Unghia di gatto 

È poi formidabile per combattere i virus: la ricerca medica un giorno scoprirà un gruppo di antivirali adattogeni e si renderà conto che l’unghia di gatto è uno
dei più potenti. Quest’erba è uno strumento eccezionale per contrastare PANDAS (disturbi neuropsichiatrici infantili di origine autoimmune associati alle infezioni da streptococco), SLA, infezioni da streptococco alla gola, sclerosi multipla, dolori di natura misteriosa e molto altro.

Se è evidente che l’infiammazione è uno dei fattori alla base delle malattie croniche, è vero anche che la ricerca medica non ha ancora scoperto che cosa la determina. La colpa è spesso da attribuire all’esplosione virale che dilaga ai giorni nostri; diversi ceppi e varietà di Epstein-Barr, herpes zoster, HHV-6 e altri virus erpetici, insieme a batteri e parassiti, sono all’origine della sofferenza di molte persone.
Per liberarci delle infiammazioni e degli altri sintomi debilitanti delle malattie croniche, dobbiamo liberarci degli agenti patogeni. E qui entra in scena l’unghia di gatto, o Uncaria tomentosa, una delle risorse più potenti per fermare
l’epidemia di malattie croniche e misteriose del XXI secolo.
L’unghia di gatto aiuta ad alleviare quasi ogni sintomo, da quello neurologico a quello digestivo. Quest’erba è stata sotto i riflettori per le sue proprietà terapeutiche, ma la scienza non ha ancora scoperto che essa contiene composti farmacologici bioattivi in grado di sostituire i prodotti di sintesi. Troppo spesso vengono prescritti antibiotici per curare malattie come, per esempio, quella di Lyme, eppure il mondo sarebbe ben diverso se al posto degli antibiotici si usasse l’unghia di gatto:
l’incidenza delle malattie si ridurrebbe e la guarigione sarebbe più rapida, a prescindere dalla patologia in questione. Ovviamente gli antibiotici prodotti in laboratorio hanno la loro utilità, ma l’unghia di gatto è straordinaria, perché i batteri e gli agenti patogeni non riescono a sviluppare una resistenza come a volte succede con i farmaci. L’unghia di gatto li elimina senza provocare la reazione di Herxheimer – il rilascio di tossine alla morte degli agenti patogeni – che invece si verifica con gli antibiotici, perché i composti farmacologici bioattivi dell’unghia di gatto regolano la distruzione dei microrganismi in una maniera tollerabile da qualunque organismo.
Immagine correlata
È poi formidabile per combattere i virus: la ricerca medica un giorno scoprirà un gruppo di antivirali adattogeni e si renderà conto che l’unghia di gatto è uno
dei più potenti. Quest’erba è uno strumento eccezionale per contrastare PANDAS (disturbi neuropsichiatrici infantili di origine autoimmune associati alle infezioni da streptococco), SLA, infezioni da streptococco alla gola, sclerosi multipla, dolori di natura misteriosa e molto altro.
L’unghia di gatto può anche liberare il corpo dal famigerato streptococco, spesso erroneamente scambiato per un lievito o per la candida. Milioni di donne assumono antibiotici o antimicotici che non fanno altro che aggravare il problema, perché gli streptococchi che causano infezioni alle vie urinarie spesso sono resistenti agli antibiotici.
L’unghia di gatto riduce lo streptococco senza creare problemi, il che la rende il
rimedio migliore per combattere le infezioni alle vie urinarie e una risorsa fondamentale del nostro tempo. Fai attenzione, però: se sei incinta o stai cercando di concepire dovresti evitarla.
MALATTIE
Se hai una delle seguenti malattie, prova a introdurre l’unghia di gatto nella tua vita.L'immagine può contenere: testo
Qualunque tipo di cancro, malattia di Lyme, tutti i cofattori della malattia di Lyme (compresi Borrelia, Bartonella, Babesia e micoplasma), sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, SLA, laringite, PANDAS, infezione da streptococco alla gola, sclerosi multipla, discinesia, artrite reumatoide, infezioni alle vie urinarie, infezioni ai reni, linfomi (anche non Hodgkin),
Chlamydophila pneumoniae, infezioni da lieviti, emicrania, sindrome del colon irritabile, ulcera, virus di Epstein-Barr/mononucleosi, herpes zoster, HHV-6, HHV-7, HHV-8, HHV-9, i non ancora scoperti HHV- 10, HHV-11 e HHV-12, noduli, herpes simplex 1 (HSV-1), herpes simplex 2 (HSV-2), acne, malattia infiammatoria pelvica, vitiligine, disturbi del sonno, attacco ischemico transitorio, fascite plantare, artrite psoriasica, neuroma di Morton.
SINTOMI
Se hai uno dei seguenti sintomi, prova a introdurre l’unghia di gatto nella tua vita.
Infiammazioni, dolori diffusi, fischio o ronzio all’orecchio (acufene), sovrapproduzione di candida, disfunzioni dell’articolazione temporomandibolare, gastrite, formicolio e intorpidimento, palpitazioni di origine neurologica, mal di testa, confusione mentale, infezioni da parassiti e batteri, contrazioni involontarie, paralisi di Bell, spalla congelata, spasmi, tic, debolezza agli arti, sensazioni di bruciore nel corpo o sulla pelle, disturbi digestivi, formicolio e pizzicore, tremori, difficoltà a deglutire, biascicamento, nervosismo, convulsioni, eruzioni cutanee, sindrome delle gambe senza riposo, capogiri, problemi di equilibrio, dolori vaganti, crampi muscolari, rigidità e/o debolezza muscolare, dolore al collo, alle articolazioni e/o alla mascella.
SUPPORTO EMOTIVORisultati immagini per uncaria tomentosa immagini
Se hai la tendenza a giudicare in fretta o a puntare il dito contro gli altri, il primo passo è renderti conto di questo atteggiamento. Il secondo è prendere l’unghia di gatto. Quest’erba è molto utile per ridurre il senso di urgenza, così, invece di reagire in modo automatico a una situazione, puoi darti il tempo per pensare, elaborare e affrontare ciò che è accaduto con un equilibrio mentale più saldo.
INSEGNAMENTO SPIRITUALE
Tutti sono alla ricerca del Santo Graal della salute. In ogni nuova tendenza speriamo di trovare la risposta giusta, la protezione che stavamo aspettando, la scoperta che cambierà la nostra vita. Nel frattempo una medicina naturale miracolosa, l’unghia di gatto, resta pressoché ignorata. Se le dessimo l’occasione di provarla, l’unghia di gatto dimostrerebbe di essere un rimedio portentoso.
Nella vita ci capita di trascurare benedizioni che sono fonte di salvezza: l’unghia di gatto c’insegna a rivalutarle. Ti è mai capitato di sottovalutare una persona, una risorsa, un oggetto, un’opportunità, per poi accorgerti che ti sei lasciato sfuggire il dono più prezioso della vita? C’è qualcosa intorno a te, in questo preciso momento, che potrebbe aiutarti se solo glielo permettessi? L’unghia di gatto c’insegna che a volte ciò che cerchiamo è sotto i nostri occhi, dobbiamo solo prestare attenzione e riconoscere i miracoli che accadono ogni giorno intorno a noi.
SUGGERIMENTI
Immagine correlata
Quando scegli la tintura madre di unghia di gatto, assicurati se in alcool, che sia Spagyrico Alchemico, in quanto altre soluzioni alcoliche ne annulla gli effetti benefici.
Quando parti, porta con te una boccetta di tintura madre di unghia di gatto insieme al kit del pronto soccorso e ricordati di assumerne qualche goccia durante il viaggio.
È uno strumento formidabile per garantire le difese immunitarie e tenere lontane malaria e infezioni batteriche.
Qualunque sia il problema di salute per cui la prendi, bevi la tisana o assumi la tintura madre di unghia di gatto la sera: in questa fase della giornata le sue proprietà terapeutiche sono più efficaci.
TISANA DI UNGHIA DI GATTO
Per quattro tazze
L'immagine può contenere: pianta e bevanda
Non c’è nulla come una tisana di unghia di gatto per attivare le potenzialità di guarigione del corpo. La tisana è particolarmente efficace dopo lo yoga o il pilates.
4 cucchiaini di unghia di gatto
½ limone affettato
Miele grezzo (facoltativo)
Fai bollire quattro tazze d’acqua. Metti un cucchiaino di unghia di gatto per ogni tazza4 e lascia in infusione per almeno cinque minuti. Servila con fette di limone e, se lo desideri, miele grezzo.
by (Anthony William cibi che ti cambiano la vita) modificato
 
 
 
 
 
 
 
 

Erbe aromatiche & Oli Essenziali Alimentari

Origano. È formidabile per uccidere i batteri come l’Helicobacter pylori, lo streptococco e l’Escherichia coli, riducendo così il rischio di sviluppare la sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, ulcera peptica, infezioni alla gola da streptococco, infezioni all’orecchio e sinusiti.

Origano, rosmarino, salvia e timo
Origano, rosmarino, salvia e timo possiedono qualità complementari. Ciascuno ha una sua specializzazione e, se consumati regolarmente(nell’alimentazione, sotto forma di integratori o in una combinazione di entrambi), i loro salutari composti fitochimici e i numerosi minerali offrono una variegata e potente difesa dagli agenti patogeni.
Le erbe aromatiche traggono gran parte del loro potere dalla loro natura selvatica, anche quando sono coltivate. Per crescere e prosperare non richiedono molte cure e riescono sempre miracolosamente a ricavare dal terreno ciò di cui hanno bisogno per offrirti gli alti livelli di nutrienti che ti servono. Le comunità scientifiche non sanno ancora che le erbe aromatiche rilasciano dalle radici un composto antifungino che piace molto ai lombrichi.
Questi vi si radunano attorno e ingeriscono il composto trasformando contemporaneamente il suolo e depositandovi un ricco fertilizzante che non ha eguali. È grazie a questa simbiosi che le erbe aromatiche sviluppano le loro straordinarie proprietà. (Se le coltivi in vaso, o non ci sono lombrichi nel tuo orto, utilizza una soluzione minerale e una buona dose di fertilizzante organico.)
Vediamo queste potenti erbe aromatiche più nel dettaglio:
Origano. È formidabile per uccidere i batteri come l’Helicobacter pylori, lo streptococco e l’Escherichia coli, riducendo così il rischio di sviluppare la sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, ulcera peptica, infezioni alla gola da streptococco, infezioni all’orecchio e sinusiti. L’olio ha una capacità antibatterica sbalorditiva, specialmente contro l’Escherichia coli, causa di diverticolite e diverticolosi. È efficace anche contro la tigna.
Risultati immagini per rosmarino
Rosmarino. Anch’esso svolge un’azione antibatterica ed è particolarmente efficace nella lotta contro i batteri resistenti agli antibiotici, come quelli che dilagano negli ospedali. Il suo consumo regolare può apportare grandi benefici se hai quel genere di batteri (come il Clostridium difficile e il multi-resistente stafilococco aureo, MRSA), che possono causare malattie come il megacolon e gravi infezioni, con esiti talvolta letali.
Salvia. Quest’erba è specializzata nella lotta ai funghi. Il consumo di salvia è un ottimo rimedio per curare dall’interno infezioni come il piede d’atleta e le micosi inguinali e per debellare i ceppi mutanti dei funghi che si annidano nel tratto intestinale. Se sei stato esposto a muffe, aiutati con la salvia per disintossicarti. La salvia è efficace anche per rimuovere i metalli pesanti dall’intestino.
Timo. Il compito principale di quest’erba è distruggere virus come quelli dell’influenza, enterovirus, norovirus e tutta la gamma di virus erpetici responsabili delle malattie autoimmuni e della malattia di Lyme. Dal momento che riesce ad attraversare la barriera ematoencefalica, il timo è l’antidoto contro quei virus che hanno iniziato ad attaccare il cervello o il midollo spinale e che sono alla base di patologie neurologiche.
MALATTIE
Risultati immagini per origano
Se hai una delle seguenti malattie, prova a introdurre le erbe aromatiche nella tua vita.
Infezioni da Helicobacter pylori, infezioni da streptococco, infezione da Escherichia coli, sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, ulcera peptica, infezioni da streptococco alla gola, infezioni alle orecchie, sinusite, diverticolite, diverticolosi, tigna, megacolon, infezione da Clostridium difficile, MRSA (stafilococco aureo resistente alla meticillina), influenza, enterovirus, norovirus, virus di Epstein- Barr/mononucleosi, citomegalovirus, malattia di Lyme, tutti i cofattori della malattia di Lyme (compresi la Borrelia, la Bartonella, la Babesia e il micoplasma), infezioni respiratorie, infezioni alle gengive, acufene, vertigini, colera, sciatica, fibromialgia, sindrome da stanchezza cronica, lupus, artrite psoriasica, sclerosi multipla, herpes zoster, artrite reumatoide, edema, emicrania, herpes simplex 1 (HSV-1), herpes simplex 2 (HSV-2), HHV-6, HHV-7, HHV-8, HHV-9, i non ancora scoperti HHV-10, HHV-11 e HHV-12, malattia infiammatoria pelvica, malattia linfoproliferativa della linea B, infezioni batteriche, infezioni agli occhi, permeabilità all’ammoniaca.
SINTOMI
Se hai uno dei seguenti sintomi, prova a introdurre le erbe aromatiche nella tua vita.
Mal di stomaco, allergie alimentari, dolori addominali, capogiri, spossatezza, secrezioni (per esempio vaginali o oculari), flatulenza, nausea, tosse, ansia, prurito, vesciche, eruzioni cutanee, mal di testa, prurito anale, esposizione alla muffa, tutti i sintomi neurologici (compresi formicolio, intorpidimento, spasmi, contrazioni involontarie, neuropatia e oppressione al torace), appendicite, dolori alla vescica, problemi di equilibrio, tappi alle orecchie, congestione, mal d’orecchio, eccesso di muco, febbre, dolore alla mascella, nevralgia.
SUPPORTO EMOTIVO
Immagine correlata
Considerando gli alti livelli di stress dell’era contemporanea, è comprensibile che talvolta le nostre reazioni siano esasperate. Ma quando le risposte emotive troppo intense diventano croniche e non riesci a uscire dal circolo vizioso, rivolgiti all’origano, al rosmarino, alla salvia e al timo. Queste erbe aiutano a interrompere il sovraccarico di sollecitazioni e a reagire agli eventi con maggiore equilibrio.
INSEGNAMENTO SPIRITUALE
Seppure in forme e specie diverse, queste erbe aromatiche esistono fin dall’origine dell’umanità. Per tutto questo tempo ci sono rimaste accanto e si sono adattate ai mutamenti del mondo così che anche noi potessimo adattarci. L’origano, il rosmarino, la salvia e il timo sono in tal senso maestri autorevoli: c’insegnano chi siamo e chi possiamo diventare. C’è qualcosa nella tua vita – un hobby che coltivi da tempo o una relazione di lungo corso – su cui puoi sempre fare affidamento per eliminare le distrazioni e tornare in contatto con la tua essenza più autentica?
SUGGERIMENTI
Ricordati di usare ogni giorno le erbe aromatiche in cucina. Nota il valore che una manciata di origano, salvia, rosmarino e timo può aggiungere ai piatti che formano la base della tua alimentazione.
Prova a introdurre gli oli essenziali di queste erbe nella tua vita quotidiana per depurare il corpo, la mente e l’anima.
Per esempio, aggiungi l’olio essenziale di rosmarino all’acqua del bagno per attivarne il processo di purificazione con sale dell’Himalaya o del Mar morto, o un brodo di pollo con tutte queste piante officinali, aggiungendo aceto, cipolle , sedano, carote, alloro.
TUBERI E RADICI IN CROSTA D’ERBE
Per tre/quattro porzioni
L'immagine può contenere: cibo
Probabilmente queste saranno le migliori verdure fritte che tu abbia mai mangiato. Il segreto è far bollire i tuberi e le radici e scuoterli vigorosamente prima di cuocerli al forno. Le erbe e l’aglio ricoprono generosamente la superficie e formano una crosta croccante.
Se hai poco tempo a disposizione, puoi saltare i passaggi precedenti e metterli
direttamente in forno, ma quei pochi minuti extra daranno risultati straordinari. Preparane una dose abbondante: non durerà a lungo!
1,5 chili di tuberi e radici assortiti (patate, patate dolci, pastinache, carote,
sedano rapa)
2 cucchiai d’olio di cocco
1 cucchiaino di sale marino
2 cucchiai d’aglio tritato
1 cucchiaio ciascuno di salvia, origano, timo e rosmarino finemente tritati
Preriscalda il forno a 200 °C. Pela e affetta i tuberi e le radici come fossero patatine da friggere. Trasferiscili in una pentola capiente, coprili con l’acqua e porta a bollore. Lasciali andare per 5/7 minuti finché sono cotti ma ancora sodi (attento a non cuocerli troppo). Scola l’acqua.
Aggiungi l’olio di cocco, il sale, l’aglio e le erbe e rimesta brevemente. Copri la
pentola e scuotila con vigore finché i bastoncini sono ben mescolati e i bordi leggermente smussati.
Stendi della carta da forno su una teglia. Disponi i bastoncini in modo che non si sovrappongano. Inforna e cuoci per 20/25 minuti, girandoli a metà cottura. Estrai dal forno quando la superficie appare dorata e croccante.
by (Anthony William cibi che ti cambiano la vita) modificato