condanne per chi dirigeva i propri occhi verso questo «vergognoso oggetto».
Nei paesi cattolici in particolare, in epoche diverse, si è cercato di bloccare la pericolosa crescita del seno, comprimendolo di notte con lastre di piombo.
Il seno femminile è di gran lunga l’organo sessuale secondario più importante e la sua forza di attrazione è grande. Come tale, è ampiamente utilizzato e talvolta sfruttato. L’industria cinematografica soprattutto americana e italiana utilizza «star formose» che fanno battere forte i cuori degli uomini. Il valore di una donna è calcolato in base a tre cifre, tra le quali quella inerente la misura del seno è di gran lunga la più importante.
In tal modo il seno diventa uno strumento di giudizio in base al quale le donne vengono definite – e spesso si autodefiniscono. In un’epoca digitale basta un numero. Anche negli atteggiamenti sentimentali di vecchio stampo l’ideale di donna veniva formulato in base ai criteri sopra descritti. Il seno deve essere ben formato, sostenuto e di taglia media.
Risultati immagini per seno sex appel
Se è troppo piccolo, ha poco valore perché insufficiente, se è troppo grande risulta provocatorio. Per noi è difficile pensare che esistano culture che abbiano altri ideali di bellezza e che ad esempio prediligano «il seno cadente», in quanto indice di maturità e di vita pienamente vissuta.
Più grandi sono i seni, più (sessualmente) attraente è la donna: questo è il vero significato che si nasconde dietro le definizioni digitali. Si tratta tuttavia di una sessualità molto ricca dal punto di vista materno. Il «maschio conquistatore» può infatti nascondersi in questo seno e farsi coccolare come un bambino. Il feticismo del seno è allora un sintomo molto chiaro.
Gli uomini che ne sono tanto attratti, cercano nella donna una madre e, più che una piena maturazione della propria sessualità, vogliono cura, sicurezza e protezione: hanno quindi bisogno di una donna forte.
Che questa situazione caratterizzi la cultura infantile statunitense, a partire dal cibo, per passare a Mickey Mouse fino all’eterno gioco tra indiani e cow-boy, non sorprende di più di quanto non facciano le preferenze italiane in proposito. La mamma italiana ha sempre un seno pieno e si dedica interamente alla cura dei propri figli, piccoli o grandi che siano.
L’alto valore sociale e individuale attribuito al seno crea vari problemi. L’ideale femminile sottostà al gusto dell’epoca. Se alla fine del secolo scorso le figure rotondette e false magre erano molto appetibili, oggi invece è di moda la donna dalla linea slanciata. L’ideale femminile di Hollywood è quello di una star snella con seni grandi. Nel mondo antico faceva furore l’ideale Twiggy, una figura adolescenziale praticamente senza seno.
Di fronte a questa molteplicità di modelli, i problemi non mancano. Di fatto, escluso il naso, nessun altro organo viene sottoposto a interventi chirurgici quanto il seno femminile, senza che ce ne sia un reale bisogno dal punto di vista medico.
Al tempo stesso però nessun altro organo viene operato con altrettanta impellente necessità, dato che il carcinoma al seno è la forma di cancro che si manifesta con maggiore frequenza nella donna.
(78) È possibile accertare quanto affermato sulla base di esperienze concordi nella terapia della reincarnazione.
(79) Con la gola, come è stato già precedentemente accennato, ci si trova di fronte al tema del possesso. Chi si getta al collo di qualcuno, mira di conseguenza al suo possesso.
(Dott. Rudiger Dahlke)